VENETO FILM COMMISION

Attesi Vittoria Puccini e Alessandro Roia per la presentazione della fiction Rai

“Non mi lasciare”

Vittoria Puccini, Alessandro Roia, Giorgio Diritti, Donato Carrisi, Matteo Strukul, Renato Casaro, sono solo alcuni tra gli illustri ospiti protagonisti degli incontri organizzati dalla Veneto Film Commission nello “Spazio Regione Veneto – Veneto Film Commission” all’Hotel Excelsior dal 1 al 10 settembre 2021 durante la Mostra del Cinema di Venezia.

Oltre venti gli appuntamenti in programma, che spazieranno tra formazione e nuove tecnologie, musica e letteratura, videogiochi e animazione, tradizioni locali e rapporti internazionali, antropologia e ambiente, per rendere conto di come il cinema investa tutti gli ambiti della vita di un territorio, valorizzandolo ad ampio spettro, attraverso veicoli comunicativi in grado di trasmettere emozioni, conoscenze e capacità artistica ed imprenditoriale.

Tra gli eventi più attesi, la presentazione in anteprima assoluta della serie televisiva di Rai Fiction “Non mi lasciare” con gli attori Vittoria Puccini e Alessandro Roia, girata da Ciro Visco (già regista della seguitissima “Doc: nelle tue mani”), nell’inverno scorso tra Venezia e il Polesine con il supporto della Veneto Film Commission. La serie, che andrà in onda in autunno su Rai 1, sarà presentata domenica 5 settembre alle 16.45 da Puccini, Roia e Visco, con Maria Pia Ammirati, direttrice Rai Fiction, e Mauro Mauri, produttore Paypermoon.

Non mancheranno inoltre le anticipazioni su concorsi e premi dedicati a figure significative nel panorama cinematografico internazionale e originarie della nostra Regione, come il “Concorso Luciano Vincenzoni 7a Edizione”, sabato 4 settembre alle 10, con la partecipazione del regista Giorgio Diritti (autore del pluripremiato film “Volevo nascondermi”), in qualità di presidente della giuria, e di Renato Casaro, noto illustratore che ha fatto la storia delle locandine cinematografiche. 

Donato Carrisi, scrittore e regista di film tratti dai suoi romanzi (“La ragazza nella nebbia” e “L’uomo del labirinto”), sarà ospite domenica 5 settembre alle 15 per l’incontro “Dal libro allo schermo. Cosa cercano i produttori”, nell’ambito della presentazione dell’ITTV Festival Venezia – Los Angeles, fondato e diretto dalla trevigiana Valentina Martelli. L’autore padovano Matteo Strukul (tra le sue opere la saga letteraria “I Medici”) arriverà invece giovedì 9 settembre alle 17.15 per celebrare i 10 anni di “Sugarpulp” tra libri, film, fumetti, serie tv e videogames.

“Questo nutrito programma di eventi – commenta Jacopo Chessa, direttore della Veneto Film Commission – rende conto della centralità della Film Commission regionale come catalizzatore di risorse creative, produttive ed economiche, per la valorizzazione del territorio a livello nazionale e internazionale secondo un approccio glocal. Saranno ospitate infatti iniziative centrate sul patrimonio locale, come il progetto Euganea film Tour, il docu-film su Dante e il Veneto prodotto da Sky e Indigo, un videogioco su Padova, ma anche aperture in ambito europeo, come l’incontro su Les Arcs Film Festival, e mondiale, con l’appuntamento di presentazione dell’ITTV Festival Venezia – Los Angeles, due realtà con cui la nostra Film Commission collabora. Infine mi preme segnalare l’appuntamento dell’8 settembre alle 12 sul protocollo Green, che abbiamo adottato favorendo le produzioni cinematografiche e televisive nel rispetto dell’ambiente”.

VENEZIA 78

PROGRAMMA DI INCONTRI DELLA FONDAZIONE VENETO FILM COMMISSION

alla 78a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia
(1 – 11 settembre 2021)

SPAZIO REGIONE DEL VENETO –VENETO FILM COMMISSION (Hotel Excelsior)
• Mercoledì 1 settembre 11:30
Formazione e nuove tecnologie: il futuro del cinema?
A cura di: Paradise Pictures e Conservatorio di Musica “Francesco Venezze” di Rovigo
Intervengono: Giuseppe Alessio Nuzzo regista e autore, Fiorenzo Scaranello presidente Conservatorio  di Rovigo, Vincenzo Soravia direttore Conservatorio di Rovigo, Marco Biscarini compositore e docente, Anna Cuocolo regista, coerografa e docente, Luca Leprotti sound designer e docente, Stefano Celeghin direttore d’orchestra e docente, Yati Durant direttore del circuito internazionale di istituti di film music  e sound design e direttore d’orchestra, Stefano Masiero dipartimento di neuroscienze Università di
Padova. La società di produzione cinematografica Paradise Pictures e il Conservatorio di Musica “Francesco Venezze” di Rovigo presentano un incontro tra addetti ai lavori, esperti in nuove tecnologie e linguaggi e protagonisti della formazione per porre un accento sul futuro del cinema. Durante l’evento saranno presentati i risultati di progetti cinematografici sperimentali tra produzione e formazione tra cui il lungometraggio Quel posto nel tempo con gli studenti del Conservatorio di Musica “Francesco Venezze” di Rovigo e i risultati dei progetti La stanza VR 360° 3D con Michele Placido,
Farina, Acqua, Lievito e Virtual Home Care Academy a cura di Paradise Pictures.
