apricale mata hari

Ricorda con un video la Contessa de La Tour “la Mata Hari di Apricale”

Una delle storie più misteriose della Liguria

Una delle storie più misteriose della Liguria è quella che si riferisce alla vita della Contessa de La Tour, soprannominata la Mata Hari di Apricale. Ed è proprio qui Apricale, uno dei borghi più belli d’Italia, che domina il Castello della Lucertola, dimora della Contessa  ai bei tempi e parliamo di Belle Epoque.

Il Castello, ancora visitabile, custodisce le mirabilia della donna. Di umili origini, ma di grande intelligenza, fin da giovane età cercò con tutte le sue forze di cambiare il suo destino. Una storia non a lieto fine visto che l’unico uomo che la ebbe in sposa, soprannominato il Pisano, le tolse la vita a soli 43 anni.

Ma il suo talento e la sua visione la portarono lontano: da Parigi fino a San Pietroburgo alla corte dello Zar di Russia in persona, al tempo del conflitto con il Giappone. Una
storia straordinaria di una donna dall’anima avventuriera, divenuta spia in tempo di guerra. In Russia trovò il vero amore, dopo il primo e sfortunato matrimonio, ed è per questo che chiese un ultimo incontro per annullare il sacramento, che divenne il suo ultimo giorno sulla terra tra i vivi. Si dice che la contessa de la Tour ami ancora vagare
tra le mura del suo castello, vestita con un mantello, ricordando le luminose notti della belle epoque. Una storia che fa meditare ancora oggi sulla condizione femminile e soprattutto su uno dei delitti più infami che possa subire una donna per mano di una persona amata: il  femminicidio.

Il video si riferisce a una performance teatrale dedicata a Cristina Anna Bellomo, a cura di Sophie Lamour attrice appassionata di misteri e di storie al femminile, durante un viaggio avvenuto a ottobre, organizzato dalla Praga Viaggi condotto da Marco
Pepè ovvero il patron del Ghost Tour di Genova. Le riprese in live sono state girate all’interno del Castello della Lucertola dal regista Marino Carmelo.

link video : https://www.youtube.com/watch?v=oPWJncVXlQk&feature=youtu.be&fbclid=IwAR0jzyOY2_78WlgUbB74UP_O9FWIpFH7YvShXaoC1oVDmfeY3aTq6cMndqI

Christian Flammia
a cura di Christian Flammia