24orenews Web E Magazine

 

RITMI E DANZE DAL MONDO 2011

 OSPITI INTERNAZIONALI

 GIAVERA DEL MONTELLO (TV)

 

  

GIAVERA del MONTELLO: Dagli attori Natalino Balasso e Lucia Vasini al cantautore Carlo Muratori, impegnati nella serata spettacolo di sabato 11 “L’Italia che non so: cartoline d’autore da un paese s-conosciuto”, fino alla giornalista Loretta Napoleoni, che domenica 12 presenterà in anteprima il suo prossimo libro, Abderrazak Sayadi e Barbara De Poli.  Ma tutto inizia a tavola, venerdì 10 “Cibi d’Italia, sapori di mondo” con Slow Food.

 

Natalino Balasso, Lucia Vasini, Carlo Muratori, Loretta Napoleoni, Abderrazak Sayadi, Barbara De Poli: sono solo alcuni dei protagonisti della XVI edizione di Ritmi e danze dal mondo 2011, la festa multiculturale più partecipata d’Italia che torna, dal 9 al 12 giugno, a Giavera del Montello (TV). Possibile grazie alla collaborazione di circa 450 volontari e 40 associazioni di italiani e di stranieri, nonché al sostegno del Comune di Giavera del Montello, che quest’anno offre una Villa Wassermann (location della manifestazione per il terzo anno assieme a via della Vittoria) completamente ristrutturata e molto più accogliente, “Ritmi e danze dal mondo” conta su un programma davvero ricco e capace di spaziare dal divertimento alla riflessione culturale.

 

 

VENERDI’ 10 GIUGNO 2011. Cena a ritmo lento, o meglio, a ritmo delle sonorità e delle melodie del paese di provenienza del piatto che si sta gustando: è questa l’idea per la Cena Slow Food “Cibi d’Italia, sapori di mondo”, che, ideata da Slow Food della provincia di Treviso con la collaborazione di Ritmi e danze dal mondo, verrà preparata dagli chef Anna Guadagnin della “Locanda Solagna” (Vas – BL) e Galdino Zara dell’osteria “Da Paeto” (Pianiga – VE). Si svolgerà nella tensostruttura del parco. Partecipazione su prenotazione, 25 euro adulti, 5 euro bimbi sotto gli 11 anni. Il ricavato della serata è destinato al sostegno del progetto di Terra Madre “1000 orti in Africa”, che ha l’obiettivo di rilanciare il lavoro della terra, nel pieno rispetto e nella valorizzazione di colture e culture del luogo. Contemporaneamente, nel parco e all’interno di Villa Wassermann, musica, arte e laboratori ad ingresso libero.

 

 

SABATO 11 GIUGNO 2011. La festa aprirà i battenti alle 16, con arte e artigianato, musiche, laboratori, spettacoli, presentazioni di libri, ma l’appuntamento più atteso è certamente quello delle 21: sarà una serata ricca di sorprese, come già anticipa il titolo, “L’Italia che non so: cartoline d’autore da un paese s-conosciuto”. Sul palco del teatrotenda allestito nel parco di Villa Wassermann si alterneranno Natalino Balasso, comico e amico storico della manifestazione (che alle 18,00 presenterà il suo nuovo libro, Il figlio rubato), Lucia Vasini, ecclettica attrice teatrale e cinematografica, e Carlo Muratori, cantautore siciliano e autore di celebri colonne sonore, per “comporre” uno spettacolo che sarà mix di teatro, musica e ironia. Ingresso 12 euro, bambini fino agli 11 anni gratis.  Lo spettacolo andrà successivamente in onda su Telechiara il 26 giugno alle 21. A seguire, alle 23, i dervisci rotanti si esibiranno in danze Sufi, e, successivamente, Trimble Trumble World – jam session di Ritmi e danze dal mondo.

 

 