• Mercoledì 1 settembre 14.30
Giocare, condividere, raccontare il territorio con il videogioco: MostaScene a Padova.
A cura di: Impact srl (spin-off Università di Padova) con Dip. Beni Culturali, Università degli Studi di Padova e Associazione IVIPRO (Italian Videogame Program)
Intervengono: Silvia Ferretto Impact srl, Farah Polato Docente di cinema all’Università degli Studi di Padova, Stefano Caselli IVIPRO, Mauro Salvador docente Design thinking per i videogiochi, coordinatore residenza UNIPD
Presentazione del videogioco MostaScene, prototipo open access che raccoglie e promuove narrazioni urbane e vissuti di quartiere della città di Padova. Output del progetto “Urban Histories Reloaded. Creatività Videoludica per azioni di cittadinanza” (UHR), MostaScene è stato sviluppato durante una residenza artistica per autori e artisti under 35 e in una game developers session successiva. UHR è stato realizzato con il sostegno MiBACT e SIAE nell’ambito del programma “Per Chi Crea” (2018) ed è stato promosso da Impact srl spin-off Università di Padova in partenariato con il Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Padova in collaborazione con Associazione IVIPRO (Italian Videogame Program) e con il supporto del Comune di Padova – PG Toselli 3.0 Sportello Sviluppo, Cultura digitale e Innovazione Ufficio Progetto Giovani – Area Animazione. Saranno presenti i componenti del team della residenza e della game developers session.
• Venerdì 3 settembre h.12:00
Concorso Luciano Vincenzoni 7a Edizione
A cura di: Associazione Luciano Vincenzoni
Intervengono: Lavinia Colonna Preti Assessore alla Cultura del Comune di Treviso, Paolo Ruggieri
Presidente Associazione Luciano Vincenzoni, Paolo Brunetta docente e responsabile del progetto per le scuole “pane e cinema”, Renato Casaro artista illustratore, autore di locandine di film, Stefano Canazza
Direttore conservatorio Steffani di Castelfranco Veneto, Giorgio Diritti regista, Presidente giuria sezione soggetti, Giuliano Taviani compositore, presidente giuria musiche per film.
Modera: Cecilia Valmarana Vicedirettrice Rai Gold, Responsabile Rai Movie, membro Cda Veneto Film Commission Nel corso dell’evento verrà brevemente raccontata la genesi del concorso, la sua storia nei sette anni di vita e gli obiettivi. L’Assessore alla Cultura di Treviso illustrerà il ruolo del Concorso nel panorama culturale della città. Verranno presentati i risultati del concorso e annunciato l’evento per la premiazione a Treviso il 27 Novembre. Renato Casaro, le cui operesono in mostra attualmente a Treviso in tre siti in contemporanea, presenterà la locandina della 7 edizione del concorso.
Stefano Canazza, direttore del Conservatorio di Castelfranco illustrerà il rapporto di partnership con l’Associazione ed il contributo dei giovani allievi per l’esecuzione delle partiture in concorso. Ai Presidenti delle due giurie in ruolo di presentare gli altri giurati e raccontare il lavoro delle giurie. Infine, la Responsabile per l’Associazione del progetto “pane e cinema”, rivolto agli allievi delle scuole secondarie di secondo grado, descriverà il progetto, che nel prossimo anno scolastico coinvolgerà sei istituti superiori della città di Treviso.
• Venerdì 3 settembre 17:00
Les Arcs – Focus regioni alpine 11-18 dicembre 2021
A cura di: Festival Les Arcs, Film Commission Torino Piemonte, Film Commission Vallée d’Aoste, IDMFilm Fund & Commission, Trentino Film Commission, Veneto Film Commission Intervengono: Pierre-Emmanuel Fleurantin CEO Les Arcs Film Festival, Jérémy Zelnik Head of the Professional Events of the Festival Alessandra Miletto Direttrice Film Commission Vallée d’Aoste, Andreas Bühlmann, Head of Festivals & Markets Swiss Films
Modera: Jacopo Chessa, Direttore Veneto Film Commission
Les Arcs Industry Village è l’evento professionale di Les Arcs Film Festival dedicato all’industria cinematografica europea indipendente. Dopo una speciale dodicesima edizione online, il festival torna sulle piste e si svolgerà dall’11 al 18 dicembre 2021 sulle Alpi, a cui verrà dedicato un focus nei prossimi 2 anni. Per la 13a e 14a edizione, verranno riuniti tutti i paesi che condividono le Alpi, per un focus sul cinema alpino. L’Industry Village proporrà un focus di 2 anni, presentando progetti a diversi stadi di sviluppo e produzione da Svizzera, Austria, Italia e Francia, e faciliterà i legami di coproduzione tra questi territori. Grazie alla collaborazione con Swiss Films, Zürcher Filmstiftung, Austrian Films, Film Commission Torino Piemonte, Film Commission Vallée d’Aoste, Veneto Film Commission, Trentino Film Commission, IDM-Film Fund & Commission e Auvergne-Rhône Alpes Région, questo focus metterà in luce la ricchezza, la diversità e la creatività delle regioni alpine, mostrando lungometraggi e corti recenti diretti dalle giovani promesse e da registi più affermati.
