Mauto alla 1000Miglia con la OM 469 Sport

Il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino riporterà sulle strade di casa la straordinaria OM 469 Sport del 1922, che sarà protagonista dell’edizione 2021 della Mille Miglia condotta dall’equipaggio ufficiale di Adrenaline24h, composto da Ermanno De Angelis e Nunzia Del Gaudio. Con quasi un secolo di storia, la vettura prodotta dal marchio lombardo Officine Meccaniche sarà tra le auto più “anziane” che parteciperanno alla rievocazione di una delle gare più celebrate al mondo, in programma a Brescia dal 16 al 19 giugno. Ripercorrendo il senso antiorario di molte edizioni della corsa originale di velocità, la OM 469 del Mauto farà tappa a Viareggio, Roma e Bologna, prima di fare ritorno in Lombardia.

Dopo aver già preso parte alla Mille Miglia nel 2019 e nel 2020, con la spettacolare Cisitalia 202 SMM “Nuvolari” del 1947, guidata anche nelle due scorse edizioni dall’equipaggio di Adrenaline24h, il Mauto riapre le porte del suo Open Garage e porta in gara un altro pezzo pregiato della collezione, per restituire alle corse una vettura nata proprio con questo obiettivo. Un tentativo partito nel 2019, da un progetto ideato e condiviso con Adrenaline24h, con l’intento di recuperare la dimensione meno tangibile e più naturale del patrimonio automobilistico che il Mauto è impegnato a preservare: un modo di portare il museo fuori dal museo, a disposizione di un pubblico più ampio di appassionati.

«Il Mauto rappresenta la storia dell’automobile e dell’evoluzione delle corse. – ha dichiarato Benedetto Camerana, Presidente del Mauto – Con queste iniziative vogliamo portare il museo nei luoghi storici che hanno visto nascere i miti dell’automobilismo. Tuttavia, rimettere in strada queste auto leggendarie richiede un processo di restauro meticoloso e abbiamo dovuto adottare un criterio scientifico che conservi l’autenticità dell’auto, recuperando tutti i componenti originali».

Il Direttore del Mauto Mariella Mengozzi ha aggiunto: «Riteniamo che portare in gara l’OM 469 Sport, per la prima volta su strada dagli anni ’30, sia un modo efficace per far conoscere l’immenso patrimonio storico e culturale custodito dal Museo Nazionale dell’Automobile di Torino. Un’operazione che assume una valenza ancora maggiore in un periodo storico come questo, che ha visto precluse per tanto tempo le visite museali».

Il progetto di riportare in strada alcune delle più significative vetture del Mauto, racconta Ermanno De Angelis di Adrenaline24hè nato proprio perchè noi di Adrenaline24h siamo convinti che sia fondamentale fare qualcosa per avvicinare, coinvolgere e appassionare un pubblico sempre più vasto e soprattutto giovane al motorismo storico e al grande patrimonio custodito dal Museo dell’Automobile di Torino. Abbiamo proposto la nostra idea al Direttore Mariella Mengozzi più di tre anni fa, riuscendo a inserirci nel solco dell’importante svolta che lei stessa stava cercando di dare al museo e dal 2019 ad oggi abbiamo portato, prima la Cisitalia 202 SMM Nuvolari e ora questa splendida OM 469 Sport a essere di nuovo protagoniste delle manifestazioni più belle e importanti per il mondo delle auto storiche.

La storia della Mille Miglia è strettamente legata alle Officine Meccaniche, che hanno impresso il loro nome nell’albo dei vincitori di molte edizioni. Grazie all’iniziativa del Mauto, la competizione vedrà la partecipazione di un gioiello del costruttore bresciano: la OM 469 Sport costituisce la versione sportiva del modello 469 della OM, presentato nel 1921 e costruito fino al 1934. Con i suoi 4 cilindri di 69 mm di alesaggio (da cui il nome dato alla vettura), la OM 469 Sport vinse la Coppa delle Alpi nella categoria 1500, e nei circuiti del Garda e del Mugello nella stagione sportiva del 1922.

Quest’auto è uno dei pezzi forti della collezione del Mauto, finora conservata in open garage e quindi non visibile al pubblico: un esemplare unico, con carrozzeria a due posti e caratteristiche tecniche studiate ad hoc per questo telaio.

La preparazione della vettura è stata eseguita da Bontà Classic Garage di Viterbo, sotto la direzione del Centro di Restauro e il supporto del Centro di Documentazione del Mauto, che hanno assicurato il rispetto delle caratteristiche originali del veicolo in tutte le fasi dell’intervento. Gli interni sono stati realizzati da Trinchero di Venaria (TO). Fondamentale anche l’apporto del team di Adrenaline24h che ha contribuito al collaudo della vettura percorrendo centinaia di kilometri per arrivare alla perfetta messa a punto dell’OM 469 Sport.

Mercoledì 16 giugno, alla partenza della Freccia Rossa, sarà presente il Direttore del Mauto Mariella Mengozzi e il Presidente del Registro OM, Fabrizio Rossi, che celebreranno uno storico gemellaggio dando il via a una nuova sinergia.

L’avventura della OM 469 Sport verso la 1000 Miglia 2021 è stata seguita e raccontata dalle telecamere di Gentleman Driver attraverso un ampio servizio dedicato all’interno della seconda puntata dello “Speciale 1000 Miglia” che andrà in onda venerdì 28 maggio alle 22.55 su Sky canale 813 – MS Motor TV e in chiaro sul digitale terrestre in tutto il centro-nord Italia, su TIVÙSAT, canale 55, sui social media e in streaming.

Gentleman Driver va in onda il venerdì, ogni 14 giorni, alle 22.55 e in replica tutti i giorni per 13 giorni.

Da martedì 1 giugno le repliche del programma saranno visibili sul canale 229 di Sky SPORT.

Tutte le puntate della trasmissione possono essere riviste sul nostro sito nella sezione dedicata: https://www.adrenaline24h.com/gentlemen-driver-tv/

SCHEDA DI APPROFONDIMENTO DELLA VETTURA OM 469 SPORT (1922)

Versione sportiva della vettura costruita nel 1922 dalla OM (Officine Meccaniche) di Brescia e rimasta in produzione fino al 1934. Vinse nella categoria 1500 la Coppa delle Alpi e i circuiti del Garda e del Mugello durante la stagione sportiva 1922. Nella sigla “469” sono indicati, con la prima cifra, il numero dei cilindri del motore, con le altre due la misura dell’alesaggio.

Motore: 4 cilindri
Cilindrata: 1469 cc
Potenza: 30 CV a 3300 giri/min.
Velocità: 100 km/h.
Peso: 700 kg (autotelaio)
Dono di OM S.p.A., Milano

Articolo precedentePadova. Detour – Festival del cinema di viaggio VIII edizione | 3-6 giugno 2021
Articolo successivoMasi Wine Bar Cortina: al via la stagione estiva