FAMIGLIA CONTINI
Famiglia Contini

Si chiude positivamente l’edizione 2013 di Vinitaly per la Famiglia Cottini,

detentrice dei brand Montezovo, Villa Annaberta e Palazzo Maffei. In occasione della manifestazione vinicola internazionale tenutasi a Verona lo scorso 7-10 Aprile le novità presentate sono state principalmente due: una in materia green ed ecosostenibilità e la seconda legata ai nuovi prodotti vinicoli. L’azienda Montezovo è orgogliosa di annunciare di essere  la prima  azienda vinicola al mondo ad essere certificata “Biodiversity Friend” Biodiversity Friend (www.biodiversityfriend.org) è

la prima certificazione  che valuta la conservazione della biodiversità in agricoltura  . Il grado di difficoltà nell’ottenerla è dato dal fatto che l’ente certificatore valuta l’efficacia gestionale e la responsabilità ambientale attraverso l’analisi della qualità di suolo, acqua e aria, basata su metodi di biomonitoraggio riconosciuti dalla comunità scientifica, che consistono nel monitorare la presenza di organismi (animali, invertebrati, ecc..) definiti “spie dell’inquinamento” poichè sono fra gli organismi più sensibili al degrado ambientale.BOTTI MERCIER Un ambiente più ricco di biodiversità è un ambiente più sano, che offre prodotti di qualità, dotati di proprietà organolettiche migliori. Offrire al consumatore un prodotto che proviene da un’azienda “Amica della biodiversità” significa fornire garanzie che quel prodotto è stato coltivato in agrosistemi con elevato grado di naturalità e con processi produttivi ad impatto minimo sull’ambiente. Le novità di prodotto 2013, invece, riguardano i nuovi bianchi d’alta quota  firmati Montezovo: Il Sauvignon e il Cà linverno . Questi due vini sono prodotti nel vigneto più alto di Verona (800 mt) e sono il risultato di innovativi sistemi di sperimentazione e di lavorazione portati avanti negli anni dalla Famiglia Cottini con passione e dedizione. Il Cà linverno è un vino unico nel suo genere, uno dei prodotti di punta del marchio Montezovo, nato da un’intuizione di Diego Cottini. La versione in bianco è il risultato del blend di uve bianche aromatiche, Sauvignon e Muller Thurgau, assemblate con uve Garganega, sulle quali viene applicata l’ormai collaudata tecnica di appassimento in pianta, tecnica ideata da Diego Cottini e finora applicata unicamente nella produzione di vini rossi. Il Bianco del Veneto è un Sauvignon in purezza dalla persistenza aromatica molto intensa ed è il risultato di un lungo e minuzioso processo ideato dalla Famiglia Cottini più di 20 anni fa, ora applicato anche alle uve d’alta quota per un risultato dal gusto asciutto e vellutato. Una filosofia innovativa orientata sempre più ad un consumo di qualità ma sostenibile, nel rispetto delle risorse e dell’ambiente, ma anche a tutela del consumatore finale.

CALINVERNO COTTINILA PRIMA AZIENDA VINICOLA AL MONDO CERTIFICATA BIODIVERSITY: MONTEZOVO è BLUE ECONOMY

Az.Agricola Monte Zovo di Cottini Diego e Figli S.s. Loc. Zovo, 23 – 37013 Caprino Veronese – Verona  Tel: +39 045 7281301 –info@montezovo.com – www.montezovo.com

Terzomillennium press office: Elisa Andreatta elisa@terzomillennium.net – T.045 6050601

 

Articolo precedenteMILANO A PALAZZO REALE MOSTRA “ALFRED HITCHCOCK”
Articolo successivoA Milano il riso Ecori e vini Citra per una serata al The Hub Hotel