• Sabato 4 settembre 10.00
Presentazione Accordo Veneto FIlm Commission Assessorato al Turismo
A cura di: Veneto Film Commission
Intervengono: Claudio De Donatis Direttore Direzione Promozione Economica e Internazionalizzazione, Luigi Bacialli Presidente Veneto Film Commission, Jacopo Chessa Direttore Veneto Film Commission, Federico Caner Assessore al Turismo Regione del Veneto, Cristiano Corazzari Assessore alla Cultura Regione del Veneto
• Sabato 4 settembre 11.00
Conferenza stampa Premio KINÉO 19a edizione
A cura di: Associazione Kinéo
Intervengono: Rosetta Sannelli Direttrice Premio Kinéo, Carlo Gentile – Rai relazioni internazionali, Jean Gili Critico e storico del cinema, professore emerito all’Università Paris 1 Panthéon-Sorbonne, Paolo Pelino Presidente di Medicina Solidale – Fonte d’Ismaele, Valentina Martelli Direttrice ITTV Festival, Mario Mazzetti Direttore Ufficio Cinema ANEC, Franco Montini Presidente SNCCI L’Associazione Culturale Kinéo è stata fondata all’inizio del 2002 con l’obiettivo di promuovere il cinema italiano in un momento di grave crisi dell’industria del settore e in concomitanza con l’emanazione dei nuovi Decreti Delegati a integrazione della Legge Cinema. Questa sua mission l’ha guidata alla realizzazione di un premio, il Premio Kinéo (diamanti al cinema italiano), capace di dar voce al pubblico delle sale cinematografiche, determinante per la sopravvivenza dell’industria del settore, dell’esercizio e, dunque, per la vita stessa del Cinema. Il premio Kinéo è stato presentato per la prima volta alla 59. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia il primo settembre del 2002 e, in quell’occasione, ha iniziato a trattare temi cruciali nei periodi specifici come il rapporto tra Cinema e Industria nella Conferenza internazionale “Il cinema nel mondo dell’impresa”. L’anno successivo Kinéo ha riunito, sempre a Venezia durante la Mostra del Cinema, i più grandi esperti di promozione e marketing cinematografico internazionale nel Convegno “Cinema, Marketing e New Media”, in collaborazione con agenzie pubblicitarie, investitori, centri media e i maggiori protagonisti delle istituzioni e dell’industria del settore. Quest’anno, il Premio Kinéo compie 20 anni di presenza a Venezia e 19 anni di riconoscimenti assegnati. Nato come premio del cinema italiano votato dal pubblico per sostenere la cinematografia e le sale nostrane, negli anni ha ampliato i propri orizzonti aprendosi all’audiovisivo internazionale, favorendo incontri tra artisti di tutto il mondo. Ha inserito due riconoscimenti interpreti della sensibilità del mondo del cinema legati alla salvaguardia dell’ambiente e dei diritti civili e umani, il Green&Blue Award e il Movie for Humanity Award. Ha lavorato a livello internazionale sulla promozione, collaborando ad esempio alla settimana di eventi per l’Honorary Award a Lina Wertmüller alla cerimonia degli Oscar a Los Angeles e ha continuato ad approfondire tematiche del cinema e dell’audiovisivo. Sempre a Venezia, nel 2020, Kinéo
ha promosso il seminario sul presente e il futuro dell’audiovisivo col seminario “How a Video Can Change the World” e
quest’anno affronterà il tema della digitalizzazione nel fururo dell’industria col seminario “Challenging the Digital Deluge”
• Sabato 4 settembre h.17.00
Villa Vescovi e Negozio Olivetti – beni del FAI
A cura di: FAI – Fondo Ambiente Italiano
Intervengono: Elisa Cavinato Consigliere Regione del Veneto, Membro della VI Commissione Cultura, Alessandro Armani Responsabile della gestione operativa FAI – Villa Vescovi, Elena Borghello
Responsabile della gestione operativa FAI – Negozio Olivetti.
Modera: Vittorio Dalle Ore membro Cda Veneto Film Commission
I due responsabili della gestione operativa di Villa dei Vescovi, a Luvigliano di Torreglia sui CoIli Euganei, e del Negozio Olivetti, di Piazza San Marco a Venezia, presenteranno i due Beni del Fondo Ambiente Italiano in Veneto: la loro storia e il loro rapporto con il territorio dal punto di vista culturale e turistico. Particolare attenzione alla mission del FAI — Fondo Ambiente Italiano e il ruolo dei Beni del Veneto nel loro ambito territoriale di riferimento.
