Cassa integrazione entro Pasqua
Cassa Integrazione Entro Pasqua

Ieri è stata sottoscritta una Convenzione da parti sociali, sindacati, imprese, ABI e Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo. Le banche anticiperanno la cassa integrazione ai lavoratori. L’INPS avrà dunque il tempo necessario per lavorare le pratiche, preventivato da due a tre mesi, mentre gli istituti di credito anticiperanno il pagamento al lavoratore che non sarà gravato di costi e di ritardi dovuti alla burocrazia. Le banche incasseranno, nei mesi a seguire, le cifre anticipate direttamente dall’INPS. Il lavoratore vedrà accreditata sul conto corrente la cifra senza costi ne interessi. Sono particolarmente orgoglioso nel condividere con voi questo accordo, frutto di un lavoro intenso e operoso. Non abbiamo, come Governo, soltanto risolto un problema che avrebbe messo in crisi migliaia di lavoratori; abbiamo, di fatto, dato concretezza a quell’idea di economia buona che coniuga l’agire dello Stato con il benessere delle persone. Credo sia il tempo di comunicazioni essenziali come questa, che diano la misura di quanto chi come me, chiamato ad un ruolo istituzionale, si stia spendendo non per il clamore delle cronache ma per la serenità di persone e comunità intere”.

Lo ha scritto, su Facebook, il Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Steni Di Piazza.