Nuova Audi A8 2022

Luca MediciA cura di Luca Medici
luca@my-home.biz

Le Audi negli ultimi anni sono evolute notevolmente nell’utilizzo di “elettronica intelligente” e questa top di gamma non è restata a guardare. L’abito da sera è stato ritoccato e resta sempre elegante, raffinato e con poca inclinazione alla stravaganza. Ben venga ovviamente, visto che negli ultimi tempi le concorrenti Mercedes Classe S e BMW Serie 7 hanno proposto delle carrozzerie al limite, caratterizzando certi concetti estetici al confine con il brutto design. In questa Audi A8 invece il design della carrozzeria risulta sempre pulito e con dettagli curati, mi dispiace solo che anche in casa Audi abbiano ceduto alla fascia LED posteriore che unisce i due gruppi ottici, non se ne sentiva l’esigenza, ma soprattutto trovo che sia una caduta di stile, oppure chiamiamola moda, che poteva essere evitata sull’ammiraglia. La personalità in questo caso è d’obbligo, soprattutto quando si spendono cifre vicine o superiori ai 100mila euro. Una moda nata con la bella Lexus UX, ma poi utilizzata praticamente da qualsiasi nuovo modello uscito di recente. Successe la stessa cosa con le luci delle frecce di direzione poste sugli specchietti retrovisori presentati con la Mercedes SLK, ma poi abusati tu tantissime alte vetture, perdendo così il fascino dell’elemento esclusivo. Torniamo all’Audi A8, con il modello 60 TFSI E Quattro Tiptronic che, con un prezzo di listino di oltre 115mila euro, un motore V6 turbo benzina da 340 CV, un motore elettrico sincrono da 100 KW, cambio automatico a 8 marce, fari Matrix LED, una potenza totale di sistema di ben 462 CV e la trazione integrale permanente, racchiude tutto il meglio che la casa di Ingolstadt può attualmente offrire. Per farvi capire di cosa stiamo parlando basti citare che il pianale dell’Audi A8 è lo stesso dedicato ai modelli più raffinati e costosi del gruppo tedesco e cioè quello portato al debutto (nel 2016) della Porsche Panamera e, sulla stessa base, sono nate la Bentley Continental GT e Bentley Flying Spur. Gli interni sono un trionfo di tecnologia e di finiture eccellenti, dove ogni dettaglio è stato studiato per durare nel tempo, difficile trovare sbavature, neppure cercando nei luoghi meno accessibili. Il comfort di marcia è eccellente sotto tutti i punti di vista, si viaggia sul velluto grazie alle molle pneumatiche che filtrano praticamente quasi tutte le asperità della strada. Il cambio è dolce e rimane un punto di riferimento per morbidezza e precisione, lo ZF è capace di assecondare tutti gli stili di guida, anche quelli più esasperati. I consumi, nota dolente, nonostante l’ausilio elettrico, non sono eccezionali, si attestano di media (nella modalità ibrida) sugli 11,8 km/litro. La strumentazione e l’infotainment restano di livello superiore dove tutto viene comandato con pochi e semplici tocchi oppure con comandi vocali molto precisi. L’Audi A8 viene fornita di tutto il necessario, quello che manca è incluso nella lunga lista di optional e, se non bastasse, si può accedere al servizio Audi Exclusive per una personalizzazione ancora più unica ed individuale. Questa Audi A8 è senza dubbio un punto di riferimento, fatto di eleganza, dettagli curati e tutto l’hi-tech d’avanguardia attualmente disponibile sul mercato.

Tratto da “Cinema”
24orenews.it Magazine Giugno 2022

24orenews Giugno 2022 Cover 300x