castelli ducato parma piacenza gioca oca Mati Dada
Castelli Ducato Parma Piacenza Gioca Oca Mati Dada

                               

In viaggio con il Gioco dell’Oca
tra i Castelli del Ducato

www.castellidelducato.it

Il territorio, i monumenti, le eccellenze in 80 passi in compagnia di Matì e Dadà: i simpatici personaggi del primo cartoon che parla di arte, musei, pittori ai bambini “L’Arte con Matì e Dadà” sono i testimonial per Castelli del Ducato di Parma e Piacenza. Un nuovo modo di comunicare ai più piccoli, alle scuole e alle famiglie. Grand Tour, in viaggio tra i Castelli del Mistero, dei Giochi Antichi, tra Fantasmi e nobili dinastie, alla scoperta di tanti percorsi.  Scrivi a info@castellidelducato.it   per ricevere in PDF il gioco da stampare a casa tua ! www.castellidelducato.it

 

Tira il dado e scopri un Castello. Non un maniero qualunque, ma i 23 Castelli del Ducato di Parma e Piacenza dall’Appennino al Grande Fiume Po. E’ tutto da giocare in compagnia con gli amici, i compagni di classe, i nonni o i genitori il nuovo, inedito, coloratissimo “Gioco dell’Oca tra i Castelli del Ducato di Parma e Piacenza”. Presentato a circa 3.000 scuole italiane rappresenta un nuovo modo di comunicare il territorio con un occhio di riguardo ai più piccoli: per le famiglie e tutti coloro che desidereranno averlo sarà possibile richiedere la versione in PDF (da stampare con la stampante di casatua) scrivendo a info@castellidelducato.it .

Ad accompagnare i bambini, le maestre, mamma e papà alla scoperta di un territorio straordinario, ricco di personaggi celebri, arte, cultura, storia, natura e tante golosità da mangiare nella Food Valley sono i protagonisti del format tv “L’Arte con Matì e Dadà”, – una coproduzione Rai Fiction eAchtoonsbeniamini delle nuove generazioni che ne seguono le avventure su RAI Yo Yo.  Grazie alla partnership tra Castelli del Ducato di Parma e Piacenza e la casa di produzione Achtoons di Bologna – che ha concesso per il “Gioco dell’Oca tra i Castelli del Ducato” i personaggi-brand Matì e Dadà – i più piccoli potranno scoprire in 80 caselle, in compagnia della volitiva Matì e del buffo Dadà, le più curiose stanze di 14 Alloggi tra Antiche Mura dove spiccano letti a baldacchino, grandi portoni, arredi antichi al giubilo di “Ma che bella stanza! Ti fermi un turno e fai una vacanza!”.  Il Gioco dell’Oca tra i Castelli del Ducato vede la collaborazione tra lo Staff del Circuito, Achtoons di Bologna e Cdo Italy – Cantadori Design di Parma. E’ realizzato grazie al PTPL 2014 della Provincia di Parma.  Il paesaggio è davvero così bello… che non ti muovi finché non disegni un castello!Giocando i bambini faranno tappa nei 23 Castelli, imparando a conoscere i loro nomi e la loro struttura architettonica: sì perchè la forza del Circuito dei Castelli del Ducato è proprio la diversità di ogni maniero. Ci sono rocche, fortezze, regge. Castelli con parchi, giardini, fontane. Alcuni sono circondati dall’acqua del fossato, altri dominano i crinali di valli ampie o scoscese. Alcuni sono abitati ancora oggi da principi, principesse, conti, contesse, marchesi. In altri dimorano invece i fantasmi, come narrano le più suggestive leggende.  Sono Matì e Dadà a consigliare, insieme ai Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, gli itinerari perfetti per le gite scolastiche o per trascorrere una giornata o un weekend fuori porta con mamma e papà. Sono più di 122 le attività didattiche, i laboratori creativi, le iniziative proposte per le scolaresche nel circuito del 23 manieri.  “Castelli del Ducato ha sempre avuto la capacità di creare un ponte tra il passato e la vita di oggi: così abbiamo scelto di riproporre alle nuove generazione il Gioco dell’Oca, tra i giochi più antichi del mondo, passatempo da tavolo tradizionale per bambini e famiglie, certi che possa affascinare anche gli alunni delle scuole dell’infanzia e del primo ciclo delle scuola primaria – ha sottolineato il Conte Orazio Zanardi Landi, Presidente dei Castelli del Ducato – Dopo tanta tecnologia e giochi on line, riproponiamo un momento divertente in cui gruppi di bimbi e famiglie si ritrovano insieme attorno a un tavolo e giocano insieme ad un gioco di società che insegna anche qualcosa di interessante. Insegna a conoscere e ad amare la nostra bella Italia, di cui i Castelli del Ducato sono un fiore all’occhiello”.

“Castelli del Ducato si rivolge al mondo dell’infanzia: per noi è importante che le nuove generazioni e le famiglie comprendano che il biglietto speso per visitare un castello, non solo è una intelligente proposta culturale per un bambino, ma è un modo per consentire la conservazione del patrimonio italiano grazie ai proprietari dei Castelli, mecenati privati ed enti pubblici, che li tengono aperti ai turisti anzichè convertirli in residenze private” ha evidenziato il Vice Presidente Domenico Altieri.

