bassa
Bassa

SPIRIT DE MILAN presenta

SPIRITOPHONO

la vintage web radio che accorcia le distanze

sabato 6 e domenica 7 giugno va in onda il

MILANO DJANGO FESTIVAL

Spirit de Milan la Mariuccia b

Dopo settimane di lockdown, in cui SPIRIT DE MILAN ha continuato a far compagnia ai suoi avventori sui social attraverso vecchie e indimenticabili performance, nasce SPIRITOPHONO (www.spiritophono.it), la web radio vintage tutta milanese che accorcia le distanze! 

SPIRITOPHONOè in onda tutti i giorni 24 ore su 24 e da sabato 6 giugno inaugurerà le trasmissioni con uno specialissimo “Milano Django Festival”, arrivato alla terza edizione e che, non potendosi svolgere “dal vivo” a causa dell’emergenza Covid19, si trasferisce sulla radio con concerti e interviste a grandi musicisti di chitarra manouche, esperti, oltre a vere e proprie lezioni su Django Reinhardt. E poi… tutti alloSPIRIT DE MILAN per l’aperitivo o la cena!

SPIRITOPHONOnasce con lo scopo di mantenere il contatto con la comunità dello SPIRIT DE MILAN: tutti coloro che sono passati attraverso le porte della cattedrale in cui si incontrano la cultura swing e la passione per la bellezza e la tradizione, alla riscoperta del fascino di Milano e della “milanesità”, possono condividere le stesse emozioni, come si è sempre fatto dal vivo prima del lockdown. La radio, curata dall’associazione di promozione sociale Spirit de Milan, diventa così il completamento del “manifesto” dello Spirit, degli ideali di aggregazione,appartenenza cultura da sempre sostenuti, aggiungendo al divertimento tipico del locale,approfondimento conoscenza degli artisti, delle loro storie e della storia di Milano, con un linguaggio vicino a quello degli ascoltatori e dei frequentatori… per sentire tutti le stesse cose nello stesso momento!

Eliminate così tutte le barriere: la Bovisa non è mai stata così vicina!

Sullo SpiritoPhono troverete 24 ore su 24 di musica e trasmissioni improntate sulla programmazione musicale dello Spirit de Milan, per riscoprire la musica milanese, tenere il ritmo con la musica swing, blues, la disco anni ’70 e il cabaret, oltre a scoprire brani inediti dei gruppi musicali che tutte le settimane normalmente animano il palco del locale.

Saranno tantissimi gli speaker che faranno compagnia agli ascoltatori: da Enrico Beruschi con i suoi aneddoti sul vecchio Derby e il mondo del cabaret milanese, ai cinque protagonisti di Ca.Bar.et Boh Visa (i nostri 5.0 Germano Lanzoni, Folco Orselli, Flavio Pirini, Walter Leonardi e Rafael Andres Didoni), che porteranno un po’ della loro comicità e delle loro canzoni, fino all’esperto vinciano Luca Caricato, che racconterà la storia di Leonardo Da Vinci. Si sorriderà anche con i monologhi di Arianna Porcelli Safonov, in arte Madame Pipì. E poi ancora “El dindondero” di e con i Cadregas, alla scoperta della musica della tradizione lombarda tra risate e racconti; “Chi è di scena? storie del Grande teatro di Milano”, per conoscere le voci e gli aneddoti delle attrici e degli attori che negli anni hanno fatto grande il teatro a Milano, da Arlecchino a Galileo, da Rosalina Neri a Giorgio Bongiovanni; una “Mezz’ora da favola” ricca di racconti e poesia con il cantastorie Luca Chieregato.  Tanto spazio anche ai bambini: tutte le domeniche in onda “Donda e bironda”, un programma dedicato ai più piccini animato da Cecilia Vecchio e Ilaria Pardini. Immancabili poi le pillole quotidiane sui proverbi milanesi e le lezioni di milanese con i Duperdu, ovvero Marta Marangoni e Fabio Wolf, e quel “gran milaneson” di Marino Zerbin. A Milano e alla milanesità è dedicato anche il programma di Ottavio Tonti, “Ciao Otto”.

Non perdetevi poi “Sessanta mi dà tanto”, dedicato alla musica e alla cultura degli anni ‘60 con i Mary and the Quants.  Saranno immancabili anche gli anni della musica swing e hot jazz, alla riscoperta del ballo, degli autori e dei brani, con i contributi del maestro Mauro Porro e le monografie di Mister Dip dj. Il beat italiano sarà raccontato da Bob Scotti, il blues da Antonello Abbattista e ci saranno spazi dedicati agli artisti che ormai sono di casa allo Spirit come Veronica Sbergia e Max De Bernardi, che ci presenteranno il loro “Lockdown Old-time music hour”. Per l’angolo vintage, Mariano Rano farà girare i suoi 45 giri originali in vinile nel suo programma “Ditutt’unpòp”, mentre Alex Biasco dj farà ballare tutti sulle sonorità tipiche della serata “Bandiera gialla”.  Tanti altri programmi verranno svelati nel corso delle prossime settimane, come il giro turistico “Milano da vedere” a cura di Danilo Dagradi e il racconto di una Milano inedita tra sport, poesia e musica di Claudio Sanfilippo insieme a Gino Cervi e Davide Ferrari.

Il tutto inframezzato dagli annunci de “La Mariuccia”, che darà anche le istruzioni per l’uso su come prenotare per partecipare alle serate di Spirit de Milan, mentre la voce di Ilaria Polleschi introdurrà le anteprime con i protagonisti delle varie trasmissioni.  Per sostenere gli artisti che compongono il palinsesto, in questo momento reso così complicato dall’emergenza coronavirus per i lavoratori dello spettacolo, sulla pagina web della radio si trova un link per le donazioni (scaricabili anche dalla dichiarazione dei redditi). Il progetto SPIRIT DE MILAN è un’idea di KLAXON srl, società nata nel 2000 come studio di progettazione che opera nel campo dell’exhibition design e ideatrice del festival SWING’N’MILAN.Tra i suoi obiettivi principali c’è quello di creare eventi tematici che coinvolgano i partecipanti a 360°.

Spirit de Milan foto di Olga BSP b