Varese Design Week 2020
Varese Design Week 2020

Varese Design Week si svolgerà dal 21 al 24 ottobre 2020 in versione phygital

La manifestazione annuncia le nuove date dell’evento dedicato ad arte e design attraverso l’inaugurazione di due mostre fissate per il 9 e 10 giugno 2020

Varese Design Week annuncia le nuove date dell’evento, fissate per il 21/24 ottobre 2020, e nel frattempo scalda i motori con l’inaugurazione di due mostre che iniziano il 9 giugno (fino al 4 luglio) e il 10 giugno (fino a fine ottobre).

Inizialmente fissata per il mese di aprile, la quinta edizione della Varese Design Week ha dovuto cambiare forma e riadattarsi alle norme di sicurezza imposte dall’emergenza sanitaria che il nostro paese sta tuttora attraversando. VDW20 sarà un evento phygital in cui si coniugheranno momenti online con azioni offline come le esposizioni fisiche presso location varesine. La multicanalità sarà il punto di forza della nuova Varese Design Week.

Fedele alla sua vision VDW20 continua a coniugare il mondo dell’arte e del design alla città di Varese che da sempre la ospita.

Così, il primo step è la partenza con un tributo a un luogo storico della città: la Basilica di San Vittore, che nella suggestiva reinterpretazione del pittore Flaviano Zerbetto, diventa immagine simbolo di questa 5° edizione.

L’evento si svolgerà dal 21 al 24 ottobre, ma già in questo mese di giugno proporrà due interessanti anteprime dedicate al tema guida della 5° edizione: Labyrinth.

Il labirinto come focus di due significative mostre d’arte Varese Design Week parte con un evento fisico e uno online: il primo, “URBANBRAIN” è il progetto del gruppo Urbansolid che sarà presentato da Galleria Ghiggini a partire da martedì 9 giugno e visitabile fino al 4 luglio 2020, previo appuntamento.

La mostra è dedicata al “Cervello” come labirinto simbolo della rete Wi-FI: un altro step che si innesta nel “percorso ideale” delineato da VDW che suggerisce un’ulteriore lettura del cervello come labirinto della mente da cui si genera ogni progetto creativo.

Il secondo appuntamento di Giugno è con una mostra virtuale di 25 opere realizzate da altrettanti artisti provenienti da tutto il mondo e selezionati nell’ambito di un contest lanciato da Varese Design Week in collaborazione con la piattaforma online Teelent.

Le opere in mostra sono state scelte da una giuria di professionisti presieduta dal Maestro Marcello Morandini Presidente d’Onore di VDW, affiancato da Nicoletta Romano giornalista, scrittrice e sceneggiatrice, Presidente di VDW, Alessandro Braga fondatore di Teelent e Matteo Dall’Alva giornalista che collabora con Wired & L’Officiel.

Il contest prevedeva la realizzazione di un’opera dedicata al tema del labirinto. Il risultato è stato davvero sorprendente: hanno risposto alla call 276 artisti di 49 diversi Paesi.

Gli organizzatori invitano a visitare la mostra e a diventare coprotagonisti votando l’opera preferita, contribuendo all’elezione del vincitore che sarà proclamato durante l’evento di ottobre. Dal 10 giugno a ottobre sarà possibile visitare la mostra virtuale online a questo link:

https://artspaces.kunstmatrix.com/en/exhibition/1103756/varese-design-week-exhibition

VDW20 una certezza per Varese e una conferma per il panorama nazionale del design.

Nella dichiarazione delle fondatrici di VDW è chiaro l’intento di mantenere viva l’attenzione sul mondo del design e dell’arte così come la volontà di andare avanti, seppur con nuove modalità e con la consapevolezza che la quotidianità è cambiata.

Abbiamo voluto offrirvi un aperitivo virtuale per annunciarvi che la quinta edizione della VDW si terrà online dal 21 al 24 ottobre. Parleremo di design, architettura e filosofia con protagonisti del settore. Per ora vi proponiamo un’anteprima in cui il labirinto è celebrato nella mostra organizzata e curata da Eileen Ghiggini e nel progetto Teelent. Il cervello visto come labirinto della mente è una fucina di idee che sfociano nella creatività, elemento indispensabile del design, oggi più che mai in prima linea a causa dei radicali cambiamenti che l’assalto a sorpresa del Covid ha provocato nelle nostre vite che sono da reinventare. Nella quotidianità prima di tutto. Ecco allora che il design acquisisce la sua principale funzione ossia ideazione e progettazione di oggetti d’uso aventi una reale funzione che ci accompagnano e ci aiutano nella vita di ogni giorno. Design è consapevolezza del presente e capacità di proporre scenari futuri. Ma il nesso tra arte e design è imprescindibile e per questo motivo abbiamo deciso di affidare l’anteprima anche alla mostra d’arte virtuale Labyrinth”.

Le organizzatrici Silvana Barbato, Silvia Giacometti, Nicoletta Romano, Laura Sangiorgi.

VDW20 ha ricevuto il patrocinio e il contributo di Regione Lombardia, il patrocinio del Comune di Varese, della Provincia di Varese, di Camera di Commercio di Varese e il sostegno di Fondazione Comunitaria del Varesotto

Oggi è inserita nel circuito nazionale delle settimane del design con altre prestigiose città italiane, come Matera, Udine, Palermo, Venezia e Firenze.

Tutte le info e gli aggiornamenti su www.varesedesignweek-va.it

A sinistra. Opera da cui è stato realizzato il manifesto per l’edizione 2020. Titolo: “Labirinto Varese” Autore:Flaviano Zerbetto F.to 50×70. L’opera: “Il progetto proposto è un’illustrazione digitale minimalista con prospettiva isometrica che raffigura la basilica di San Vittore a Varese con questi percorsi che danno il concetto di labirinto”

A destra. Artisti: Riccardo Cavalleri e Gabriele Castellani (classe ’78) L’opera: Scultura a forma di cervello realizzata in gesso o cemento, vivacemente colorata e arricchita nella parte superiore da tre strisce indicanti il simbolo della linea internet WI-FI.