striscia di cuoio budriere
Striscia Di Cuoio Budriere

Da budriere a bautièire

 

La parola italiana budrière e o bodrière deriva dal francese baudrier di origine tedesca ed era una striscia di cuoio che nelle milizie dei secoli passati si portava ad armacollo e serviva ad appendervi la spada o la sciabola, e in qualche caso, se disposta davanti, la bandiera o il tamburo. Nella prima uniforme dei Carabinieri si designava con questo nome dal francese baudrier, il cinturone in buffala bianca, cuoio, con placca in ottone recante lo stemma del sovrano, usato per sostenere sul fianco la sciabola del carabiniere a piedi, che lo portava dalla spalla destra al fianco sinistro, incrociato con la bandoliera e la giberna, che scendeva dalla spalla sinistra al fianco destro. Venne abolito il 20 settembre 1870. Da questo lemma potrebbe anche derivare la parola piemontese bautièire, vacillante, che ricorda il ciondolare della spada da li la parola bautié con il significato di dondolare sull’altalena e nella culla o anche di vacillare o barcollare o anche il rimandare una cosa da fare, bautiss. Tornando alla parola iniziale budrère deriva dall’antico tedesco balderich, simile al sassone belt e che provengono forse dal latino balteus, tracolla, ma forse ho già troppo,  bavardè,  chiacchierato. Interessante infine questa ultima parola piemontese che è di origine francese dal lemma bavarder, espresso in forma negativa di chi come me parla troppo e di cose inutili come adesso sto facendo io.

GIORGIO CORTESE

 

 

by Giorgio Cortese