Il Prof. Willy Pasini
Il Prof. Willy Pasini

GIOCARE A GOLF

INVESTIMENTO, OCCASIONE PER AFFARI O… TEST?

di Willy Pasini

La traiettoria della pallina da golf e quella dei manager s’incontrano sempre più spesso. Secondo le esperienze fatte sul “campo” il golf – oltre ad una possibile terapia antistress – può essere un investimento, un’occasione per fare affari, un test psicologico prima di assumere certi collaboratori.

 

GOLF INVESTIMENTO

Gli americani, poi i giapponesi e in Europa gli inglesi e gli spagnoli per primi, hanno scoperto che una volta esaurite le possibilità immobiliari sulle coste, costruendo campi da golf si possono valorizzare nuovi territori. Negli ultimi anni le azioni dei campi dove gioco sono cresciute più di qualunque indice borsistico. «Vorrei trasformare l’Italia del Sud in una California golfistica».

 

GOLF AFFARI

Durante una partita di tennis, il partner è dall’altra parte della rete e le discussioni avvengono solo prima e dopo, nello spogliatoio o al ristorante. Al golf, per quattro ore, si cammina fianco a fianco, mettendo involontariamente a nudo le proprie reazioni più istintive. «Condividere una difficile partita di golf è un pò come avere fatto la guerra insieme», mi diceva un collega dentista di San Antonio, nel Texas. Al golf, si creano legami, occasioni per conoscersi non superficialmente.

 

GOLF TEST

Il socio di una importante banca di Ginevra mi ha detto a cena qualche tempo fa che lui non crede ai test psicologici. Preferisce, prima di assumere un collaboratore per la borsa (trader), giocare con lui a golf. Lo osserva nei momenti difficili del percorso, per esempio quando ha mandato per sbaglio la pallina nel bosco. Se la persona non sa rinunciare a perdere un punto facendo un drop, ma si intestardisce a uscire dal bosco a tutti i costi, non sarà mai assunta. «Un trader», mi diceva questo banchiere, «deve saper abbandonare una posizione perdente in borsa per poter ricominciare altrove. Se invece s’intestardisce, finisce per fare un bagno finanziario». Nei negoziati serrati e difficili, la persona che avrà più intuizione e capacità di essere imprevedibile, riuscirà a spuntarla. Nel golf si assiste alla stessa cosa e il manager che, dopo avere programmato il colpo, riesce a dare fiducia alle sue sensazioni corporee, realizzerà i migliori risultati.