24orenews Web E Magazine


Torna in Italia uno degli artisti reggae più importanti al mondo: l’italianissimo, ma jamaicano d’adozione, Alborosie.

Sarà a Milano il 29 Aprile e a Roma il 30 Aprile 2011, per presentare il nuovo e atteso disco, nei negozi tra poche settimane.

Alborosie si trasferisce nel 1999 a Kingston. Dopo i primi tempi di durissima gavetta, si inserisce in maniera totalizzante nel tessuto musicale jamaicano. Ad oggi viene venerato come uno dei maggiori artisti dell’isola (e non solo), grazie soprattutto a due singoli “bomba” che lo hanno portato a scalare i vertici delle classifiche nazionali e internazionali con due hit come ”Kingston Town” e soprattutto “Herbalist”

In seguito ha pubblicato “Escape from Babylon” dove mette in luce la sua devozione per i nomi dell’età d’oro del reggae (Black Uhuru, Burning Spear, Steel Pulse fino ad arrivare a Bob Marley), fondendola con un tocco dei più moderni ritmi roots e dancehall.

Nel 2010 ha dato alle stampa “Dub clash“, un omaggio al filone della dub music e al genio della produzione King Tubby.

A breve uscira il suo terzo LP, composto da 17 tracce in cui figurano collaborazioni importanti del panorama reggae mondiale, e dove il cantante di origine siciliana si cimenta con la lingua spagnola nella traccia “La revolution“.

Alborosie ritorna per 2 uniche date (prodotte da High Grade) in patria (in attesa del più corposo tour estivo), con il suo energico live che lo vede on stage con l’inseparabile Shengen Clan Band, forte di un successo planetario e dell’hyping frutto della sua collaborazione con Caparezza per il singolo “Legalize the Premier”, tratto dal disco “Sogno eretico”