ph credits Camilla Pizzini

In vista dell’attesissima Val di Fassa Audi FIS Ski World Cup 2024 di febbraio, dove il gotha dello sci mondiale si sfiderà nelle gare di Super G, la ski area Alpe Lusia/San Pellegrino inaugura la stagione invernale il prossimo 2 dicembre. La rinomata pista La VolatA – insieme alla Piavac, Le Coste e alle altre discese protagoniste del progetto Piste Azzurre della Val di Fassa – si prepara a brillare ancora una volta sotto i riflettori internazionali, offrendo agli appassionati la possibilità di sciare sui tracciati frequentati dai grandi campioni, da Sofia Goggia e le altre Azzurre a Peter Fill, Dominik Paris, Christof Innerhofer e altre stelle dello sci.

Sciare su questi tracciati d’élite è ancora più straordinario grazie a impianti di risalita all’avanguardia e a un sistema di innevamento altamente efficiente. Tra le novità di quest’anno, spicca il nuovo ski bus loop, un’innovazione che consente di esplorare oltre 100 chilometri di piste da Falcade a Moena, indossando sci o snowboard. Un servizio progettato per offrire un’esperienza eccezionale su tracciati con diversi gradi di difficoltà, garantendo la massima comodità e facilità di accesso a questa straordinaria destinazione sciistica che si estende tra Trentino e Veneto, tra la Val di Fassa e la Valle del Biois.

Il nuovo skibus collegherà agevolmente la stazione a valle della cabinovia di Ronchi con la stazione di Costabella, consentendo ai visitatori di intraprendere lo skitour “Discover Alpe Lusia/San Pellegrino” attraverso una varietà di piste adatte a tutti i livelli di abilità. Dai più esperti che affronteranno La VolatA e la Piavac con i suoi impressionanti muri iniziali, agli amanti della velocità sulla pista Alfa Fischer, ci sono opportunità per tutti.

Le piste “rosse” come la Monzoni con i suoi cambi continui di pendenza e la Mediolanum, che parte dalla splendida terrazza panoramica di Le Cune a quota 2214 m, offrono ulteriori sfide e paesaggi mozzafiato. La ski area Alpe Lusia/San Pellegrino si rivela dunque una destinazione ideale anche per i giovani sciatori, con 5 campi scuola, 3 parchi giochi e divertenti discese per slittini e bob, oltre a tracciati cronometrati e boardercross.

 Per chi non scia o per chi ama esperienze più soft, le attività sulla neve includono escursioni con le ciaspole organizzate dalle scuole sci locali mentre gli incantevoli centri di Moena, Soraga e Falcade addobbati a festa si mostrano nella loro versione più magica con i tradizionali mercatini di Natale. Moena è illuminata dai celebri Mercatini della Fata e da una serie di concerti fino all’Epifania. Dal 7 dicembre a Soraga, nel parco antistante la chiesa parrocchiale, si passeggia tra casette in legno alla ricerca di idee regalo originali, manufatti in legno e golosi prodotti tipici. L’8 dicembre, alle 17.30, si accende l’albero sulla Piana di Falcade a conclusione di un pomeriggio di festa e intrattenimento per i più piccoli (dalle ore 16). Vestite a festa anche Canale d’Agordo e Caviola.

Una passeggiata a cavallo nella pittoresca conca di Fuciade e l’accoglienza calorosa dei numerosi rifugi a bordo pista completano l’offerta, rendendo la Ski Area Alpe Lusia/San Pellegrino la meta perfetta per una fuga all’insegna dello sport e del relax da condividere con la famiglia o gli amici.

Articolo precedenteNatale. Buono e solidale con Galup e Fondazione Paideia
Articolo successivoLa cura della leucemia nella staminali cordonali