LEONARDO PINTO
Leonardo Pinto

Il giro del mondo in 8 Rum” Rinaldi 1957

La seconda Masterclass con Leonardo Pinto

 

Quanto interessante fosse il mondo del rum è emerso grazie alle parole di Leonardo Pinto, uno dei massimi esperti italiani di questo distillato. La storia e la produzione del rum possono aprire le porte di un mondo affascinante e variopinto, come i molti paesi che ne sono diventati produttori. Particolarità di questo distillato è infatti proprio la sua articolata provenienza che ne ha reso ancor più difficile la storia e ne rende, oggi, impossibile una regolamentazione universalmente valida. Con questa prima delle tappe virtuali de “Il giro del mondo in 8 rum” è stata riportata attenzione soprattutto sull’aspetto del terroir di otto rum, distribuiti da Rinaldi 1957 di Bologna. L’allargamento ad altre zone produttive rispetto alle classiche votate al Rum è un trend importante (trasversale a molti liquori e spirit) che “Rinaldi 1957” ha saputo cogliere, diventando un riferimento per la selezione di prodotti prestigiosi. La società Bolognese vuole far conoscere al pubblico interessato al Rum, prodotti, storie e persone vere che dedicano il loro tempo alla realizzazione di un sogno produttivo legato alla meravigliosa canna da zucchero, grazie all’analisi dei metodi di distillazione ed invecchiamento, del clima, dell’ubicazione geografica e del master blender, tra gli altri aspetti.

In tutto sono diventati 16 i brand della categoria presenti in portafoglio, comprendendo i lanci HSE Habitation Saint Etienne (Martinica), La Progresiva e Black Tears (Cuba), Mauricia, Emperor e Lazy Dodo (Mauritius), Coloma (Colombia), Matugga (Uganda), Maya (El Salvador), Whisper (Antigua), Naga (Indonesia), Panama 1914 (Panama). Storici per Rinaldi Barbancourt (Haiti), Centenario (Costa Rica). Richiestissimo il Don Papa (Filippine). Da tutto il mondo la collezione “Maison du Rhum”.

La spiegazione guidata da Leonardo Pinto ha visto partecipare i seguenti ultimi rum.

 

CENTENARIO 18 ANNI SOLERA

Centenario: è il rum nazionale della Costa Rica

FANAL: acronimo della distilleria “Fabrica National de Liquor”, fondata nel 1850

Solera: metodo di affinamento del rum Centenario, che viene fatto a Curridabat (San Josè) a 1300 m s.l.m

Donna: la master blender è Susana Masis dal 1985

  • Selezione della canna da zucchero proviene dal Centro America, sono di due varietà Castilla e Creolla
  • Produzione della melassa
  • Processo di FERMENTAZIONE CONTROLLATA
  • Processo di distillazione CONTINUA in ALAMBICCO A COLONNA
  • Riduzione del grado alcolico con acqua fino a 55% vol.
  • Affinamento secondo il METODO SOLERA che prevede la miscelazione di rum di diversi invecchiamenti, in più botti di rovere, che precedentemente ospitavano bourbon, sherry e porto, ad un’altitudine di 1300 m s.l.m. 

Centenario 20  

  • Gradazione: 40% vol. (70 cl.)
  • Origine della materia prima : Centro America.
  • Distillazione e affinamento: Costa Rica.
  • Metodo solera: blend di invecchiamenti sino a 20 anni.  
  • Al naso: aroma di vaniglia, accenni di brandy e frutta matura (mela e ciliegia).
  • In bocca: morbido, tendente al dolce. Note di vaniglia e ananas.
  • Nel finale: vellutato e persistente.

LA PROGRESIVA DE VIGIA 13

Raccolta della canna da zucchero 100% cubana.

Creazione della melassa secondo metodi tradizionali da quattro mulini nella provincia di Ciego de Avila, vicino alla costa Nord di Cuba. Fermentazione della melassa totalmente spontanea 

Distillazione: viene prodotta aguardiente da alambicchi in colonne di rame a circa 75% Vol. dalla distilleria Varona, produttrice di rum dal 1577

Primo invecchiamento: a 2 anni nella nostra Bodega a Ciego de Avila, in botti di rovere bianco ex bourbon.

Questo è stato il primo Premium Rum creato dopo la rivoluzione e inizialmente le bottiglie numerate erano dedicate ai Capi di Stato e ad alcuni eletti. Infatti la cantina di invecchiamento, che ha botti vecchie anche 250 anni, è situata a La Havana. L’aumento della domanda ha richiesto l’integrazione di una cantina aggiuntiva. Dopo anni di ricerche ci siamo imbattuti in una cantina di circa 6.700 botti che era stata trascurata a seguito di un uragano. La cantina Vigia prende il nome dalla sua posizione vicino alla Finca Vigia (che significa Vedetta) vicino al villaggio di Nauyu. Master Blender: Marta San Nicolas.

Curiosità: 13 come il giorno in cui la Rivoluzione cubana iniziò (13 marzo 1957), come i giorni di durata della crisi missilistica con gli Stati Uniti e come il giorno di nascita di Fidel Castro.

Dal 1999 l’azienda Rinaldi commercializza direttamente un qualificatissimo assortimento di vini italiani e stranieri, di medio-alto profilo ma anche di grande bevibilità, capaci di rappresentare il loro territorio, tra cui lo Champagne Jacquart, gli Spumanti Franciacorta La Montina e il Prosecco Valdobbiadene e DOC “Serre di Pederiva” e un ricco portafoglio di prodotti italiani d’eccellenza, tra cui si possono trovare i vini dell’aziendaH.Lun, la più antica cantina privata dell’Alto Adige, i vini del cuore del Chianti di Castello Vicchiomaggio, il Verdicchio di Matelica della cantina Belisario, o il Barolo Monvigliero della cantina di Pietro Rinaldi. Questi sono solo alcuni dei preziosi prodotti distribuiti in Italia da questa importante realtà e se ne possono trovare molti altri consultando la parte dedicata del sito web dell’azienda: Concilio, Branko, Valpantena, Gaggioli, Villa di Corlo, Celli, Le Lupinaie, Poggio Rubino, Casa di Terra, Contesa, Marianna, Poderi Parpinello e le birre artigianali Apec.  

L’azienda è presente su Facebook e Instagram dal 2017 proprio come “Rinaldi 1957”, nome che è stato poi è andato sempre più a identificare la nuova realtà societaria