Domenica 5 settembre 12.00
Mila, il potere del messaggio nell’animazione
A cura di: Valentina Martelli
Intervengono: Cinzia Angelini regista e scrittrice, Luca Milano Direttore Rai Ragazzi,
Modera: Jacopo Chessa, Direttore Veneto Film Commission “Mila” è una storia di guerra raccontata dalla prospettiva di una bambina. Una bambina che impersona tutte le piccole vittime di conflitti nel mondo. Ispirato da storie vissute dalla madre della regista, Cinzia Angelini, durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale . Nel film, un corto di animazione il personaggio di Mila rappresenta il meglio dell’umanità. Anche se ha perso tutto – la sua famiglia, la sua casa ed è solo una bambina – si aggrappa ancora alla speranza. Con quella e con l’aiuto di chi, come lei, ha perso tutto, immagina un futuro migliore verso il quale si avvia a mano di una sconosciuta inconsolabile che la salva. Gli occhi di Mila raccontano dolore, speranza e rinascita.
“Mila” è stato prodotto grazie agli sforzi eroici di un team internazionale di 350 volontari provenienti da oltre 35 paesi.
Attraverso una collaborazione online unica al mondo che ha incluso decine di volontari e sponsor, PepperMax Films, Pixel Cartoon, IbiscusMedia e poi culminata in un sostegno sostanziale da Cinesite e Aniventure, Mila è riuscita a raccontare la sua storia.
• Domenica 5 settembre 15.00
Presentazione ITTV Festival Venezia – Los Angeles
A cura di: ITTV
Intervengono: Valentina Martelli fondatrice ITTV e CEO Good Girls Planet, Cristina Scognamillo Fondatrice ITTV, Marco Testa Gruppo Armando Testa
ITTV – The Italian Tv Festival 2021, un hub di idee e prodotti per far incontrare e dialogare le eccellenze italiane con le controparti d’oltreoceano. Executive, sceneggiatori, talent manager e attori, maestranze, Film Commission, città e brand italiani, trovano spazio e visibilità all’interno di ITTV che si terrà in presenza, come sempre da quando ha iniziato la sua avventura. Organizzato e prodotto da Good Girls Planet, realtà nata da
Valentina Martelli (CEO), Cristina Scognamillo e Francesca Scorcucchi, con Marco Testa Los Angeles, società del Gruppo Armando Testa, ITTV si svolgerà dal 30 ottobre al 2 novembre 2021 a Los Angeles, nei giorni antecedenti l’American Film Market, anticipato da una serie di eventi a Venezia
A seguire
Dal libro allo schermo. Cosa cercano i produttori
Intervengono: Andrea Scrosati COO Fremantle con Maria Pia Ammirati Direttrice Rai Fiction, Donato Carrisi scrittore e regista, Nils Hartmann Direttore produzioni originali Sky Italia, Matteo Perale cofondatore Wiip.
Modera: Jacopo Chessa Direttore Veneto Film Commission
Cosa attrae oggi chi produce e distribuisce un contenuto audiovisivo. In un momento di grandi cambiamenti negli assetti televisivi internazionali, tra continue fusioni e nascite di canali SVOD (Service Video On Demand) e AVOD (Advertising Video On Demand), mentre le piattaforme si contendo contenuti e li rivalutano per restare al passo con le richieste del pubblico. Cosa rende un libro, una storia, una sceneggiatura interessante e la trasforma non solo in un film, TV serie, documentario che ha rilevanza a livello nazionale ma la fa produrre e distribuire in mercati internazionali. Alcuni dei più
influenti rappresentanti del mondo dell’Industria ne discutono assieme.
• Domenica 5 settembre 16.45
Presentazione della serie ‘Non mi lasciare’
A cura di: Rai Fiction, Veneto Film Commission
Intervengono: Maria Pia Ammirati Direttrice Rai Fiction, Vittoria Puccini attrice, Alessandro Roia attore, Mauro Mauri produttore Paypermoon, Ciro Visco regista, Luigi Bacialli presidente Veneto Film Commission.
Modera: Jacopo Chessa direttore Veneto Film Commission
Non mi lasciare è la nuova serie Rai in 4 serate coprodotta da Rai Fiction e PayperMoon Italia per la regia di Ciro Visco, che vede Vittoria Puccini nel ruolo di vicequestore Elena Zonin. Tra gli altri interpreti Alessandro Roia e Sarah Felberbaum. La serie è creata da Lonardo Fasoli e Maddalena Ravagli, già autori di serie di successo come Gomorra e Zero Zero Zero, che hanno firmato il soggetto e la sceneggiature insieme a Ivano Fachin, Giovanni Galassi e Tommasi Matano. Le riprese si sono svolte a Venezia e in Polesine con la collaborazione della Veneto Film Commission.
