MILANO MOSTRE
Milano Mostre

SCELTE PER VOI – MOSTRE A MILANO

FEBBRAIO 2020

Tratto da:

Milano 24orenews

Cover MI24 Gen-Feb 2020

GEORGES DE LA TOUR. L’EUROPA DELLA LUCE

7 Febbraio – 7 Giugno 2020 | Palazzo Reale

Un suggestivo percorso espositivo, tra più di trenta opere provenienti dalle più importanti istituzioni americane e lo stile del pittore francese, uno dei maestri più importanti del chiaroscuro, effetto artistico di luce che ha caratterizzato l’epoca barocca, spesso paragonato a Caravaggio. Sconosciuto per più di due secoli, fu “riscoperto” da Herman Voss, un grande studioso tedesco che, nel 1915, scrisse un articolo per attribuirgli due dipinti. La sua pittura è caratterizzata da un profondo contrasto tra i temi “diurni”, crudamente realistici, che ci mostrano un’esistenza senza filtri, con volti segnati dalla povertà e dall’inesorabile trascorrere del tempo e i temi “notturni” con splendide figure illuminate dalla luce di una candela: modelli assorti, silenziosi, commoventi. Un potente contrasto tra il mondo senza compassione dei “diurni” e la compassionevole rappresentazione delle scene “notturne” che colpisce ancora oggi. La mostra è promossa e prodotta dal Comune di Milano, Palazzo Reale e MondoMostre Skira.

 

CANOVA | THORVALDSEN. LA NASCITA DELLA SCULTURA MODERNA

Fino al 15 marzo 2020 | Gallerie d’Italia

Realizzata da Intesa San Paolo, nella bella sede museale della Banca in Piazza della Scala, la mostra mette a confronto per la prima volta 160 opere – provenienti da vari musei – realizzate da due grandi scultori del neoclassicismo, l’italiano Antonio Canova e il danese Bertel Torvaldsen. In una esposizione altamente suggestiva si snoda la vicenda artistica oltre che umana – con dipinti di loro ritratti, delle loro ‘officine’ – dei due scultori, vissuta in special modo a Roma, mettendone in evidenza le significative disparità nei capolavori pure ispirati agli stessi soggetti della mitologia classica noti in tutto il mondo, come Amore e Psiche, Venere, Paride, Le Grazie.

 

L’INTELLIGENZA NON HA SESSO.

ADRIANA BISI FABBRI E LA RETE DELLE ARTI (1900 – 1918)

Fino all’8 Marzo 2020 | Museo del Novecento

L’esposizione, a cura di Giovanna Ginex e Danka Giacon, si concentra sulla rilettura dell’attività artistica e delle vicende biografiche di Adriana Bisi Fabbri (1881; 1918) e del marito Giannetto Bisi (1881; 1919) entrambi nativi di Ferrara. L’esposizione corre lungo tre linee: la biografia di Adriana, la passione che caratterizza il rapporto con il marito Giannetto che ne sosterrà il percorso artistico per tutta la vita e la fitta rete di relazioni che la coppia ha intessuto con i protagonisti di due decenni di arte italiana del ’900. Oltre duecento opere tra dipinti, disegni, grafiche e materiale documentario costruiscono uno scorcio sulla vita intellettuale di inizio secolo.

 

FRANCESCA TORZO – CHAOSMOS

24 Gen – 29 Mar 2020 | Triennale

È la prima di una serie di mostre dedicate ad alcune delle più innovative e sperimentali figure di artisti, architetti e designer della scena contemporanea italiana e internazionale. Il titolo Chaosmos è una citazione da ‘Finnegans Wake’ di James Joyce per rappresentare il caos che non si oppone ma si interpone al cosmo. Francesca Torzo trasferisce questo concetto nei suoi lavori attraverso un continuo dialogo tra gli opposti – alla costante ricerca di un equilibrio. Nella mostra queste dualità si manifestano nelle due tende da lei progettate in dialogo con gli spazi di Triennale e con volumetrie, tagli prospettici, condizioni di luce – naturale e artificiale – che variano nel corso della giornata.