fa bene fa male - GARATTINI 2013
Fa Bene Fa Male Garattini 2013

I farmaci possono garantire benefici quando vengono utilizzati in modo appropriato, ma sono sempre portatori anche di un certo carico di tossicità. Valutare il rapporto benefici-rischi è un’indispensabile funzione del medico, che va condivisa con l’ammalato”.

Prof. Silvio Garattini

Domenica 26 maggio alle ore 20.45 inizierà l’incontro-presentazione con il prof. Silvio Garattini, il massimo esperto nazionale di farmaci e terapie mediche, per affrontare con il pubblico le questioni più importanti e controverse per la nostra salute. Il secondo appuntamento del ciclo culturale Incontri senza Tossine, organizzato dalla libreria la Bassanese e l’omonima associazione culturale, con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto,  sarà una serata per rispondere alle centinaia di domande che cittadini e pazienti si pongono sul tema della salute e del nostro benessere. I vaccini possono essere nocivi? I farmaci generici assicurano lo stesso effetto dei farmaci di marca? E’ davvero necessaria la sperimentazione sugli animali? L`omeopatia funziona? Dov’è realmente arrivata la ricerca medica? Fino a dove sono reali e possibilistiche le cure con le staminali? Il tumore è un male curabile?

Medico e docente in Chemioterapia e Farmacologia, fondatore e direttore dell`Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, il prof. Garattini viene chiamato continuamente da giornali e tv a rispondere alle domande più ricorrenti e controverse su salute, farmaci, nuove cure. Autore di centinaia di lavori scientifici e membro di molti organismi nazionali e internazionali. Il ministero della Salute l`ha nominato Presidente del Comitato scientifico del Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie.

Durante la serata presenteremo il suo lavoro di anni di ricerca che si è sintetizzato in un libro scritto con un linguaggio per tutti  “Fa bene o fa male?“ edito da pochi giorni da Sperling & Kupfer. Ecco alcuni dei temi contenuti e di quelli con cui ci confronteremo con il prof. Garattini: vaccini, ansiolitici, antidepressivi, droghe e alcol, terapie antitumorali, il fumo, la sigaretta elettronica, gli antibiotici, le malattie rare, farmaci di marca ed equivalenti, farmaci inutili, il bugiardino dei farmaci, gli studi scientifici e i conflitti di interesse, omeopatia e medicine alternative, le nuove malattie, integratori, le bibite zuccherate, farmaci online, gli OGM, prodotti biologici, la ricerca e le nuove terapie.

Ecco alcune notizie contenute nel libro Fa bene o fa male e dalle quali partiremo per alcuni approfondimenti:

Silvio GarattiniAspirina e tumori: “una serie di ricerche condotte dall’Istituto Negri dal 1997 e riassunte nel 2006 avevano rimarcato che l’aspirina ( dal costo esiguo n.d.r.) può  in maniera consistente e significativa, rappresentare uno scudo preventivo nei confronti di alcuni tumori”.

Farmaci e osteoporosi:  “aziende farmaceutiche, camici bianchi, società scientifiche hanno instaurato una strana alleanza per aumentare i consumi dei farmaci per l’osteoporosi” ( soprattutto alle donne in menopausa). Una ricerca parla chiaro in merito: “la cura farmacologica antiosteoporotica protratta per un quinquennio o più, finisce per incrementare di quasi tre volte il rischio di subire una frattura anomala al femore”.

Gli ansiolitici: In Italia i consumi delle benzodiazepine, i famosi farmaci ansiolitici prevalentemente utilizzati per dormire, raggiungono cifre da capogiro, circa 11 miliardi e 600 milioni di dosi l’anno! Le benzodiazepine non sono così innocenti… in uno studio condotto in Francia è emerso che “ in chi aveva cominciato nel tempo a far uso di benzodiazepine, il rischio di andare incontro a un deterioramento mentale cresceva quasi del 50%”.

Vitamine e farmaci anti-vecchiaia: il prof. Garattini sconsiglia di prendere quella valanga di vitamine che ci propinano medici e farmacisti: “elevati dosi di vitamina C per contrastare le malattie da raffreddamento possono danneggiare la funzione renale, mentre la vitamina A ad alti dosaggi può risultare cancerogena”. Nessuno studio scientifico ha trovato meriti particolari per l’assunzione massiccia di vitamina E ( anti-radicali liberi/ antiossidante) che in questi anni è stata pubblicizzata come anti-vecchiaia.

Introduce e modera la serata il giornalista Alessandro Tich, direttore di Bassanonet e InForma Salute Veneto.

L’incontro si svolge nella sala presentazioni della libreria La Bassanese, in Largo Corona d’Italia 41 in centro a Bassano del Grappa. Ingresso privilegiato ai possessori della tessera, per chi ne è sprovvisto

info 0424 521230 o nel sito www.labassanese.com.

VIDEO Garattini - Bassanese

Event trailer e intervista anteprima: CLICCA QUI

 http://www.youtube.com/watch?v=IzxpZFoA0zk