Il cantante italiano Achille Lauro durante il Festival di Venezia 2019

Achille Lauro cambia la modalità della sua partecipazione al Lovers Film Festival nella giornata di chiusura, domenica 25 ottobre.

L’icona della musica e della moda, infatti, esporrà dalle 10.00 per la prima volta la sua opera, LOVE IS LOVE, presso l’Aula del Tempio al Museo Nazionale del Cinema, nella cornice della Mole Antonelliana, simbolo di Torino. Sempre domenica 25, ma alle 20.15, al Cinema Massimo in sala Cabiria, in occasione della Closing Nigh, il cantante sarà protagonista di un talk in streaming con Vladimir Luxuria che potrà essere seguito dal pubblico in sala e sui canali di Lovers.

“In conformità con le nuove disposizioni di sicurezza per il Covid 19 e per disincentivare la mobilità tra regioni, ho deciso di presenziare all’evento serale ‘Conversazioni maleducate’, intervista con la direttrice artistica Vladimir Luxuria, da remoto, in collegamento da casa” commenta Achille Lauro.

Alla serata – durante la quale verranno annunciati i vincitori del festival – interverrà dal vivo anche il politico e attivista LGBT Alessandro Zan con il quale la direttrice affronterà il tema del disegno di legge contro l’omofobia e la misoginia di cui è relatore e che, salvo imprevisti, sarà discusso in Aula il 27 ottobre.

La Closing Nigh sarà aperta dallo showcase musicale de Le Kikies, accompagnate da Savio Monachella alle percussioni e da Gianluca Gallucci al basso, per deliziare e sedurre il pubblico con uno spettacolo musicale che farà gustare i grandi classici del pop in una versione inedita.

In chiusura, la proiezione di Douze Points di Daniel Syrkin (Israele/Francia 2019): una pellicola in equilibrio fra la commedia, il thriller e il film satirico che narra una relazione unica tra due giovani musulmani durante il concorso di canzoni più arcobaleno che si possa immaginare.