Sinossi
Elena Zonin è una poliziotta, vive a Roma dove si occupa di crimini informatici e in particolare di reati contro l’infanzia. Un caso la porterà a far ritorno a Venezia, sua città della giovinezza dove ritrova la sua migliore amica, Giulia sposata con Daniele suo grande amore e ora vicequestore di polizia con il quale lavorerà fianco a fianco. L’indagine li porterà tra le meraviglie di Venezia, le calli sconosciute, i palazzi antichi e la laguna. La caccia ai criminali li porterà anche in Polesine, tra le nebbie, alla scoperta di segreti nascosti per anni. Il presente e il passato si intrecciano mentre si prova a superare quello che è stato e guardare al futuro.
• Lunedì 6 settembre 10.00
Film(s)map
A cura di: Ass. Culturale FEMS du cinéma & Greener EU 2050
Intervengono: Gabriella Traviglia FEMS du cinéma realizzatrice di filMAP, Isabella Mavellia Greener EU realizzatrice di SMAP, Alessandro Devescovi realizzatore di filMAP
2 progetti paralleli e interconnessi filMAP e SMAP, Sustainable Maps, uniti:La prima mappa digitale, user generated content dei luoghi del cinema, a partire dalla città di Venezia e SMAP, SustainableMaps, una serie di mappe cartacee ecologiche e legate alla tradizione (ma anche all’innovazione) che affrontano lo stesso tema: gli itinerari cinematografici a Venezia. Pur avendo alla base lo stesso scopo: la valorizzazione del patrimonio culturale intangibile, i due gruppi di lavoro hanno sviluppato due strumenti molto diversi per un viaggio cinematografico digitale ed esperienziale, a Venezia.
• Mercoledì 8 settembre 11.00
Movie Making Experience
A cura di: Associazione di promozione sociale Futura Interdisciplinary View  Intervengono: Valentina Salvagno attrice, autrice e presidente di Futura Interdisciplinary View, Ylenia Politano giornalista, regista e presidente di “TIC” the inspiration Club, Francesco Centorame attore e docente di MME, Viviana Carlet fondatrice e direttrice di Lago Film Fest MME – Movie Making Experience è un corso di alta formazione dedicato all’arte del cortometraggio. Otto giornate fulltime in cui i partecipanti selezionati, raggruppati in team sulla base dei profili di competenza (regia, sceneggiatura, acting,)
realizzeranno un cortometraggio dalla fase di ideazione alla produzione. L’intera esperienza si svolgerà secondo la formula del con-corso, in cui le attività didattiche saranno affiancate da un contest interno tra i team partecipanti. I cortometraggi prodotti verranno proiettati e votati durante l’ultima serata di premiazioni ed infine proposti alle
commissioni selezionatrici dei partner di MME.I corsi teorici e pratici di acting, regia e sceneggiatura prevedono l’uso di strumentazione professionale e saranno impartiti da insegnanti e professionisti del mondo del teatro e del cinema.
L’intero corso si svolgerà presso la Fondazione Francesco Fabbri a Pieve di Soligo – TV-. MME è un’opportunità di studio, lavoro e networking con professionisti che darà modo ai partecipanti di vivere l’esperienza della “tribù del set”. È cambiato il rapporto tra esseri umani e ambiente? La pandemia ha accelerato la presa di coscienza di questo rapporto?
L’edizione 2021 del contest propone come tema “L’intimo e il margine” invitando i partecipanti ad indagare se e come è cambiato il modo di abitare e pensare lo spazio mentre le sfere d’azione individuali si restringono e assumono forme inedite. Lo spazio, l’ambiente, fuori e dentro di noi. L’intimo e il margine. Cosa ci manca? Di cosa ci sentiamo privati? Cosa abbiamo imparato ad apprezzare? L’emergenza ambientale che ci urla da anni in faccia, è stata colta con consapevolezza?
In un ambiente dove la natura predomina (Pieve di Soligo e dintorni – TV) racconteremo delle storie entrando in relazione con ciò che ci circonda.
• Mercoledì 8 settembre 12.00
Veneto Film Commission adotta il protocollo Green Film
A cura di: Veneto Film Commission
Intervengono: Jacopo Chessa Direttore Veneto Film Commission, Luca Ferrario Responsabile Trentino Film Commission, Riccardo Guolo Direttore Area Innovazione e Sviluppo Arpa Veneto
Modera: Luigi Bacialli Presidente Veneto Film Commission
Dal 2019 T-Green Film, sviluppato dalla Trentino Film Commission, si è evoluto in uno strumento utilizzabile anche in altri contesti territoriali diventando Green Film.
