Sorriso r

Un sorriso rappresenta un bel biglietto da visita in qualsiasi campo della vita, da quello lavorativo a quello sentimentale. Ecco perché sapere di avere dei denti in disordine, sporchi o imperfetti, può diventare un vero e proprio problema psicologico per molte persone.

L’importanza di un controllo regolare

Il benessere dei nostri denti, in primis arriva dalla prevenzione e dalle buone abitudini: lavarsi spesso i denti, utilizzare collutorio, dentifricio e spazzolino adatti, ma soprattutto sottoporsi a visite periodiche dal dentista.

Potranno anche sembrare un appuntamento sgradevole, ma sono l’unico metodo davvero efficace per assicurarsi dei denti belli e sani: non bisognerebbe arrivare dal dentista solo a mali estremi, ma pianificare controlli regolari, così da evitare situazioni irreparabili.

Se tuttavia ciò dovesse succedere, meglio non aspettare e recarsi da uno specialista quanto prima.
Studio dentisticoUn dente che fa male è un campanello d’allarme che va ascoltato e che può rivelarsi sintomo di diversi problemi, ma ci sono delle volte in cui i difetti ai denti sono semplicemente congeniti.

Ad esempio nel caso della malocclusione, la quale consiste nella mancanza di allineamento tra l’arcata inferiore dei denti e quella superiore: una simile problematica può essere trattata ad esempio attraverso degli allineatori dentali. Una volta ancora, per quanto portare un apparecchio risulti antipatico, il tempismo sarà essenziale: prima lo si mette, prima verrà tolto e il difetto risolto. Sarà necessario perciò recarsi il prima possibile presso cliniche specializzate come ad esempio quelle di DR SMILE e prenotare un consulto per un’apparecchio invisibile Milano o in un’altra delle sue tante sedi presenti in Italia.

Assodata l’importanza dei controlli periodici, vi sono poi tutta una serie di sane abitudini da adottare per mantenere dei denti sani e belli

Lavare i denti nella maniera corretta

Il modo in cui i denti vengono lavati (è consigliabile farlo due volte al giorno, ovvero mattina e sera dopo i pasti) non va affatto sottovalutato. Spazzolare troppo forte è un errore commesso da molti: ciò non aiuterà a pulire meglio la dentatura, ma al contrario potrebbe eroderne lo smalto.

Il modo giusto di lavare i denti comprende anche il lavaggio delle gengive, le quali vanno spazzolate delicatamente per evitare insorgenze di tartaro e gengivite (queste ultime verranno ripulite fino in fondo soltanto durante le sedute dentistiche).

Importante passare il filo interdentale dai denti, che completerà la pulizia eliminando anche i residui più ostici, mentre integrare i risciacqui col collutorio (mai sceglierne di troppo aggressivi) in questa routine, eliminerà eventuali batteri che possono attaccare denti e gengive.

Curare l’alimentazione

Anche la routine alimentare ha un ruolo preponderante nella salute dei denti, a cominciare dalla presenza di troppi alimenti contenenti zuccheri, i quali favoriscono la carie ma corrodono anche lo smalto, proprio come i cibi troppo acidi. Ricordiamo inoltre che il calcio è il diretto responsabile della salute dentale e che la carenza dello stesso potrebbe rivelarsi pericolosa.

Dopo alimentazione ed igiene, occorre concentrarsi sulla scelta del dentifricio giusto (meglio se non contiene solfati e possiede ingredienti naturali) senza farsi distrarre solo da quelli sbiancanti: per uno sbiancamento dello smalto ben fatto, è preferibile rivolgersi ad un professionista ed evitare il fai da te.

In conclusione, per avere dei denti belli e sani è importante dedicarvici le giuste attenzioni nella vita di tutti giorni e realizzare visite periodiche presso professionisti del settore in modo da intervenire appena possibile in caso necessario.