DOMENICA 12 GIUGNO 2011. Alle 10,30 nel teatro tenda di Villa Wassermann momento di riflessione sull’attualità di questi mesi con “Mediterraneo: esperienze, idee, speranze”, dibattito durante il quale si incontreranno punti di vista differenti. Ospiti Loretta Napoleoni, economista che presenterà in anteprima il suo prossimo libro “Il contagio. Perché il mondo arabo ci insegnerà la democrazia” (in uscita a settembre 2011), Barbara De Poli, dell’Università di Venezia, Abderrazak Sayadi, dell’Università di Tunisi, e il cantautore palermitano Carlo Muratori. Aprirà il confronto una testimonianza dei profughi dalla Libia accolti presso la Caritas Tarvisina. Alle 13, quindi, break con specialità multietniche e dalle 15 l’immancabile sfilata delle associazioni organizzatrici in costume tradizionale, balli e canti dal Marocco, Afghanistan, Senegal, Tunisia, Argentina e Macedonia, teatro di strada per i bambini e laboratori per tutti. E ancora, dalle 17 dibattiti e presentazione di libri ne “La piazzetta degli scrittori” e letture ed emozioni ne “La corte dei libri parlanti”. Dopo l’imperdibile assaggio di specialità d’altrove nelle cucine dal mondo, si saluterà la festa con i ritmi travolgenti balcanici della Mije Bondzulica Orkestar, le percussioni del Senegal, i balli di gruppo algerini degli Imnayen de Ghardaia.  L’ingresso alla festa è libero e gratuito (animali ammessi nel rispetto delle regole dell’organizzazione); a pagamento la cena Slow Food “Cibi d’Italia, sapori del mondo” del 10 giugno e la serata spettacolo “L’Italia che non so: cartoline d’autore da un paese s-conosciuto” dell’11 giugno.

 

 

La festa multiculturale Ritmi e danze dal mondo di Giavera del Montello (Treviso),  manifestazione multiculturale che riunisce associazioni di immigrati e associazioni italiane, oltre a numerose realtà del non profit, richiamando ogni anno grande attenzione e migliaia di visitatori, quest’anno si svolgerà da venerdì 10 a domenica 12 giugno, sempre nel parco di Villa Wassermann e lungo via della Vittoria nella storica location di Giavera del Montello (Treviso). Gli orari (indicativi) delle giornate saranno i seguenti: giovedì mattino con le classi delle elementari già contattate sul territorio, il venerdì dalle 20.00, il sabato dalle 16.00 e la domenica dalle 10.30 fino a sera.

 

Nata informalmente nel 1995 come una delle attività della casa di accoglienza per immigrati di Giavera del Montello, gestita allora dalla Caritas diocesana di Treviso, la festa per anni è stata organizzata da un coordinamento di associazioni italiane e straniere attive nel campo dell’integrazione.  Il primo anno, riuniti per divertirsi assieme ascoltando musica e danzando, i partecipanti alla manifestazione erano trecento. Poi, anno dopo anno sono cresciuti il numero delle associazioni organizzatrici e quello dei visitatori che nell’ultima edizione, quella 2010, sono stati oltre 25 mila. 


Nonostante il grande sviluppo, la festa ha ancora il sapore dell’incontro spontaneo, del luogo in cui si può ritrovare l’amico nel cortile davanti a casa. Nel 2005, anche per permettere un’adeguata gestione della festa cresciuta negli anni per dimensione e attività, si è costituita l’associazione Ritmi e danze dal mondo composta da cittadini italiani e stranieri che partecipano a titolo personale o in rappresentanza delle loro associazioni. Lo scopo è quello di agevolare l’incontro tra persone e gruppi con percorsi culturali diversi, promuovendone le specificità: per realizzare ciò, vengono organizzati eventi culturali capaci di esprimere la complessità e insieme quanto di buono nasce dal fenomeno migratorio.  Oggi le associazioni che collaborano all’organizzazione e al buon andamento della festa sono oltre 40, i volontari circa 450.


Tra le proposte artistiche degli ultimi anni ricordiamo: lo spettacolo dei Milon Mela dall’India, i Taraf Metropulitania dalla Romania, gli Asteria dalla Puglia, gli Encantalata dal Brasile, le Fille Folles funambole dalla Svizzera, il trio acrobatico Mimre dalla Gran Bretagna, il gruppo musiche e danze folkloristiche ‘Abrasevic’ da Belgrado, Joshi Tomo incantatore di serpenti e mangiafuoco austriaco, i comici acrobati Mapo, l’illusionista e mimo iraniano Saeed Fekri, e poi gli spettacoli con Marco Paolini, Natalino Balasso, Massimo Cirri, Gian Antonio Stella e G. Bertelli, il concerto di Youssou N’Dour. dell’Orchestra di Piazza Vittorio e degli Urs Karpatz, solo per citarne alcuni.

Per informazioni e prenotazioni:

, email info@ritmiedanzedalmondo.it

www.ritmiedanzedalmondo.it

 

 

 

Ufficio stampa “Ritmi e danze dal mondo”

Koiné Comunicazione – Ilaria Tonetto

Tel. 0422 460836 –

koine@koinecomunicazione.it