padre pio
Padre Pio

San Giovanni Rotondo (FG). L’ostensione estiva di San Pio da Pietrelcina ha visto ‘considerevole incremento delle presenze dei pellegrini’. Ad affermarlo frate Francesco Colacelli, ministro provinciale dei Frati Minori Cappuccini della Provincia religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio.  


“Non possiamo – ha aggiunto – parlare in termini numerici precisi, perché non abbiamo un sistema di conteggio come è avvenuto nei 17 mesi della prima ostensione delle reliquie del corpo di san Pio da Pietrelcina e non sono ancora state rese note le elaborazioni che vengono effettuate incrociando vari parametri, che per l’anno 2013 conosceremo solo a primavera prossima. Possiamo verificare che si nota un considerevole incremento delle presenze, soprattutto nei fine settimana, probabilmente per effetto della rinnovata possibilità di vedere il Santo. Non dobbiamo – ha proseguito – confondere, come spesso è capitato nel recente passato, i dati relativi ai pellegrini che vengono a San Giovanni Rotondo con il numero di coloro che si fermano a dormire negli alberghi o a mangiare nei ristoranti. Quest’ultimo è calato in maniera consistente, a causa della crisi economica, così come sono calati gli acquisti dei ricordini religiosi. Per quanto riguarda gli arrivi, negli ultimi anni c’è stata una modesta flessione, anche questa addebitabile alla crisi. Quello che ci aspettiamo, quindi, sarà una ripresa in termini spirituali, anche se non sarà accompagnata dalla ripresa della capacità di spesa. Ci dispiace – ha concluso – per tutte le famiglie che vivono da queste attività, però già dobbiamo ringraziare il Signore per la sostanziale tenuta dei pellegrinaggi e attendere tempi migliori per il resto”.