Uno strumento pensato per film fund, film commission, broadcaster o altre realtà che vogliono incoraggiare i produttori di film e serie TV a lavorare nel rispetto dell’ambiente. Tramite questo strumento i produttori vengono guidati nel lavorare in maniera maggiormente sostenibile. Un marchio che certifica la sostenibilità ambientale per le produzioni audiovisive. Un network di realtà che lavorano in maniera coordinata per implementare strategie e strumenti per un cinema sostenibile e per realizzare assieme attività di formazione. Le società di produzione che girano in Trentino, o nelle regioni italiane ed europee che lo riconoscono, un film o serie TV possono adottare il disciplinare Green Film che le guida verso un approccio più sostenibile alla loro attività. Le pratiche
elencate nel disciplinare agiscono per ottimizzare i consumi di corrente e l’utilizzo dei mezzi di trasporto, per gestire la scelta dei materiali, i momenti di ristorazione e i rifiuti e comunicare la sostenibilità. Un ente esterno, di norma l’Agenzia Provinciale o Regionale per la Protezione e Prevenzione dell’Ambiente, verificherà le fasi di lavorazione e il rispetto delle azioni. Se il film ottiene la certificazione il soggetto delegato (film commission) confermerà loro un contributo extra per premiare il rispetto dell’ambiente.
Dal 2021, la Veneto Film Commission ha deciso di adottare Green Film, protocollo riconosciuto anche dalla Regione del Veneto nell’assegnazione di punteggio per l’accesso al fondo di sostegno di produzione.
• Mercoledì 8 settembre 16.00
Studio Cinema International – Presentazione dei corsi di alta formazione cinematografica per: attori, registi e sceneggiatori – anno 2021-2022
A cura di: Studio Cinema International
Intervengono: Massimiliano Cardia presidente, Emanuela Morozzi direttori artistico.
Studio Cinema nasce nel 2009 a Roma dall’intraprendenza di Massimiliano Cardia, che ha voluto creare una realtà di studio “alternativa” alle scuole di Cinema e una realtà più dinamica in grado di offrire ai giovani attori, sceneggiatori e registi, la possibilità di accrescere le proprie capacità e apre la sua sede a Verona nel 2016 grazie alla collaborazione tra Massimiliano Cardia ed Emanuela Morozzi, regista e produttrice cinematografica. Uno dei grandi punti di forza dell’Accademia Studio Cinema è senza dubbio rappresentata dal parterre di docenti costruito dall’Accademia per permettere ai propri corsisti di imparare direttamente da alcuni dei più importanti rappresentanti del
mondo del cinema nazionale ed internazionale. Al termine del percorso di studio, infatti i corsisti avranno appreso le competenze indispensabili per affrontare con padronanza le diverse tecniche della recitazione, della sceneggiatura e della regia cinematografica.
Tra i grandi nomi che hanno collaborato con Studio Cinema ricordiamo: Ferzan Özpetek, Gabriele Muccino, Pupi Avati, Lina Wertmuller, Giuliana De Sio, Luca Ward, Giancarlo Giannini, Michele Placido, Ivano De Matteo, Laura Morante, Abel Ferrara, Michele Alhaique, Giancarlo Scarchilli, Cinzia Th Torrini, Alexis Sweet, Giorgio Albertazzi, Edoardo Leo, Susan Batson, Gianmarco Tognazzi, Federico Moccia, Anna Strasberg, Ricky Tognazzi, Casting Director Pino Pellegrino, Pino Insegno, Monica Scattini, Tony Sperandeo, Michela Forbicioni, Lindsay Kemp, Enrico Montesano, Daniele Costantini,
Daniele Pettinari, Francesco Pannofino, i truccatori Jeff Goodwin e Stefano Fava, la cantante Amii Stewart e il ballerino Andrè De La Roche.
• Giovedì 9 settembre 10.00
Premio Rodolfo Sonego: Presentazione delle sceneggiature finaliste
A cura di: Premio Rodolfo Sonego
Intervengono: Viviana Carlet, Carlo Migotto, direttori Lago Film Fest, Mary Stella Brugiati e Alessandro Bosi curatori, Martino Carradori project manager I dodici finalisti presenteranno le sceneggiature finaliste del Premio Sonego alla presenza dei direttori
artistici del Lago Film Fest. Gianluca Santoni, Paolo Stradaioli, Elena Traina, Giorgio Reclama, Cecilia Bardini, Marco Stampone, Davide Cescutti, Giacomo Della Rocca, Andrea Barcaccia, Giulia Campi, Alessandro Padovani, Ilaria Mavilla – sceneggiatori finalisti del concorso Il Premio Rodolfo Sonego è il concorso per sceneggiature di cortometraggi creato da Lago Film Fest e cresciuto con il supporto di Scuola Holden.
Con l’obiettivo di ricordare e onorare il lavoro di uno dei padri della commedia all’italiana, il concorso mira a ricreare quella realtà da bottega tanto cara a Sonego, dando ai giovani autori delle sceneggiature migliori la possibilità di crescere, confrontarsi e sviluppare un percorso formativo di perfezionamento, traduzione e presentazione della propria storia. Un concorso unico che offre la possibilità di mettersi alla prova e di partecipare a un’esperienza di condivisione e arricchimento per se stessi e le proprie storie, partendo dal Lago Film Fest e muovendo i primi passi nel settore audiovisivo. Gli autori e le autrici delle nove sceneggiature finaliste del concorso presentano le loro storie alla platea di produttori ospiti. La giuria del concorso proclamerà il vincitore e verrà annunciato il tema dell’edizione 2022.
