Bovino

Con l’avvicinarsi della Pasqua, e quindi delle prime occasioni per godersi i week end di sole, Yescapa, piattaforma di camper-sharing leader in Europa, propone alcune destinazioni italiane, pensate per poter riscoprire i piccoli borghi a bordo di un camper. Asolo, Penne, Bovino e Bosa sono solo alcune delle gemme nascoste da nord a sud Italia, che incarnano l’autenticità e il fascino dei piccoli comuni che caratterizzano il territorio italiano. E spostarsi a bordo di un camper può permettere di vivere un’esperienza unica alla scoperta di alcune delle bellezze italiane in totale libertà.

Asolo (Veneto, provincia di Treviso), è una città riconosciuta per la bellezza naturalistica e storica, scrigno di arte e cultura. I siti archeologici, le varie architetture militari e religiose hanno fatto sì che Asolo entrasse a far parte dei borghi più belli d’Italia. La destinazione, che vanta una posizione favorevole tra la pianura veneta e la zona collinare delle Prealpi bellunesi, è ideale per mettere d’accordo diverse tipologie di turisti, dagli amanti di lunghe passeggiate a contatto con la natura agli appassionati d’arte e cultura, compresi coloro che vivono il viaggio come occasione per scoprire i migliori prodotti dell’enogastronomia nostrana. Dove sostare in camper: area comunale con sbarra di accesso per 13 camper, un’area dotata di acqua, elettricità, illuminazione, barbecue, tavoli picnic.

Penne (Abruzzo, provincia di Pescara), detta “città del mattone”, per l’utilizzo di mattoni di cotto rosso con cui è stato costruito il centro. Riconosciuto come uno dei Borghi più belli d’Italia, vanta una storia molto antica: un primo agglomerato era presente già nell’età del ferro e nel VI secolo avanti Cristo fu costruita la cittadina vestina. Il borgo oggi si presenta vivo e movimentato e, tra le strette vie del centro, conserva tutto il suo sapore storico tra un susseguirsi e incrociarsi di viuzze con pregevoli palazzi, monumenti medievali e chiese. Nel periodo pasquale, inoltre, si rivivono antiche tradizioni: la solenne processione del venerdì Santo pennese è una delle più antiche e suggestive d’Abruzzo. Infine, per chi ama la natura, è d’obbligo un salto alla riserva naturale che si trova poco distante dal paese, con numerosi sentieri per escursioni e un laghetto artificiale che è rifugio per diverse specie di uccelli.

Dove sostare in camper: nel piazzale antistante il parcheggio multipiano di Via Francesco Verrotti.

Bovino (Puglia, provincia di Foggia), uno dei Borghi più belli d’Italia per l’Associazione Nazionale Comuni Italiani. Una città magica, dove il tempo sembra essersi fermato e ogni pietra racconta, seppur simile, una storia diversa e unica. Il borgo, adagiato sui Monti Dauni, tra boschi e correnti d’acqua, domina la valle del Cervaro con il Castello Ducale, già rocca romana, bizantina, longobarda, normanna e sveva. Il centro storico di Bovino è custode di antichi edifici come la Cattedrale e il Museo Civico, tappa fondamentale per conoscere le origini dell’antica città romana di Vibinum. Altrettanto interessante la sua posizione strategica: Bovino sorge lungo la via che collega Napoli alla Puglia, ideale per gli spostamenti dei viaggiatori che desiderano esplorare le bellezze e le coste delle due regioni.

Dove sostare in camper: la zona è dotata di varie aree all’aperto adatte a camperisti, caravanisti e tendisti.

Bosa (Sardegna, provincia di Oristano), un pittoresco borgo che sorge sulle rive del fiume Temo, l’unico fiume navigabile della Sardegna e che si distingue per il quartiere medievale immerso in un magnifico contesto naturale punteggiato da colline rocciose, campagne verdeggianti, il fiume da una parte e il mare dall’altra. Qui, tradizione e modernità si fondono e infondono curiosità e fascino: una tappa imperdibile per chi si trova a visitare la costa occidentale della Sardegna.

Dove sostare in camper: solo a 1 km dalla spiaggia di Bosa Marina, il Camper Service in Via dei Falegnami è aperto dal lunedì al sabato, con servizio carico e scarico.

Articolo precedenteMilano. Michelangelo Pistoletto in dialogo a Milano tra arte e design | 16 aprile
Articolo successivoRai Yoyo: Nina & Olga tornano con l’attesa seconda stagione | dall’1 aprile