polenta e frico
Polenta E Frico

Il frico è una delle tante specialità della cucina friulana che non bisogna assolutamente lasciarsi scappare e, nello specifico, si tratta di un tortino di formaggi da gusto particolarmente intenso. Solitamente accostato alla polenta, in modo da creare un piatto unico e saporito, si accompagna in genere a vini dal gusto morbido e leggero come il pinot nero che potete trovare, ad esempio, tra i vini rossi dell’Alto Adige in offerta su Tannico, scegliendo quindi la cantina che preferite e facendovi spedire le bottiglie direttamente a casa. Un vino con queste caratteristiche, infatti, aiuterà ad apprezzare a pieno i sapori di questo ricco piatto.

Nato intorno alla metà del ‘400, la prima ricetta del frico si trova nel “Libro de arte coquinaria” del cuoco Maestro Martino. Quest’ultimo preparava al Patriarca di Aquieleia Trevisan il “Caso in patellecte”, composto da formaggio grasso tagliato in piccole fette, strutto fresco e, per condire, delle spezie o delle erbe. Alcune fonti rivelano però come in realtà il frico sia stato in antichità il pasto dei contadini durante il lavoro, e la variante più croccante era invece mangiata dai boscaioli grazie alla sua facile trasportabilità sulle montagne.

Molto interessante è invece l’ultima storia relativa alla nascita del frico, che riguarda il patrono della città di Udine, ovvero Sant’Ermacora. Secondo questa teoria, quando il santo andò in Friuli per portare la parola di Gesù arrivò in Carnia, dove chiese, in una casa della campagna, cibo e riparo. Il padrone diede quindi al santo una fetta di polenta, una ciotola di siero e del formaggio quando Sant’Ermacora chiese di mettere di nuovo sul fuoco il siero. In seguito fu quindi aggiunta acqua fredda, caglio e aceto. L’aggiunta finale della ricotta del pastore per rendere il tutto meno scottante diete quindi vita al frico.

Ingredienti del frico

Passiamo ora a vedere quali sono gli ingredienti:

  • 700 grammi di patate pesate
  • 100 grammi di formaggio Montasio
  • 150 grammi di formaggi fresco tipo asiago
  • 100 grammi di formaggio di media stagionatura
  • Sale
  • Pepe
  • 2 cipolle
  • Olio extravergine

Preparazione

Per preparare il frico basta semplicemente rispettare questo procedimento:

1. Grattugiate o tagliate il formaggio formando dei cubetti

2. Pelate le patate e poi mettetele in una pentola e copritela di acqua fredda, aggiungendo un pugno di sale

3. Una volta portato tutto in ebollizione e quando saranno cotte, scolatele e schiacciatele con una forchetta

4. Affettate la cipolla, facendola rosolare in una padella larga circa 25 cm con 2 cucchiai di olio o di battuta di lardo

5. Una volta ammorbidita la cipolla, aggiungete patate e formaggi, mescolando tutto ogni 5 minuti

6. A questo punto mantenete il fuoco medio e impastate tutto per 15 minuti

7. Quando il formaggio sarà sciolto, uniformare la parte superiore e poi cuocete a fuoco medio

8. Dopo trenta minuti spegnete il fuoco, mettete il frico su un piatto da portata e servitelo.

 

In alternativa alla bollitura potete:

1. Rosolare le patate con le cipolle e la battuta di lardo

2. Aggiungete un mestolo di acqua bollente

3. Schiacciate le patate (quando sono ammorbidite) e aggiungete i formaggi

4. Continuate con la cottura

 

Preparare una ricetta tradizionale non è poi così difficile: non resta quindi che dotarsi dei giusti ingredienti, della polenta e di un buon vino per poterla gustare a pieno.