24orenews Web E Magazine

  
L’autunno genera affaticamento,
malinconia, cali di memoria e
disturbi virali; aiutiamoci con la
natura: ecco i consigli per
affrontare l’autunno al top

 

Con l’arrivo dell’autunno siamo più predisposti ad affaticamento, cali di memoria, malinconia e disturbi virali. In questa stagione il migliore sostegno arriva dalla natura: uva, zucca, rape, barbabietole e cavoli sono ricchi di sali minerali e molto depurativi; le noci invece rigenerano il cervello. L’obiettivo salutistico principale dell’autunno consiste nel disintossicarsi dalle scorie estive che affaticano il metabolismo: per questo, da settembre a novembre, devi prestare attenzione all’attività dei reni, del fegato e del sistema immunitario, oltre a nutrire il sistema nervoso.

 

Depurati con la vite 

Le terapie anti-tossine migliorano l’attività di tutti gli organi interni e la risposta immunitaria: il tuo alleato depurativo è il macerato glicemico di gemme di Vitis vinifera, estratto dai teneri germogli della vite: ha virtù diuretiche, leggermente lassative e antire umatiche.

 

– Il consiglio: 60 gocce la mattina a digiuno in mezzo bicchiere d’acqua, per 3 mesi (da settembre a novembre). 
Le foglie di vite gialle e rosse che trovi nelle vigne sono perfette da sbriciolare nell’acqua del bagno perché sono ricche di carotenoidi e sostante antiossidanti.

 

   Il consiglio: mettine una manciata nella vasca, in un sacchettino di cotone e falle macerare nell’acqua calda, poi immergiti. Dopo il bagno usa qualche goccia di gemmoderivato di vite per massaggiare il corpo.

 

Combatti la malinconia con l’olio di Palmarosa

Il profumo dolce e floreale dell’olio di Palmarosa ha un effetto rilassante a livello della sfera psichica; la sua tollerabilità e capacità di rivitalizzare le cellule della pelle lo rendono prezioso in autunno, quando la pelle soffre gli sbalzi climatici; la sua capacità antibatterica lo rende utile per curare cistiti e disturbi gastrici.

 

  Il consiglio: metti 6 gocce di olio di Palmarosa nell’acqua del bagno. Per tonificare stomaco, fegato e intestino diluiscine 4 gocce in un cucchiaio di olio di oliva da massaggiare sull’addome.

 

I fiori di Bach energizzanti

Succede spesso, in autunno, di attraversare un momento di sfasamento causato dal cambiamento di orari, abitudini e stile di vita. Ecco i fiori di Bach adatti.

trasmette l’energia necessaria per adattarsi con maggiore facilità alle diverse situazioni e ai cambiamenti climatici 
• Mustard risveglia l’allegria nonostante il grigiore delle giornate d’autunno.

 

  Il consiglio. Versa 2 gocce di ogni fiore in una boccetta con contagocce da 30 ml, aggiungi 2 cucchiai di brandy e riempi con acqua minerale naturale. Assumi 4 gocce 4 volte al giorno, per 3 settimane.

 

 

I cibi amici dell’autunno

·         Castagna: dà tono al sistema nervoso. Consumala bollita o arrostita.

·         Zucca: è emolliente e tonifica stomaco e intestino.

·         Cavoli: rassodano i muscoli. Mangiali crudi in insalata 2-3 volte alla settimana.

·         Uva: è una miniera di vitamine e sostanze antiossidanti. Gusta il frutto o bevine il succo centrifugato, preferibilmente di uva nera.

 

·         Rape: sono ricche di sali minerali che aiutano reni e ossa. Mangiale stufate con un filo d’olio di oliva e un pizzico di senape.

 

·         Barbabietole: rigenerano la struttura ematica. Bevine il succo centrifugato 3-4 volte alla settimana

 

  Il consiglio. Per tutto l’autunno sostituisci lo zucchero con i malti, che puoi trovare in erboristeria: sono più saporiti e non ingrassano. Quello d’orzo nutre i tessuti cerebrali e migliora la vista, quello di riso protegge le vie respiratorie, quello di mais drena reni e vescica.

 

 

 

Fonte:riza.set2010

Articolo precedenteGOLF. L’EUROPA VINCE LA 38a EDIZIONE DELLA RYDER CUP
Articolo successivoIL MONDO DELLA MODA SI SPOSTA A PARIGI