Statue dAnimo
Statue Danimo

Cagliari. Grande successo ha ottenuto l’inaugurazione della Mostra Personale di Maria Jole Serreli, riscontrando la partecipazione e l’entusiasmo di un grande pubblico doppiamente coinvolto dall’esposizione pittorica e sclutorea dell’artista e dalla estemporanea installazione “Preghiere obbligate” creata in un’azione congiunta e sincronica con la  performance di Noemi Medas. 

Le sofferenze della donna hanno preso vita, carne e ossa, ho legato a parole del passato, Preghiere obbligate di bimba, scritte in piccoli fogli antichi. Nella piccola sedia, la lana rossa simboleggia il legame terreno, catene invisibili di sofferenza, che, un bimbo ha liberato” (Maria Jole Serreli).

L’artista sarda, dopo la penisola e l’estero, torna finalmente a esporre le sue opere nell’Isola. Saranno due le collezioni che verranno presentate nei locali espositivi dell’Hotel Regina Margherita. “Images of Joy”, serie pittorica creata tra il 2010 e il 2011 che, grazie alla curatrice Nadia Spita, ha avuto modo di prender piede in modo impetuoso fra i collezionisti di Londra, e “Statue d’Animo – Il mio Presepe” una produzione scultorea composta da 30 opere, creata nel 2006 e conclusa nel 2013. Quest’ultima rappresenta la sofferenza e i mali astratti, un vero e proprio cammino terreno dell’essere umano tra paure e bisogni, mentre la serie pittorica diventa l’emblema dell’uscita dallo stato della sofferenza ad una vera e propria esplosione di colori e di gioia. Maria Jole Serreli interconnette quindi le due produzioni in modo inscindibile, fa’ diventare le due situazioni rappresentate una la soluzione dell’altra, l’uscita dalla crisi, in modo suggestivo, simbolico e mai banale. “Dalla Terra i Primordi” simboleggia precisamente l’elemento e il principio da cui sono nate concettualmente e materialmente le Statue d’Animo, “nell’Acqua la Gioia” raffigura invece la componente nel quale i sofferenti granelli di Terra vanno a sciogliersi in un oceano infinito di Gioia e colori assumendo nuovi significati.Foto performance Noemi Medas

L’evento è sponsorizzato dall’Hotel Regina Margherita e dalla cantina Su Cuppoi di Terralba. Per l’occasione verrà presentato Velludu, uno dei vini della cantina, dal sommelier professionista Roberto Pisano, insegnante dell’Associazione Italiana Sommelier.

La direzione artistica del progetto è stata curata da Fabio Costantino Macis.

Parte dei proventi verrà devoluta a In Your Shoes, progetto dedicato alla raccolta fondi per i progetti a Bangui di Emergency UK; un’altra parte sarà destinata a favore delle popolazioni del territorio di Terralba  gravemente colpite dall’alluvione nel mese di novembre scorso. 

Foto incontro con la MinistraProprio qualche giorno prima che la calamità si abbattesse su Terralba, una delle Dee Madri della produzione artistica “Statue d’Animo” è stata donata dall’Amministrazione Comunale alla Ministra per l’Integrazione Cécile Kyenge in visita nel paese per la costituzione della Consulta dei migranti, per l’occasione l’artista ha avuto l’onore di consegnare personalmente la sua scultura alla Ministra.

Articolo precedenteIGLESIAS. AL VIA IL FESTIVAL DELLA STORIA 2013
Articolo successivoSASSARI. ALLA FRUMENTARIA SI SCOPRONO I CELESTI NOTTURNI