fiati
Fiati

 

Pomeriggi Musicali
di Milano. L'appuntamento è per sabato 21 luglio a San Sebastiano
Curone (AL) in Piazza Solferino.

 Prima data in trasferta per il 20^ Festival Ultrapadum
A San Sebastiano Curone i Pomeriggi Musicali di Milano per un’Opera in Concerto

XX^ Festival Ultrapadum
Sabato 21 Luglio 2012, ore 21:15
Ensemble di Fiati dei Pomeriggi Musicali diretto da Paolo Belloli in Opera in concerto; Piazza Solferino, San Sebastiano

Curone (AL); Ingresso libero.
In caso di maltempo lo spettacolo si terrà nella locale Chiesa Parrocchiale San Sebastiano Curone, Luglio 2012 – Il Festival Ultrapadum approda a San Sebastiano Curone per la sua
sedicesima tappa la prima nell’Alessandrino – sabato 21 Luglio. Un appuntamento imperdibile che avrà come protagonista l’Orchestra dei Belloli Cantelli_2007 Paolo Belloli ed il suo Ensemble di Fiati. Una formazione nata nell’immediato secondo dopoguerra, nel pieno fervore della ricostruzione, grazie all’impresario teatrale Remigio Paone (a cui si deve la scoperta del maestro Riccardo Muti) ed il critico musicale Ferdinando Ballo i quali intendevano con questo progetto dare alla città di Milano un’orchestra da camera con un solido repertorio di autori contemporanei e alla diffusione della musica alle più vaste fasce sociali. Il debutto dell’Orchestra al Teatro Nuovo di Milano nel novembre del ’45 verrà siglato da un successo immediato e la sua attività da quel momento in avanti contribuirà alla divulgazione popolare in Italia della musica dei grandi del Novecento – Stravinskij, Hindemith, Webern, Berg, Poulenc, Honegger, Copland, Yves, solo per citarne alcuni – censurati dalla dittatura fascista. Nella serata di sabato 21 Luglio l’ensemble diretto da Paolo Belloli proporrà un repertorio tutto italiano: Verdi, Donizetti,

Mascagni, Puccini e Rossini. Nello specifico la scaletta sarà caratterizzata da:

G. Verdi, Sinfonia (da Nabucco)
G. Verdi, Danze (da Aida)
G. Verdi, Preludio atto I (da Traviata)
G. Donizetti, Sinfonia (da Don Pasquale)
P. Mascagni, Intermezzo (da Cavalleria Rusticana)
G. Puccini, Coro a bocca chiusa (da Madama Butterfly)
G. Puccini, Nessun dorma (da Turandot)
G. Rossini, Il Barbiere di Siviglia

Il concerto di San Sebastiano Curone è il primo dei concerti che Festival Ultrapadum porterà come ogni anno oltre i confini regionali lombardi. Un tris di trasferte nell’Alessandrino che proseguiranno poi a Gremiasco venerdì 3 Agosto e a Garbagna domenica 5 Agosto (data, quest’ultima, che vedrà nuovamente protagonista l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano). Al termine del concerto, l’organizzazione allestirà un banco d’assaggio delle eccellenze enogastronomiche locali: formaggi della Val Curone, salumi, dolci, il tutto innaffiato dall’ottimo vino locale. Un ringraziamento particolare va all’Agenzia Rèclam di Pavia che con la sua preziosa collaborazione ha contribuito all’organizzazione della manifestazione.
San Sebastiano Curone
Borgo medievale caratterizzato da strette viuzze, è dominato dal castello Giani, edificio in forme medievali ma ristrutturato
negli anni ’30 da Ulderico Giani. Un castello, una piccola cappella dedicata a San Sebastiano, un edificio per la dogana alla Cascina Cabella (dove la famiglia degli Spinola riscuoteva i pedaggi) e la presenza di posti di ristoro sulla via che da Piacenza conduceva a Genova, favorirono, tra il Quattrocento ed il Cinquecento, il sorgere di un abitato dipendente da Gremiasco nel Feudo Imperiale di Fabbrica Curone, retto prima dai Fieschi e successivamente passato ai Doria. Un piccolo centro abitato situato su una via di importanza commerciale e strategica acquisita sotto gli Spagnoli, quando il porto di Genova costituiva la base di partenza o di arrivo per gli scambi commerciali con la Spagna e la Pianura Padana. Così San Sebastiano Curone divenne luogo di incontro e di contrattazioni lungo la Via del Sale (o del Cereale, a seconda delle merci), dove i mulattieri provenienti da Genova e da Milano, si scambiavano i prodotti: un centro logistico ante litteram caratterizzato da ampi depositi e magazzini per le merci, maniscalchi e sensali, locande e osterie. Il Festival Ultrapadum nasce nel 1993 come estensione di una rassegna concertistica dal titolo Musica in Castello, promossa dagli Amici della Musica di Voghera con la direzione artistica di Angiolina Sensale. Musica in Castello è stato il primo esempio di circuito musicale estivo ambientato nelle ville e nelle dimore di interesse storico dell’Oltrepò Pavese. Progressivamente si è ampliata fino a diventare quello che è oggi: un ricco calendario di proposte che spaziano nei diversi generi dello spettacolo (musica, danza, cabaret musicale) e che conta circa 50 concerti in altrettante località di interesse storico-culturale dell’Oltrepò Pavese, della Lomellina ma anche dell’Alessandrino. Patrocinato dalla Regione Lombardia, dal Comune e dalla Provincia di Pavia, coinvolge centinaia di musicisti tra solisti, cori, orchestre provenienti da Belgio, Olanda, Germania, Ungheria, Russia, Ucraina, Romania, Stati Uniti, Isole Bahamas, Brasile, Giappone, Corea. Il 70% ha tra i 18 ei 30 anni. La manifestazione non è solo una rassegna musicale in località di interesse storico-culturale ma anche occasione per conoscere e degustare il patrimonio enogastronomico della zona: al termine di ogni concerto è infatti possibile degustare vini e prodotti tipici del territorio, grazie alla nutrita partecipazione dei produttori locali che vedono in Ultrapadum, una valida opportunità di promozione.

Info per il pubblico
Società dell’Accademia di Voghera
www.festivalultrapadum.com
Agenzia Réclam – Pavia,
Mail: agenziareclam@gmail.com