VERONAFIERE FotoEnnevi NV702710

Inaugura il 23 novembre ed è in programma fino al 24 compreso B/Open, la fiera b2b dedicata al bio food e al natural self-care, sulla piattaforma digitale di Veronafiere
(www.b-opentrade.com).

B Open logo digital edition

Grazie alla tecnologia B/Open diventa uno spazio virtuale volto a creare un network fra i professionisti del settore del biologico, con finalità di incontro, formazione, business, confronto e crescita tra gli addetti ai lavori di un comparto che il Green Deal europeo ha riconosciuto come strategico per il futuro della stessa Unione europea, per la tutela dell’ambiente, del paesaggio e del territorio e per il contrasto ai cambiamenti climatici.

Sono 76 le realtà, tra produttori, trasformatori, enti certificatori ed editoria specializzata, che avevano aderito alla versione in presenza di B/Open e che ora sarà possibile incontrare su questo spazio virtuale. Si tratta di aziende selezionate per una fiera esclusivamente b2b, tra cui Girolomoni, Pastificio IRIS-A.s.t.r.a. Bio, Antico Molino Rosso, Lattebusche, Ca’ Verde, Acqua Sant’Anna, Phyto Garda, Larico e molte altre.

Sulla piattaforma viene trasferito anche il programma dei convegni di B/Open, mirati ad approfondire tematiche specifiche del settore bio food e natural self-care, grazie alla collaborazione con istituzioni, enti certificatori, partner internazionali, istituti e laboratori di ricerca, gruppi editoriali.

Il programma convegni di B/Open apre il 23 novembre alle 10 con un appuntamento dal titolo Green Deal, la corsa al bio. Italia: da 2 a 3 milioni di ettari in 10 anni. Policy, strumenti e sfide per il raggiungimento degli obiettivi Ue al 2030 in cui viene chiesto all’Unione europea, Ministero delle Politiche agricole (invitata il ministro Teresa Bellanova) e ai principali attori del settore di raccontare policy, strumenti e sfide per il raggiungimento degli obiettivi UE al 2030. Moderato dall’on. Paolo De Castro, vedrà inoltre la presenza di Ismea, Crea, Regione Veneto nonché dei rappresentanti dei produttori, trasformatori e ODC del settore del bio.

Da una partnership con “BIOrganicLifestyle.EU” -un progetto internazionale, proposto dai maggiori enti del settore agroalimentare biologico italiano ed olandese per rafforzare la considerazione del settore agroalimentare biologico europeo in tre mercati interni (Germania, Italia e Francia) e incrementare la quota dei prodotti biologici sul mercato europeo, evidenziandone le caratteristiche specifiche- e dalla collaborazione con le più importanti istituzioni italiane nell’ambito del bio food e del natural self-care, nascono 5 convegni dell’intero programma: Democratizzazione o specialty?
L’evoluzione bio in GDO (23 novembre ore 16), Nuovi materiali ecocompatibili per il food (24 novembre ore 10), Bio e free from nella ristorazione (24 novembre ore 10), Dal produttore al consumatore: come bilanciare offerta e domanda verso il 25% biologico nel 2030 (24 novembre ore 14), Le opportunità di business nel settore degli alimenti biologici: aspetti normativi, etichettatura, distribuzione in Italia e all’estero (24 novembre ore 16).

Confermata la presenza sulla piattaforma digitale di buyer provenienti da Austria e Balcani, Germania, Francia, Danimarca, Svizzera, Slovenia, Albania, Turchia, Usa, Canada e India grazie alla collaborazione con l’Ice – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e la rete dei delegati di Veronafiere all’estero.

SCOPRI IL PROGRAMMA CONVEGNI

CONSULTA L’ELENCO ESPOSITORI

B/Open si terrà in contemporanea a Wine2Wine Exhibition che si svolgerà sulla stessa piattaforma digitale dal 22 al 24 novembre.