24orenews Web E Magazine

L’UOMO «FA CORPO» SEMPRE DI PIÙ CON LA TECNOLOGIA

Roma lunedì 2 dicembre alle ore 18:30 Palazzo Farnese, Piazza Farnese, sede dell’Ambasciata francese nell’ambito dei “Dialoghi del Farnese” e del ciclo di incontri su Leonardo e il progresso MONDO MACCHINA E MONDO VIVENTE, l’Ambasciata di Francia in Italia e l’Institut français Italia hanno invitato a dibatterne quattro esperti relatori dalle diverse professioni: il robotico Antonio Bicchi, l’artista Marco Donnarumma, la psicoanalista Cristina Lindenmeyer e la scrittrice Gaëlle Obiégly.
Nel settore della sanità così come nella vita quotidiana, l’ibridazione uomo-macchina sta accelerando. Protesi, impianti, sensori: l’uomo «fa corpo» sempre di più con la tecnologia e ripara, aumenta, trasforma le sue capacità fisiche e mentali. Il beneficio di queste innovazioni è indiscutibile, eppure non riduce il senso originale d’impotenza e l’illusione di poter in futuro andare oltre i limiti. Su questa base, la cultura del transumanesimo spinge oggi all’estremo l’ideale neo-prometeico su cui si fondano le nostre società, e alimenta le narrazioni – più spesso distopiche che euforiche – della fantascienza.