Caligola assolo 1 20 22 gennaio fortezza est

Nelle culture antiche il solitario è una figura maligna. Minaccia il benessere del gruppo. Noi però lo conosciamo perché lo incontriamo, in noi stessi e negli altri. Vive in contrappunto, una sagoma in sbiadita lontananza. Ecco ciò che è: persistentemente solo
Contrappunto-Don DeLillo

Questo mondo così com’è non è sopportabile. Gli uomini muoiono e non sono felici
Albert Camus

In scena dal 20 al 22 gennaio 2022 a Fortezza Est CALIGOLA-Assolo.1 di e con Bernardo Casertano, lavoro che celebra l’eroicità dell’uomo malgrado la sua condizione. Un inno alla “spaventosa libertà” che si raggiunge prendendo coscienza della“solitudine”.

“Caligola-Assolo.1” è il completamento di un processo lavorativo iniziato con “Assolo di un ipotetico studio su Caligola”, grazie ad una residenza artistica presso Teatro Akropolis di Genova e proseguita all’Ex Asilo Filangieri di Napoli. Questa parte del lavoro si completa grazie ad una produzione del Teatro del Lemming di Rovigo. L’intento è spostare l’obbiettivo dall’opera al pensiero di Camus. Un animale come attraverserebbe la scena? Tante voci a farsi vive attraverso la coscienza di un solo uomo. É la liberazione di una maniera di esporre e di esporsi, un percorso che attraversa il pensiero di Camus sull’assurdo e sulla condizione umana. É il secondo lavoro di una trilogia articolata su tre autori Jan Fabre, Camus, Pasolini che ha come tema la “condizione umana”.

Caligola-Assolo.1 ha debuttato al Todi Festival 2019, nell’ambito della sezione Off con grande successo di pubblico e critica:

Non capita spesso di assistere a spettacoli così intensi, carichi come se un fulmine caduto sul palcoscenico avesse lanciato in aria miriadi di particelle elettrizzate, fosforescenti
(Enrico Bernard – Saltinaria)

Una recitazione che ci ha ricordato un mix tra Antonio Rezza, la Commedia dell’Arte e il Teatro di Figura (le ombre e i suoi rimandi) fino a giungere al Riccardo III shakespeariano
(Tommaso Chimenti – Recensito)

Spettacolo intenso, artaudiano nella gestione e nell’utilizzo del corpo, come generatore di crudeltà che partorisce con grande fatica una parola contorta che rincorre sentimenti ‘ineffabili’ ma taglienti come un pugnale
(Maria Dolores Pesce – Dramma.it.)

Bernardo Casertano
Bernardo Casertano

Bernardo Casertano: Attore e regista, nasce a Caserta, il suo teatro è segnato dall’incontro con personalità quali: Eugenio Barba e Julia Varley Odin Teatret, Danio Manfredini, Anton Milenin, Giancarlo Sepe, Sabino Civilleri, Manuela Lo Sicco (compagnia Sud Costa Occidentale di Emma Dante), Roberto Latini, Jean Paul Denizon, Roberto Castello e tanti altri. Al cinema ha lavorato con Alessandro Dalatri, Paolo Genovese, Manetti bros, Paolo Vari, Carlo Verdone, Alessandro Avellino, Francesco Vicario, Fabrizio Costa.
La ricerca di Casertano in ambito teatrale è orientata verso la centralità del corpo come via primaria di espressione.

FORTEZZA EST
Via Francesco Laparelli 62 – Roma
20.21.22 Gennaio 2022 – h 20.30
Biglietti: 12€
www.fortezzaest.com
info e prenotazioni:
fortezzaest@gmail.com
329.8027943

NB: super green pass obbligatorio come da normativa vigente anti covid-19