CORTINA SCI

Si illuminano le piste per il countdown finale:  il calendario segnerà infatti -30 giorni a Cortina 2021.

I Campionati Mondiali di sci alpino, in programma a Cortina d’Ampezzo dal 7 al 21 febbraio prossimi, sono ormai alle porte, pronte ad accogliere le stelle dello sci alpino mondiale tra i paesaggi quest’anno straordinariamente innevati che circondano le Tofane e la Regina delle Dolomiti.

I riflettori sono stati puntati su tutte le piste delle Tofane su cui si disputeranno le gare dell’evento iridato: l’Olympia, riservata alle gare femminili di Slalom gigante, Libera, Super G e Combinata alpina; la Vertigine, teatro delle competizioni maschili di Libera, Super G e Combinata alpina; la Druscié A, dove vedremo lo Slalom femminile e maschile; la Labirinti, pista dello Slalom gigante maschile; e Rumerlo con la Finish Area.

Cortina capitale dello sci mondiale lancia perciò un messaggio di speranza e di fiducia nel futuro, in questa fase così complicata, dovuta alla pandemia. La Regina delle Dolomiti si presenta al traguardo dei Campionati del Mondo con piste e impianti completamente nuovi, con infrastrutture moderne ed un’offerta turistica all’altezza della sua fama, con una energia che ha contagiato un’intera comunità decisa a rivendicare la sua storia e i suoi primati e a recitare la vocazione di grande destinazione del travelling internazionale e capitale degli sport della neve.

Nonostante la difficile situazione sanitaria, il team del comitato organizzatore ha continuato a lavorare senza sosta, rimanendo in linea con i tempi prefissati.

«Vogliamo comunicare al mondo che a Cortina siamo pronti per vincere la sfida di organizzare un grande evento sportivo internazionale nel pieno di una pandemia – dichiara Alessandro Benetton, Presidente di Fondazione Cortina 2021 – Come le Olimpiadi di Cortina nel 1956 furono la vetrina di un’Italia che aveva messo il turbo del miracolo economico dopo la seconda guerra mondiale, così i prossimi Mondiali di Cortina 2021 sono l’icona di un Paese che contrasta la pandemia e si rialza, per tornare a guardare al domani con la fiducia e l’orgoglio di essere italiani.”