VINCENZO SPADAFORA
Vincenzo Spadafora

VINCENZO SPADAFORA A SKY TG24

 

MARATONA DIGITALE ‘QUALE FUTURO’ / LE IDEE NATE QUI SARANNO INSERITE NELL’AGENDA DI GOVERNO

Milano, 13 giugno 2020 – “Mi sembra proprio di sì, lo ha detto anche in qualche modo il Presidente della Repubblica dando un messaggio straordinario a tutti i ragazzi e dicendo che questa maratona web la considera in qualche modo uno degli appuntamenti importanti per ricostruire il Paese. Sono certo che le idee che verranno fuori saranno anche inserite nell’agenda di Governo dei prossimi anni”. Lo ha detto a Sky TG24 il ministro per le Politiche giovanili e Sport Vincenzo Spadafora rispondendo a una domanda se la fase 3 partirà dai temi dei giovani, dello sport e del futuro, protagonisti della maratona digitale ‘Quale Futuro’

DOPO L’ESTATE ‘FERMENTI’, CANTIERI DI INIZIATIVE SOCIALI, CULTURALI E IMPRENDITORIALI DEI GIOVANI

“Anche durante l’emergenza sanitaria abbiamo continuato a portare avanti un progetto che si chiama ‘Fermenti’ che ha consentito di finanziare delle idee e dei progetti per i giovani. Apriremo questi cantieri, che non sono opere pubbliche, ma sono cantieri di iniziative sociali, culturali e anche imprenditoriali dei giovani che partiranno subito dopo l’estate. Questa è una prima cosa molto importante, però pensiamo anche all’impegno che stiamo incentivando sul servizio civile universale, migliaia di ragazzi che non si sono fermati neanche durante il lockdown e adesso riprenderanno ancora con maggiore vigore la loro attività”. Così a Sky TG24 il ministro per le Politiche giovanili e Sport Vincenzo Spadafora .

SERVE PIANO STREGICO PER LAVORO GIOVANILE, STATI GENERALI VANNO IN QUESTA DIREZIONE

“Il primo tema emerso anche nel periodo del Coronavirus è sempre quello del lavoro, cioè di dare tutte le opportunità ai nostri ragazzi, anche rispetto agli altri Paesi europei, di poter risalire la classifica degli occupati, cosa che oggi è ancora molto problematica. Questo lo dobbiamo fare con un piano strategico che coinvolga il mondo imprenditoriale e le aziende e credo che l’idea degli stati generali avuta dal presidente Conte vada proprio in questa direzione”. Lo ha detto a Sky TG24 il ministro per le Politiche giovanili e Sport Vincenzo Spadafora.

SPORT AMATORIALE E DI CONTATTO ANCORA FERMI CON DISTANZIAMENTO

Sulla ripartenza dello sport “siamo a un punto importante, perché ormai gli allenamenti degli sport individuali e di squadra sono ripresi e riprenderanno anche alcune altre competizioni ritenute di particolare interesse dalle federazioni, ieri è finalmente ripartito il Calcio con la Coppa Italia. Resta un punto ancora molto importante che è quello dello sport amatoriale e soprattutto degli sport di contatto. Purtroppo il Consiglio dei Ministri, anche ascoltando il ministro della Salute Speranza, non ha ritenuto di poter autorizzare la ripresa delle partite di calcetto, piuttosto che di qualunque altro sport di contatto, perché in questo momento le uniche due regole che dobbiamo ancora osservare sono quella del distanziamento e quella della mascherina. Fino a quando non verrà meno questa esigenza anche gli sport di contatto, purtroppo, dovranno bloccarsi”. Lo ha detto a Sky TG24 il ministro per le Politiche giovanili e Sport Vincenzo Spadafora.

RIPARTENZA CALCIO/ IERI HA FUNZIONATO BENE, SPERO CHE PROTOCOLLI DIANO LE GARANZIE NECESSARIE

“Ieri sera ha funzionato tutto bene, però ci siamo arrivati con un percorso molto complicato e difficile perché noi abbiamo sempre ricordato che lo sport non è soltanto il Calcio e che il Calcio non è soltanto la Serie A. Adesso è andato tutto bene, siamo solo agli inizi e speriamo che i protocolli stabiliti possano dare tutte le garanzie necessarie”. Così a Sky TG24 il ministro per le Politiche giovanili e Sport Vincenzo Spadafora parlando della ripartenza del Calcio con la prima partita di ieri sera.

PER SOCIETÀ E ASSOCIAZIONI DILETTANTISTICHE ACCESSO A FONDO PERDUTO

PER I LAVORATORI SPORTIVI RINNOVATA INDENNITÀ ANCHE PER GIUGNO

“Da lunedì sul sito del Ministero dello Sport avvieremo una possibilità per tutte le associazioni e sportive dilettantistiche e le società sportive dilettantistiche di accedere a un fondo perduto. Dobbiamo aiutare tutte quelle realtà che, a causa dell’emergenza Coronavirus, sono state costrette a rimanere chiuse. Non dimentichiamo anche che abbiamo dato l’indennità di 600 euro a tutti i lavoratori sportivi e per quei lavoratori che saranno costretti a rimanere fermi anche nel mese di giugno prorogheremo l’indennità”.  Lo ha detto a Sky TG24 il ministro per le Politiche giovanili e Sport Vincenzo Spadafora.