bio ita 2016
Bio Ita 2016

BIO VAL VENOSTA, eccellenza melicola al SANA 2017.

Eberhöfer: “Meno prodotto rispetto al 2016”

 

Da venerdì 8 a lunedì 11 settembre 2017 il quartiere fieristico di Bologna ospita la 29ma edizione di SANA, il Salone Internazionale del Biologico e del Naturale. Alla manifestazione più importante del mercato dell’alimentazione biologica non poteva mancare Bio Val Venosta, marchio d’eccellenza del comparto melicolo biologico italiano.bio valVenosta 60x40x10 gala

Il Sana è sempre una fantastica occasione che cogliamo con piacere – spiega Gerhard Eberhöfer, responsabile delle vendite area Bio Val Venosta – “Bio Val Venosta si afferma come leader in Europa tra i produttori di mele biologiche e la nostra partecipazione in Fiera è fondamentale. L’obiettivo primario é comunicare ai nostri clientiche, oltre a mele biologiche d’eccellenza, produciamo ortaggi bio come insalata, cavolfiori, patate, e tanti altri prodotti, tutti rigorosamente biologici e venduti solo in Italia. Il biologico è un trend in forte espansione con conseguenti aumenti di richieste anche alla produzione: i nostri areali produttivi sono cresciuti nel 2017 dell’8%, passando da 500 ettari del 2016 ai 540 coltivati quest’anno. Si prevede un ulteriore aumento del 20% nel 2018 e si reputa che nel 2019 saranno un totale di 800 ettari di biologico in Val Venosta. Bio Val Venosta continua ogni anno a crescere insieme ai suoi clienti con nuovi mercati, in Italia, all’estero e fuori dall’Europa”.

Panorama Val Venosta

Per quanto riguarda la raccolta – prosegue Eberhöfer – le prime stime indicano un leggero calo rispetto al 2016, a causa delle gelate primaverili e della grandine estiva. In Europa manca circa il 25% di prodotto bio rispetto allo scorso anno, mentre Mela Bio Val Venosta stima appunto una riduzione fortunatamente non così drammatica. Sicuramente quest’anno la disponibilità sarà limitata e non saremo in grado di fornire il mercato estero con continuità per tutti 12 mesi; è ancora presto per quantificare il calo esatto ma siamo molto fiduciosi ed ottimisti per la nuova campagna. Possiamo comunque tranquillizzare i nostri clienti sul fatto che la qualità intrinseca è eccellente e l’aspetto delle mele di prima qualità è perfetto, inoltre ci saranno circa 100 ettari per la seconda scelta con qualche difetto estetico, sempre a causa della grandine”.

Responsabile vendite BIO Gerhard Eberhofer

Le vendite sono iniziate in questi giorni,” – continua Eberhöfer – “e i consumatori ci stanno aspettando con grande attesa perché, come tutti i player, manchiamo nei punti vendita da metà del giugno scorso: il consumatore italiano punta molto sul prodotto bio di provenienza italiana e noi ci teniamo particolarmente a fornire una mela dalle qualità organolettiche eccellenti.” “Bio Val Venosta è in grado di garantire ai propri clienti uno standard unico in termini di rintracciabilità, certezza della provenienza e sicurezza, – puntualizza con orgoglio Eberhöfer – e a sostegno di questi valori nel 2015 è nato il Progetto BioGraphy: un modo semplice e veloce per scoprire i segreti del biologico Val Venosta. Collegandosi al sito biography.vip.coop ed inserendo nella homepage il nome e cognome del contadino presente sulle etichette delle confezioni, si può infatti risalire alla zona di provenienza e “vedere” di persona dove e da chi il frutto è stato coltivato.”

Gerhard Eberhöfer- responsabile delle vendite area Bio Val Venosta

Siamo molto soddisfatti di questo progetto,” – conclude Eberhöfer – “è una case history di successo, con i nostri contadini come protagonisti che descrivono con passione e orgoglio il lavoro quotidiano nei meleti.

Raccontare ogni aspetto della produzione biologica grazie alla testimonianza diretta dei produttori piace sempre molto ai nostri clienti e il nostro intento è quello di continuare ad implementare questo straordinario progetto.”