Parmigiano Reggiano Logo

 LA DOP PARMIGIANO REGGIANO  SI SPOSA

55 VINITALY 2023

CON GRANDI VINI ITALIANI, BIRRE E DISTILLATI NAZIONALI
E INTERNAZIONALI 

14 degustazioni esaltano la versatilità del prodotto. L’appuntamento è allo stand B-31 a Sol&Agrifood e al Padiglione Emilia-Romagna

Il Consorzio Parmigiano Reggiano partecipa a Sol&Agrifood – Salone Internazionale dell’Agroalimentare di Qualità (stand B-31), e a Vinitaly 2023 (Hall 1 Emilia-Romagna A12), entrambi in programma a Verona Fiere dal 2 al 5 aprile. La Dop più amata e più premiata al mondo sarà proposta nelle sue varie sfumature di versatilità, con 14 degustazioni in abbinamento ai grandi vini italiani, alle birre e ai distillati nazionali e internazionali quali grappa trentina e whisky scozzese.

I pairing vanno dal Franciacorta al Lambrusco, dai vini dei colli Parmensi a quelli siciliani e trentini, in collaborazione con prestigiose realtà, quali Associazione Nazionale Le Donne del Vino Emilia-Romagna, Cantine Intorcia, Consorzio Tutela del Franciacorta, Consorzio Tutela Lambrusco, Consorzio Vini del Trentino, Consorzio Volontario Tutela Vini Dop Colli di Parma. Si arriva anche ad abbinamenti inusuali, quali quello tra diverse stagionature della Dop con una selezione di scotch whisky d’eccellenza, in collaborazione con Scottish Development International, l’agenzia ufficiale del Governo scozzese che promuove i rapporti commerciali tra la Scozia e i mercati esteri, e quello con le grappe trentine, in collaborazione con Istituto Tutela Grappa del Trentino.

Il Parmigiano Reggiano è un prodotto rivoluzionario: ha radici antichissime, con quasi 1000 anni di storia, ma sfaccettature fortemente moderne, quali la naturalità (solo tre ingredienti – latte, sale e caglio, cura artigianale, assenza di additivi e conservanti, naturalmente privo di lattosio), la biodiversità delle sue diverse stagionature e dei prodotti certificati (dal prodotto di Montagna, al Kosher, l’Halal e il Biologico) e l’estrema versatilità, che gli consentono non solo di conferire carattere ai grandi piatti, ma anche di abbinarsi con disinvoltura a grandi vini, birre e distillati. Per la sua complessità di aromi e struttura, la Dop è dunque il partner ideale sia per un calice da aperitivo, sia per abbinamenti più arditi. Le degustazioni di Parmigiano Reggiano torneranno dal 26 al 28 maggio 2023 in occasione dell’Aperitivo Festival di Milano.

Nicola Bertinelli
Nicola Bertinelli

«Il Parmigiano Reggiano è un prodotto unico», ha dichiarato Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio. «C’è un Parmigiano Reggiano per tutti i gusti: la biodiversità delle razze bovine, le stagionature – dai 12 agli oltre 48 mesi! – e i prodotti “certificati” offrono gusti, sapori, sfumature ed emozioni estremamente variegate. È tutto questo a renderlo diverso dagli altri formaggi e a far sì che non sia solo un prodotto di estrema versatilità e distintività, ma un simbolo del Made in Italy in grado di conferire un tocco di carattere unico ai piatti, di figurare nei menù dei migliori chef del mondo e, al contempo, di abbinarsi con disinvoltura a vini, birre e distillati. Non è solo un pezzo di formaggio: è un’icona del nostro stile di vita, amata dai consumatori in Italia e all’estero».

Articolo precedenteThe Good Burger. A Roma primo flagship store
Articolo successivoChe Tempo Che fa. Domenica 2 aprile 2023 “Ospiti”