Dalida Borri -oro
Dalida Borri Oro

PERUGIA   –   PRIMA BIENNALE 

dal 1° al 16 ottobre 20016  

al Centro espositivo della “Rocca Paolina” 

 

Prima Biennale arte contemporanea Città di Perugia. La Biennale 2.0 Arte e Web Social Network. Partecipano all’esposizione circa 130 artisti. Inaugurazione sabato 1° ottobre.

 

Perugia (Umbria – Italia) – Si svolge dal 1° al 16 ottobre la prima Biennale d’Arte Internazionale “Città di Perugia” ad ingresso libero. L’esposizione è allestita negli spazi del Centro espositivo “Rocca Paolina”, in pieno centro della città umbra. Sono circa 130 gli artisti che partecipano alle varie sezioni e mostre all’interno della Biennale allestita in un percorso che si sviluppa all’interno del monumentale e suggestivo spazio della Rocca Paolina, in circa 600 metri quadrati. L’inaugurazione è sabato 1° ottobre alle ore 17.00. Comicz opera 6La Biennale è sostenuta dalla Fondazione culturale “Luciano Boccardini” di Perugia, con il patrocinio della Provincia di Perugia. Queste le sezioni: pittura, scultura, installazioni, disegno su carta e grafica, arte digitale, arte fotografica. 

La Biennale Città di Perugia è una Biennale 2.0 Arte e Web Social Network, ovvero, come affermano le curatrici Marinella Ambrogi e Patrizia Mari, una ‘esposizione condivisa’ – “‘Share’ è stato l’approccio il metodo ed è il movente che ci ha portato alla realizzazione della Prima Biennale di arte Contemporanea “Città di Perugia”, in quanto Artisti ed Ideatori del progetto hanno “condiviso” l’idea fondante, quella di riportare l’Artista, con le sue “creazioni”, frutto della propria personalità e di un bagaglio culturale “unico ed irripetibile”, ad essere il protagonista della contemporaneità. Si, perché se nella rete tutto è accessibile e vorace allo stesso tempo, è proprio dalla rete che possono emergere quelle sinergie ed empatie che uniscono le persone ed i soggetti in un comune obiettivo, che può durare nel tempo.

confine tra i pianeti Gio e ArtuLe singole specializzazioni oggi non bastano c’è bisogno di più specializzazioni che dialogano tra loro. Questo è accaduto sin dall’inizio di questo progetto e ci ha permesso di perseguire una finalità comune: proporre una esposizione “libera”, non schematizzata ed oligarchica”. Trentasei gli artisti, con nomi di rilievo a livello nazionale ed internazionale, che esporranno le proprie opere. Katarina Alivojvodic , Yelitza Altamirano Valle, Maria Chiara Arconte, Turi Avola, Pierluigi Bellacci, Piero Boni, David Booker, Igor Boza Borozan, Dalida Borri, Adriana Cardelli, Roberto Carnevali, Domenico Carpagnano, Hisu Choi, Malgorzata Chomicz, Antonio Conte, Michèle Demarque, Pedro García Espinosa, Giacobbe Giusti, Gerda Hegedus, Rolf Horstmann, Signe Ingeborg Sorensen, Silvia Jafisco, Luca Lavagetto, Antonella Maranga, Maura Menichetti, Vincenzo Milione, Inta Ruka, Letizia Sani, Ugo Savoia, Heinz Schmidt, Attila Schwanz, Anna Scopetta, Roberta Serenari, Maurizio Sodano, Antonio Tramontano, Alessandro Zangarelli.La scimmia  Borozan

Letizia Sani-batticuore

 

 

 

 

 

 

 

 

Alla Biennale di Perugia parteciperanno, inoltre, molti altri artisti: nello spazio “Atelier spazi creativi”, dove verranno presentati i lavori di cinque artisti che oggi svolgono la propria attività a Perugia (Jose Carlos Araoz, Massimo Boccardini, Simone Di Stefano, Marco Tuteri).

piero boni

 

 

 

 

 

 

 

 

Ci sarà poi lo spazio “Oltre la Biennale” dove due importanti centri italiani, l’ANGA (Associazione Nazionale Genitori

Soggetti Autistici) 

Umbria Onlus che presenterà una collettiva di pittura di giovani che frequentano il centro, a cura di Serena Cavallini e Anna Belardinelli.scopetta anna 1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Presente anche il Cfs Adams (Associazione Culturale Centro Sperimentale di Fotografia Adams) di Roma, che presenteranno cinque mostre e precisamente: la Mostra fotografica “Ritratto di Famiglia” di Gaia Adducchio, la Mostra fotografica “Terra, luce e carne” di Gabriele Agostini e Marco Di Meo, una esposizione di ceramiche di Daniela Vacca, la Mostra collettiva fotografica “Il volto e la maschera”, “Teatro dell’ombra”, “Lampi, turbini e deflagrazione”, a cura degli studenti del Cfs Adams, che ha coinvolto più di 80 studenti del centro e la “Mostra di Riccardo”, 12 anni, il cui unico modo di comunicare del ragazzo è attraverso le immagini fotografiche. 

 Malgorzata Chomicz