Human Dog Milano
Human Dog Milano

Mostra fotografica

CASTELLO SFORZESCO Portico Cortile della Rocchetta

Inaugurazione 19 maggio ore 17

Tutti i giorni dalle ore 7 alle ore 19 ingresso gratuito

Dal 19 maggio al 19 giugno 2016

 

 

 

 

Davide Potenza - Silvia Redigolo

Stefano Carboni

Human Dog  vi aspetta al Castello Sforzesco giovedì 19 maggio alle 17 per l’inaugurazione della mostra fotografica di Silvia Amodio. La mostra sarà poi visitabile gratuitamente tutti i giorni dalle ore 7 alle ore 19 fino al 19 giugno 2016.

Il 13 e il 14 febbraio 2016, Coop Lombardia, La lega Nazionale del Cane e Radio Bau di Radio Montecarlo, con il patrocinio del Comune di Milano, hanno deciso di celebrare la giornata degli innamorati lanciando l’idea di un set fotografico completamente dedicato al migliore amico dell’uomo: il cane.

Centinaia di persone hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa, ospitata nella romantica cornice del Castello Sforzesco, sfilando con il proprio fedele (è proprio il caso di dirlo) amico a quattro zampe. Il risultato è andato oltre ogni più rosea previsione: oltre 140 sono state le fotografie, catturate dallo stile inconfondibile e sensibile della fotografa e giornalista Silvia Amodio, autrice nota anche per il suo impegno sociale e i suoi progetti zoo antropologici.

E sarà proprio presso il Castello Sforzesco, nella bellissima cornice del Cortile della Rocchetta, che Coop Lombardia, La lega Nazionale del Cane e Radio Bau di Radio Montecarlo restituiranno alla cittadinanza una selezione di questi scatti, attraverso una mostra dal titolo HUMANDOG, che sarà inaugurata il 19 maggio alle ore 17.

Il lavoro completo sarà inoltre pubblicato all’interno di un catalogo arricchito dai testi di alcuni noti autori, tra i quali Moni Ovadia, Roberto Marchesini, Elio Fiorucci e Chiara Oggioni Tiepolo.

HUMANDOG è una sorta di vero e proprio “censimento”, un racconto della presenza trasversale del cane nelle nostre famiglie.

Il lavoro offre, inoltre, lo spunto per riflettere anche sull’idea di famiglia – tema molto attuale in questo momento storico – il cui più profondo significato si può sintetizzare nell’osservazione di questi scatti dai quali emerge un’idea di amore e di rispetto reciproco. 

Single, anziani, famiglie “tradizionali” e famiglie composte di persone dello stesso sesso: tutti si sono prestati per questa sorta di “gioco” e hanno posato con entusiasmo, raccontandoci la loro visione sull’amore e la loro relazione “speciale”, quella tra l’uomo e il proprio cane, relazione che dura da oltre 15 mila anni.

Troppo spesso, però, ci dimentichiamo del ruolo che il cane ha avuto nella nostra evoluzione culturale e, grazie a questo progetto, intendiamo rendergli omaggio e ricordare che rispettare gli altri esseri viventi e prendersi cura dell’ambiente – di cui dobbiamo essere i custodi e non i saccheggiatori – significa prendersi cura di noi stessi.

In occasione della mostra, saranno presentate anche le tavole che i ragazzi della Scuola del Fumetto di Milano hanno realizzato appositamente per questa iniziativa, prendendo come spunto il tema dell’abbandono.

I lavori più interessanti diventeranno la campagna istituzionale della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, ente in prima linea per contrastare il triste fenomeno.

Secondo l’ultimo rapporto Eurispes, il 43,3%, degli italiani vive con un animale domestico, per la maggior parte cani (60,8%) e gatti (49,3 %), che sono considerati membri della famiglia a tutti gli effetti. Nonostante la crisi, i proprietari spendono molto per i propri amici a quattro zampe, tanto da rendere il settore del pet food un vero e proprio business.

Le complesse dinamiche che regolano il rapporto tra l’uomo e gli animali sono un fenomeno che merita la nostra attenzione, soprattutto in una grande città come Milano, dove la convivenza tra cittadini e quattro zampe non è sempre facile. E se da una parte amare gli animali e avere rispetto e compassione per loro sono atteggiamenti giusti, dall’altra questi non possono prescindere dal rispettare la natura e le specifiche individualità di ciascuno.

Il legame dell’uomo con il cane si perde nella notte dei tempi e rafforzandosi nei millenni è diventato oggi più solido più che mai.

In questo progetto fotografico il cane diventa il testimone di una società che cambia e che si trasforma velocemente: sono sempre più numerosi i single che vivono in compagnia di un animale e le coppie che dopo una separazione gestiscono insieme il cane e/o i figli. Su tutti vi sono sicuramente gli anziani che, spesso, rimasti soli, hanno come unico riferimento affettivo proprio un pet che per loro incarna l’idea di famiglia.

In collaborazione con Radio Bau di Radio Montecarlo e con la Lega Nazionale del Cane.

Per Info:

ufficiostampa@lombardia.coop.it,

redazioneweb@legadelcane.org,

www.alimentalamore.it