• Giovedì 9 settembre 13.00
Dante, l’esilio e le ispirazioni in terra veneta
A cura di: Sky Italia e Indigo Stories
Intervengono: Francesca Scatto Presidente VI Commissione Cultura, Regione del Veneto, Elisa Cavinato Consigliere Regionale del Veneto, Membro della VI Commissione Cultura, Dino Vannini SeniorEditorial and Communications Manager Sky Arte, Mariaromana Casiraghi Editorial Manager Sky Arte,Sebastiano Facco Regista docu-film su Dante
Modera: Jacopo Chessa, Direttore Veneto Film Commission Gli ultimi vent’anni di Dante Alighieri sono stati segnati dalla fuga da Firenze, dalla condanna a morte e da continue peregrinazioni, ma anche dalla scrittura di una delle opere più famose al mondo. Tra le opere e i paesaggi che hanno ispirato la Divina Commedia c’è anche il Veneto, dove il poeta ha trascorso i primi anni del suo esilio e dove, recentemente, è stato ambientato parte del nuovo docu-film su Dante prodotto da Sky e Indigo Stories, prossimamente nelle sale italiane.
• Giovedì 9 settembre 14.30
Presentazione del libro – L’occhio che ascolta
A cura di: Casa Editrice Diastema in collaborazione con CINIT
Intervengono: Marco Bellano autore, Marco Fedalto autore, Mara Zia Diastema, Massimo Privitera direttore colonne sonore, Pivio Pischiutta Presidente Acmf – Associazione Compositori Music Per Film, Massimo Caminiti Presidente Cinit – Cineforum Italiano
Modera: Jacopo Chessa, Direttore Veneto Film Commission L’espressione “musica per film” ci è molto familiare: ciascuno di noi possiede un bagaglio di sensazioni ed emozioni legati ad essa. Più o meno, tutti sanno di cosa si tratti: è un grande repertorio di composizioni fatte per il cinema, destinate a commentare e integrare immagini e storie. Ed è quando musica e immagine diventano inseparabili che l’arte audiovisiva
raggiunge la sua più alta realizzazione. Il suono può cambiare profondamente la nostra percezione di un flusso di immagini in movimento; saper capire come, e perché, offre una straordinaria marcia in più!
• Giovedì 9 settembre 16.30
Digital Investigation
A cura di: Sugarpulp
Intervengono: Lisa Marra editrice, Carlo Callegari scrittore, Riccardo De Paolo giornalista e scrittore, Nicola Bruno CEO site By site Modera: Silvia Gorgi giornalista e scrittrice
La Ling Gao Gang e Il doppio volto dell’inganno, rispettivamente di Carlo Callegari e di Riccardo De Paolo, sono i due romanzi che hanno inaugurato Digital Investigation, la prima collana editoriale prodotta da un’agenzia di comunicazione. Un progetto tutto made in Veneto capace di unire inclusione, cultura, letteratura, innovazione e comunicazione, e che si è aggiudicato ben tre riconoscimenti ai Mediastars 2021.
Giovedì 9 settembre 17.15
SugarCON 2011-2021
A cura di: Sugarpulp
Intervengono: Matteo Strukul Direttore artistico Sugarpulp, Andrea Colasio Assessore alla Cultura del Comune di Padova, Ilaria Tuti scrittrice.
Modera: Giacomo Brunoro Sugarpulp e membro Cda Veneto Film Commission
10 anni di Sugarpulp tra libri, film, fumetti, serie tv e videogames. Presentazione della Sugarpulp Convention 2021 nell’anno del decennale della prima storica edizione.
• Venerdì 10 settembre 10.00
Ri-prese memory keepers: progetto impegnato nella tutela e valorizzazione delle memorie audiovisive private del territorio veneziano. A cura di: Ri-prese
Intervengono: Giuseppe Ferrari e Nicoletta Traversa fondatori e responsabili digitalizzazione di Riprese memory keepers Ri-prese memory keepers è un progetto veneziano dedicato alla salvaguardia, digitalizzazione, valorizzazione di memorie audiovisive private, come i filmini di famiglia (home movies), registrati durante tutto il ‘900 da operatori non professionisti su pellicole come il super8 e su nastri magnetici come il vhs; o come gli archivi cinematografici d’impresa, in cui si racconta l’evoluzione storica di un’azienda. Questi materiali rappresentano una vera e propria eredità culturale: memorie autentiche di storie collettive. Nicoletta Traversa e Giuseppe Ferrari, fondatori del progetto, racconteranno le origini e le mission che muovono Ri-prese lungo le traiettorie della sostenibilità, dell’innovazione sociale, della tutela dell’heritage territoriale. Verranno mostrate le attività più recenti, gli effetti delle collaborazioni con la realtà universitaria, con le produzioni culturali e cinematografiche, con le istituzioni territoriali, e saranno anticipati i progetti per il futuro, tra cui la costituzione come startup innovativa-impresa sociale e la campagna di raccolta prevista per il 2022.