“Per il Gioco dell’Oca dei Castelli del Ducato abbiamo cercato una grafica che combinasse l’aspettoludico giocoso per i bambini, attenendoci a qualcosa in linea con Matì e Dadà per colori e stile, ma che anche potesse ben rappresentare la storia, la cultura e l’atmosfera dei luoghi che promuoviamoha spiegato Giovanna Bo, Ceo della casa di produzione AchtoonsNon è stato un lavoro semplice, ma certo stimolante. Ed il nostro sguardo è sempre stato rivolto ai bambini. Siamo convinti del valore del gioco per l’apprendimento e non possiamo che lodare iniziative di questo tipo, molto in linea proprio con lo spirito e l’approccio di Matì e Dada che attraverso il divertimento e ìl’amato strumento del cartone animato vogliono avvicinare i più piccoli all’arte e alla cultura di tutti i tempi. Per me è stato un piacere ed un onore “prestare” Matì e Dada per un percorso di gioco e conoscenza dedicato alle nuovissime generazioni, augurandomi che anche la loro fantasia,possa essere nutrita da castelli, torri, palazzi e paesaggi meravigliosi delle Terre del Ducato“.

Perchè il Gioco dell’Oca? “Propone nel percorso l’antico tema rivisitato del labirinto, dunque di un viaggio iniziatico culturale in cui c’è un inizio ed una conclusione durante il viaggio. Ogni tappa, di casella in casella, rappresenta e racconta ispirandosi al concetto di Grand Tour del Ducato e valorizzando un antico gioco di corte” ha spiegato Francesca Maffini, referente per le Relazioni Esterne e Ufficio Stampa dei Castelli del Ducato. Il gioco dell’oca, come in sostanza tutti i giochi di percorso, si presta a una lettura simbolica, ma propone percorsi reali tra 23 Castelli, 14 Alloggi di Charme, città come Parma, Piacenza, Busseto, Salsomaggiore Terme, Noceto, Fidenza, Fontevivo, Sissa-Trecasali, Zibello, Castelnuovo Fogliani.

Il Gioco dell’Oca dei Castelli del Ducato, con i temi trasversali che propone, è agganciato ad un meccanismo di “Offerta Pacchetto Family” tecnicamente organizzata dall’Agenzia di Incoming Food Valley Travel, che punta a fare rete con tutto il territorio. L’obiettivo è far muovere le famiglie dal Castello al territorio e viceversa, promuovendo il valore aggiunto, pensato per fargli vivere una esperienza, raccontagli una storia, essere il suo viatico.

Verrà poi proposto nel 2015 “Il Mese dei Giochi Antichi” – durante Expo 2015 – in cui all’interno di ogni Castello verranno esposti antichi giochi, oggettistica e documenti legati al mondo dell’infanzia, in modo da offrire uno spunto ulteriore al turista e al visitatore per muoversi e girovagare nel territorio. Il Gioco dell’Oca dei Castelli del Ducato, le Attività Didattiche nei Manieri sono promosse e consultabili nel nuovo sito www.castellidelducato.it.

Quali sono gli Alloggi tra Antiche Mura, strutture turistico alberghiere di charme ricavate all’interno di dimore d’epoca? Le elenchiamo: Antica Corte Pallavicina Relais ****, Antico Borgo di Tabiano Castello, Casa Illica, Castello di Compiano, Castello Malaspina di Gambaro, Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino, Leon D’Oro ***superior, Locanda del Re Guerriero, Palazzo dalla Rosa Prati, Relais Fontevivo***, Residenza Torre di San Martino, Rocca d’Olgisio, Torre del Barbagianni nel Castello di Gropparello.

Achtoons srl, è casa di produzione e agenzia di comunicazione specializzata in studio e sviluppo di characters originali e testimonial di fantasia. Il format tv a cartoni animati “L’Arte con Matì e Dadà” racconta le meravigliose avventure di Matì, intelligente e curiosa bambina di 7 anni, e del suo eccentrico compagno Dadà nel fantastico mondo dei quadri e nelle vite degli artisti, target preschool per educare e divertire i più piccoli. Dunque, la storia dell’arte spiegata ai bambini come non si era mai vista: a cartoni animati. Dall’atelier dei più grandi artisti, oltre la cornice, fino ad essere risucchiati dentro le loro più celebri opere. Sulle tracce di un mistero, alla ricerca di un oggetto strano, attraverso giochi visivi, i protagonisti si ritrovano immersi in divertenti avventure colorate, in animazione 2D e 3D.

 

Per informazioni su “Il Gioco dell’Oca con Matì e Dadà”

Castelli del Ducato di Parma e Piacenza – Club di Prodotto

Tel. 0521.823221; 0521.823220   www.castellidelducato.it   info@castellidelducato.it

 

 

Ufficio Stampa e Relazioni Esterne Castelli del Ducato di Parma e Piacenza

Dott.ssa Francesca Maffini  ufficiostampamaffini@libero.it   segreteria@castellidelducato.it