Audi E Tron Sportback


A cura di Luca Medici
luca@my-home.biz

A distanza di un anno dal lancio della prima Audi elettrica esce la versione sportiva della stessa, chiamata Sportback, che è caratterizzata da uno stile più sportivo, con andamento del padiglione più inclinato rispetto alla versione di origine. La linea inclinata garantisce un coefficiente di penetrazione all’aria migliore e gli specchi retrovisori con telecamera, molto sottili e affusolati, garantiscono una resistenza minore, facendo segnare un CX pari a 0,25. Per muovere una generosa massa, stiamo parlando di ben 2.600 kg, il pacco batterie, che incide per circa 700 kg, è stato posizionato molto in basso così da essere equamente ripartito fra gli assi.
Con una potenza di ben 360 CV, un prezzo (optional esclusi) di euro 97.000 e una autonomia dichiarata di 446 km (rilevata 345 km) questa Sportback si posiziona decisamente in alto nell’Olimpo delle elettriche. Il costo che bisogna sborsare per mettere in garage questa versione è giustificato dal fatto che in Audi non si sono risparmiati per mettere a punto un’auto veramente performante, ma dal comfort decisamente interessante sotto tutti i punti di vista.
Ma vediamo quanto tempo occorre per ricaricarla e quanto costa. Con una presa domestica da 2,3 kW servono ben 41 ore per una ricarica totale (costo € 19 circa), con una presa da 22 kW servono circa 8 ore (costo € 36 circa) mentre con una presa da 50 kW a corrente continua serve solo 1 ora (costo € 27 circa). Il tempo di ricarica scende drasticamente se si tiene sotto controllo la carica infatti se non serve ricaricare al 100% la batteria occorrono solo 30 minuti (con presa da 50 kW) per ricaricarla a sufficienza per percorrere in assoluta tranquillità almeno 100 km.
I consumi dipendono molto dallo stile di guida, le auto elettriche, anche se “vestite” in modo sportivo, sono nate per percorrere molti chilometri a costi relativamente bassi, se si schiaccia sull’acceleratore con piglio sportivo le percorrenze scendono inesorabilmente. L’abitacolo è rifinito come ci si attende da un’Audi, cioè in modo impeccabile.
Ogni dettaglio è stato studiato, costruito e assemblato con la massima cura, per un’esperienza di viaggio appagante e rilassante. Il Virtual Cockpit è un riferimento per completezza, leggibilità e modalità di personalizzazione, l’impianto infotainment è di alto livello ed è facile da utilizzare, anche con i comandi vocali. La visibilità posteriore non è eccezionale, il bagagliaio è adeguato alla categoria ed è presente un vano per i cavi alloggiato nel cofano anteriore.
Di serie c’è tutto l’indispensabile, ma se volete regalarvi un’auto super personalizzata la lista degli optional saprà esaudire qualsiasi desiderio. Il design della carrozzeria è moderno, le proporzioni fra cofano anteriore, padiglione centrale e la parte posteriore sono perfette, la carrozzeria è “pulita”, le linee tese conferiscono un senso di sportività mai ostentato e i dettagli come i fanali sono talmente curati da rendere riconoscibile l’auto anche a distanza, il family feeling si sposa perfettamente con gli altri modelli della casa creando un insieme di assoluta eleganza, vero fiore all’occhiello dei modelli Audi.
Rispetto al modello di provenienza, lanciato sul mercato circa un anno fa, questa Sportback regala una potenza esuberante, ma facilmente gestibile, grazie ad un’elettronica d’avanguardia. Presto vedremo altri modelli Audi a propulsione elettrica, l’intento della casa è quello di elettrificare l’intera gamma entro i prossimi anni così da offrire modelli differenti, capaci di colmare tutte le nicchie di mercato e dunque le esigenze di tutti i clienti.

Pubblicato su Milano 24orenews – italiadagustare novembre 2020
Banner MI24 Novembre 2020