24orenews Web E Magazine

Tregnago, Venerdì 21 gennaio 2011 a partire dalle ore 18.00 a Villa de Winckels si terrà la degustazione “Amarone in Villa”. Le cantine della provincia di Verona raccontano e fanno assaporare il proprio vino. Villa de Winckels accompagna la degustazione con un ricco buffet di piatti tipici della tradizione veronese.  L’amarone incontra i sapori della Lessinia. Villa de Winckels, nel piccolo Borgo di Marcemigo a Tregnago vicino a Verona, è un luogo silenzioso, immerso nel verde. Una antica Villa dove potete regalarvi i sapori della tradizione veneta, buon vino e tante emozioni durante una cena o una degustazione. Amarone, questo grande prodotto vinicolo in commercio solo dal Dopoguerra è considerato da molti il vino per eccellenza di Verona. Fino all’appassimento il procedimento di vinificazione è uguale a quello del Recioto. Si diversifica perchè nell’Amarone viene bloccata la fermentazione. Invecchiato cinque anni, risulta essere un vino di grande spessore, secco, con almeno 14° gradi alcolici. L’Amarone è un vino importante che si sposa con forti sapori: formaggi stagionati, selvaggina, arrosti. Da assaggiare il risotto all’Amarone.

AMARONE DELLA VALPOLICELLA

Caratteristiche del AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOC
Colore: ROSSO
Regione: VENETO

Gradazione alcolica complessiva minima: 10,5% Acidita’ totale minima: 5,5 per mille Estratto secco netto minimo: 17 per mille Caratteristiche: Tranquillo, Secco, Novello Colore: rosso rubino chiaro. Odore: vinoso, intenso, fruttato. Sapore: asciutto, sapido, leggermente acidulo, talvolta leggermente frizzante.

 

Vitigno di base: CORVINA O CRUINA
Caratteristiche del vitigno:

Uva a bacca nera è la varietà migliore di Valpolicella e Bardolino , che dà rossi relativamente leggeri e fruttati con una nota ammandorlata .La Corvina o anche Cruina è la varietà più apprezzata per l’appassimento , per la produzione di Amarone e Recioto .

Nella zona collinare tra i 180 e i 280 metri slm della Valpolicella classica l’età media delle viti in produzione è di 28 anni. L’uva viene fatta surmaturare naturalmente nel fruttaio con un calo ponderale mediamente del 40%. Durante la vinificazione è compresa una macerazione di 25 giorni con rimontaggi giornalieri periodici. Rubino luminoso, ma estremamente denso, il naso è giocato su gradevoli toni fruttati di confettura di more e di marasca, corroborati da sentori speziati di liquirizia, rabarbaro e pepe rosa. Il gusto è pieno ed elegante, dal tannino morbidissimo e dal totale richiamo delle note fruttate, bilanciate da una gradevole nuance retrolfattiva ammandorlata. Un grande Amarone. Dopo la vinificazione effettuata in acciaio a temperatura controllata, il vino ha beneficiato di una maturazione in barrique di rovere francese protrattasi per 19 mesi, cui ha fatto seguito una permanenza in botti grandi di 6 mesi. Lungo affinamento in bottiglia di 14 mesi Tradizionalmente viene abbinato a piatti a base di selvaggina, carne alla brace, brasati e formaggi di lunga stagionatura. Grazie a sentori di appassimento delle uve, l’Amarone può essere anche abbinato a piatti originali dai sapori agrodolci. Si consiglia di servire ad una temperatura non inferiore ai 17°C e di aprire la bottiglia almeno un’ora prima della degustazione

 

LE CANTINE PRESENTI E I PRODOTTI TIPICI:  Allegrini  – Antolini – Begali – Bertani – Ca’ Rugate – Corte Sant’Alda – Dal Forno – Decima Aurea – Fasoli Gino –Ferragù –Garbole –Latium – Marion – Massimago –Mazzi – Monte Cariano – Monte Zovo – Novaia – Roccolo Grassi – Ruffo Ernesto – Speri –Tedeschi – Tenuta Chiccheri – Tenuta S. Antonio – Terre di Leone – Terre di Pietra – Tezza – Villa Erbice – Viviani – Zanoni –Zyme

Prodotti Tipici e Gastronomia:  Riseria Ferron – Malga Faggioli – Prosciuttificio Soave -Zeno Gelato e Cioccolato – Damoli Prodotti Gastronomici

 italia da gustare   gustare l’italia

Articolo precedenteIL REGALO IDEALE PER LA VOSTRA DOLCE METÀ… UN’INDIMENTICABILE SAN VALENTINO NELLA CITTÀ DI MOZART!
Articolo successivoLAZIO. ROMA. AL VIA I GRANDI RESTAURI DEL COLOSSEO. SIGLATO L’ACCORDO TRA IL MiBAC e lo sponsor Tod’s