Biennale venezia 2024

Biennale di Venezia: Da San Juan Bautista…

Venezia

Il Consolato REM Brega!!! è orgoglioso di presentare la sua storica mostra: Desde San Juan Bautista…, come evento collaterale della 60ª Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia. Dalla sua nascita nel 1895, questa è la prima volta che Porto Rico è rappresentato alla Biennale in un evento collaterale della manifestazione artistica di Venezia, in Italia.  “Ci sentiamo onorati di presentare l’eccezionale talento degli artisti portoricani alla Biennale di Venezia”, ha dichiarato Roberto Escobar Molina, fondatore del Consolato REM Brega!!!. “Questa mostra rappresenta un momento importante della nostra storia culturale e riafferma il posto di Porto Rico sulla scena artistica mondiale”, ha dichiarato.

Questo evento storico mette in mostra gli sforzi visionari di un illustre gruppo di artisti interdisciplinari di Porto Rico e segna un momento cruciale nel riconoscimento globale dell’arte visiva portoricana. È da notare che l’inclusione di Porto Rico in questa edizione della Biennale è un risultato senza precedenti, realizzato da un’entità non governativa”. Desde San Juan Bautista. .. fa parte della Selezione Ufficiale nell’ambito degli Eventi Collaterali scelti da Adriano Pedrosa, direttore della 60ª edizione della Biennale. La mostra presenta opere di importanti artisti portoricani Celso González, Awilda Sterling-Duprey, Daniel Lind-Ramos e Chemi Rosado-Seijo.

Venezia Biennale da San Juan

La mostra si tiene presso Bruchium Fermentum, Calle del Forno, Castelo 2092. Consolato REM Brega!!! è un’organizzazione afro-portoricana senza scopo di lucro che si dedica al sostegno di artisti locali e organizzazioni artistiche per ottenere un’esposizione internazionale.
Per ulteriori informazioni, inviare un’e-mail a: consolatorembrega@gmail.com e/o contattare Roberto Escobar al numero +1 787-547-5757.

Articolo precedente“Love will survive”: esce il nuovo singolo di Barbra Streisand
Articolo successivoVenezia. Willem De Kooning, alle Gallerie dell’Accademia