• Venerdì 10 settembre 12.00
Kplus Film: Ieri, oggi e domani
A cura di: K+ Srl
Intervengono: Valentina Zanella Creative Director,Nicola Fedrigoni Executive Producer, Francesca Moino Delegate Producer
Presentazione, produzioni e progetti della casa di produzione veronese che, dopo il successo di critica e di pubblico ottenuto con il film Finché c’è prosecco c’è speranza (2017) e con Si muore solo da vivi (2019), oggi al cinema con il Docufilm  Disco Ruin. Attualmente impegnata nella produzione di una docu-series per Sky Arte, nella preparazione del film per il Cinema Acqua e Anice e nella presentazione ai festival del cortometraggio Dove finiscono i mandarini. K+, membro di EPC (European Producer Club), da quest’anno si è arricchita anche della collaborazione di Francesca Moino (Delegate Producer), per le co-produzioni internazionali e sta sviluppando nuovi film per il cinema che saranno presentati ufficialmente durante la Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.
• Venerdì 10 settembre 17.15
Euganea Film Tour
A cura di: Euganea Movie Movement
Intervengono: Marco Trevisan presidente Euganea Movie Movement, Giulia Lavarone
rappresentante gruppo Cinelands, Docente di cinema presso l’Università degli Studi di Padova e membro del Cda della Veneto Film Commission, Farah Polato rappresentante gruppo Cinelands, Docente di cinema presso l’Università degli Studi di Padova
Euganea Film Tour è lo sviluppo di un percorso che ha visto impegnate la Regione del Veneto, l’OGD Terme e Colli, l’Università degli Studi di Padova, ETIFOR, il Comune di Monselice e le organizzazioni del territorio euganeo con l’obiettivo di creare nuovi prodotti ed esperienze turistiche a Padova e sui Colli Euganei, sviluppando alcuni filoni tematici come quello del turismo cinematografico. Euganea Film Tour nasce dal progetto Cult-CreaTE, finanziato dal Programma di Cooperazione Interregionale Interreg Europe 2014-2020 che mira a rafforzare la sinergia tra il sistema turistico e le imprese culturali-creative presenti nel Veneto e nelle altre regioni coinvolte, ed è a cura di Euganea Movie Movement con il patrocinio della Veneto Film Commission. Il risultato del progetto è la creazione di quattro percorsi cineturistici che si sviluppano tra le bellezze naturali e artistiche del Parco Regionale dei Colli Euganei. Il percorso per lo sviluppo del progetto parte da Monselice che diventerà la “capitale cine turistica” dei Colli Euganei, utilizzando gli spazi di Villa Pisani come riferimento per le informazioni turistiche, punto di partenza dei percorsi cine turistici e spazio dedicato all’approfondimento dei film e delle serie Tv girate nel nostro territorio. Il lavoro di mappatura e di raccolta dei dati riguardanti il cinema è stato svolto in collaborazione con Giulia Lavarone e Farah Polato, docenti presso l’Università degli Studi di Padova e rappresentanti del gruppo Cinelands, e la ricercatrice Laura Cesaro, impegnate nell’approfondimento e nello studio della relazione tra cinema e turismo. A questo è seguita la creazione degli itinerari di durate e difficoltà diverse, da percorrere in bicicletta o in macchina. Gli itinerari sono disponibili sulla web app euganeafilmtour.it, uno strumento agile e adatto alla fruizione dei contenutidel progetto. All’interno della web app è presente una mappa interattiva per mostrare le tappe del tour e sono disponibili a tutti una serie di approfondimenti cinematografici relativi ai film che sono stati girati sui Colli Euganei con immagini e video riguardanti le scene e le location utilizzate per le riprese. Per ogni film e serie tv sono presenti i trailer, le sinossi, i dati tecnici e un approfondimento chiamato “relazione con il territorio” che contestualizza l’opera filmica con i luoghi turistici dei Colli. Nel rispetto delle norme di sicurezza legate all’emergenza epidemiologica da Covid-19, in osservanza alla necessità di contenimento del rischio di contagio e di distanziamento sociale, si precisa che
l’ingresso alle aree della Mostra sarà autorizzato esibendo green pass, tampone molecolare o rapido negativo nelle 48 ore precedenti o certificato di avvenuta guarigione dal Covid nei sei mesi precedenti. Informazioni specifiche sono accessibili nel sito di Biennale al https://www.labiennale.org/it/news/il-programma-delle-proiezioni-alla-78-mostra. L’’accesso presso lo Spazio Regione del Veneto – Veneto Film Commission, avverrà secondo disponibilità dei posti, l’ingresso all’Hotel avviene esclusivamente dal lato ‘strada’ (L.mare G.Marconi nelle immediate adiacenze dei totem che segnalano lo spazio della Regione del Veneto) presso la cosiddetta porta ‘delle Sfingi’. Si ricorda l’obbligo della mascherina all’interno.
Per info: info@venetofilmcommission.com