La Nuova Fiat 500 «la Prima»
Completamente elettrica, “best in class” per tecnologia a bordo

A cura di Luca Medici
Pubblicato su: Milano 24orenews

 Svolta epocale in casa Fiat, infatti la nuova 500 elettrica è la prima versione di questo modello iconico ad emissioni zero. Dopo il lancio delle versioni micro-hybrid di 500 e Panda (non sono ibride al 100%) in casa Fiat fanno sul serio.
Finalmente una delle auto più iconiche nel panorama italiano si converte all’elettrico e fa il pieno di kW, con una batteria al litio da 42 kWh che sviluppa una potenza di ben 118 cv, più che sufficienti per far scattare la vettura da 0 a 100 km/h in soli 9 secondi.
L’autonomia dichiarata, 320 km, le garantisce spostamenti anche fuori il perimetro urbano, ma sono le modalità di ricarica che stupiscono. Si può infatti ricaricare la 500 alla spina di casa, dove servono 6 ore per un pieno totale di elettroni oppure, con un fast-charge, si può ottenere un’autonomia di 50 km in soli cinque minuti (80% della ricarica in soli 35 minuti), niente male.
Con l’Easy Waalbox casalingo, compreso nel prezzo della versione di lancio chiamata “la Prima”, una 500 cabrio full optional, il costo è di ben 37.900€. Non pochi, anzi, decisamente troppi, ma va detto che si tratta di una versione speciale, cui ne seguiranno altre diversamente equipaggiate a prezzi inferiori.

La 500 elettrica è la prima vettura del gruppo FCA ad essere fornita con il nuovo sistema di infotainment di quinta generazione Connect 5 che utilizza la piattaforma connessa realizzata per il prossimo futuro. Dispone di uno schermo da 10,25 pollici con sistema operativo Android Auto facilitato, più intuitivo e personalizzabile. Apple CarPlay è disponibile in modalità wireless.

Gli interni

Gli interni esprimono il meglio della tradizione italiana con un design rinnovato, ma sempre fedele alla tradizione, dove troviamo finiture premium e qualche risparmio nelle zone meno in vista. Belli i rivestimenti in eco-leather del cruscotto e dei sedili, questi ultimi ben fatti e molto comodi. Lo spazio interno è molto razionale e ben sfruttato, si percepiscono i 6 centimetri in più di lunghezza e larghezza (lunghezza: 3.630 mm – larghezza: 1.700 mm – altezza: 1.480 mm). Assetto grintoso e tenuta precisa ne fanno non solo una cittadina d’eccellenza, merito anche delle sospensioni che assorbono bene le asperità dell’asfalto, ma anche un’auto votata per le gite fuori porta.

La guida

La versione elettrica della 500 ha tre modalità di guida: Normal, con velocità di punta fissata a 150 km, Range, dove si attiva la funzione “one pedal”, che consente di guidare utilizzando solo l’acceleratore (quando lo si rilascia l’auto frena) e la modalità Sherpa, che ottimizza i consumi fissando la velocità massima a 80 km/h, garantendo il massimo risparmio di energia. Gli ausili alla guida sono elevati e consentono un livello 2 di 5 di guida, in questo caso una guida semi-autonoma: troviamo infatti fra le dotazioni la frenata automatica, la ripartenza automatica e il mantenimento della corsia.

Il Design

Il design esterno è il solito, bello e accattivante che ti aspetti da una 500. Musetto simpatico con fari a LED dove si nota subito una grande mancanza, il logo Fiat, sostituito con la sola cifra “500″ quasi a voler sottolineare che questa nuova versione elettrica può fare a meno del marchio di fabbrica tanto è chiara la sua provenienza. Un motivo c’è, anzi, più di uno! La sfida che questa 500 elettrica raccoglie è molto coraggiosa.

Presentata a Milano il 4 marzo in piena emergenza coronavirus, questa icona a quattro ruote funge da apripista per una nuova era elettrica, ma non solo: viene infatti prodotta nello storico stabilimento Mirafiori, da sempre la sede di eccellenza del gruppo Fiat. Pensate che è la fabbrica in attività più vecchia d’Europa, nato nel 1939, lo stesso stabilimento dove sono state prodotte la Topolino, la 500 e la 600. Insomma, la nuova 500 è pronta per elettrificare la Nazione, auguriamoci che possa replicare la fortunata storia della sua progenitrice!

www.my-home.biz