Zia Cicci - Cicci Vandone
Zia Cicci Cicci Vandone

Una ulteriore goccia nel mare di tristezza che ci circonda in questo periodo così difficile per l’intero nostro Pianeta. Oggi, 11 aprile  si è spenta Cicci Vandone, per gli amici “zia Cicci”. Una persona, un personaggio, dal cuore grande e colmo di amore, che ha conquistato un posto speciale nel cuore di chi, come noi, ha avuto la fortuna e l’onore di conoscerla.  Desideriamo ricordarla così, con il suo bel sorriso, e con le parole di una delle tante bellissime poesie che ci ha regalato.

PER UN AMORE

Guardami: io, in ogni istante

ringrazio la vita

per il dono di essere amata da te.

Niente ci potrà separare

ormai.

Ci restano

cento anni ancora

per ricordare

ciò che abbiamo vissuto

e per rivivere la nostra storia d’amore

in eterno.

 

Cicci Vandone

 

 

Cicci Vandone (Maria Lucia il suo vero nomenacque a Milano il 26 febbraio 1923. Due figli, quattro nipoti e tre piccoli bisnipoti. Ha espresso la sua vivace creatività nella professione di antiquaria e arredatrice di interni, nel suo hobby, che è la cucina, e nella sua passione di tutta una vita, le rime, di cui ha pubblicato più di un volume. Poi il volontariato come Lions, il gusto per il teatro l’ha portata a scrivere divertenti pièces e l’amore per tutte le forme d’arte.

 

Alessandro Trani, Dario Bordet e tutta la redazione di 24orenews