Milano Arte Musica
Milano Arte Musica

Milano, dal 2 luglio al 28 agosto 2015

 

Domenica 26 luglio 2015,

ore 9.00, ore 11.00 (S. Messa),

ore 15.00 e ore 18.00

Basilica di Santa Maria della Passione

Via Conservatorio 16, Milano
Tota pulchra es Maria
 Cantori Gregoriani
Fulvio Rampi, direttore

Dopo il successo della precedente edizione, anche quest’anno Milano Arte Musica propone un’intera giornata dedicata ai gioielli del canto gregoriano e ambrosiano, attraverso 3 momenti concertistici e uno liturgico – tutti ad ingresso libero – affidati ai Cantori Gregoriani, diretti da Fulvio Rampi. Si inizia alle ore 9 con “Ecce Virgo Concipiet”, proseguendo alle 11 con la Messa in rito e canto ambrosiano, alle 15 con “Stabat Mater – Regina Coeli”, per terminare alle 18 con “Mater Ecclesiae”.

L’omaggio alla Vergine Maria, comune denominatore dei concerti di oggi, trae ispirazione dallo Sposalizio della Vergine di Raffaello, icona del mese di luglio di Expo in città, il palinsesto culturale in cui si inserisce la nona edizione di Milano Arte Musica.

I tre momenti concertistici oggi presentati delineano un percorso mariano ben connotato, nel quale ritroviamo la figura di Maria che accompagna i momenti salienti della vita del Figlio e dell’esperienza ecclesiale del credente.

Si inizia con un programma che allude al tempo di Avvento-Natale, aperto dal celebre inno Ave maris stella con il suo travolgente susseguirsi di immagini evocative. Si prosegue con l’episodio dell’Annunciazione (Missus est) e con i brani appartenenti alla IV domenica di Avvento, derivati in gran parte dalla cosiddetta Missa Aurea celebrata nelle Quattro Tempora di Avvento (ovvero in prossimità del Natale) e di impronta tipicamente mariana (Ave Maria, Ecce virgo concipiet).

Il Natale è ricordato dall’introito della Messa del giorno, il celebre Puer natus, a cui seguono, in riferimento al medesimo tempo liturgico, i richiami alla Vergine nei responsori Virgo parens Christi, Gaude Maria e nella poetica sequenza Ave mundi spes Maria.

Non fa meraviglia affrontare, in questo stesso programma, richiami al salmo 44 (Vultum tuum, Specie tua, Diffusa est gratia) con la sua riflessione sulla salvezza e la tematica esplicitamente femminile. I brani qui proposti sono altrettante variazioni teologiche e musicali sulla funzione corredentrice di Maria, attenta uditrice della Parola che in lei prende vita.

Chiude questo primo concerto Alma Redemptoris Mater nella versione solenne, l’antifona mariana abbinata al tempo liturgico di Avvento-Natale.

Il programma delle ore 15.00 è un itinerario pasquale che focalizza l’attenzione sui momenti salienti del Triduo Sacro e del giorno di Pasqua. Il celebre inno Vexilla regis, attribuito a Venanzio Fortunato, apre la silloge dei brani caratterizzata dalla spiccata varietà di forme e stili compositivi che traducono efficacemente i multiformi atteggiamenti espressivi del testo. Un testo che si muove fra riferimenti biblici e originali spunti poetici di straordinaria forza evocativa.

I sentimenti del credente che celebra e vive il mistero della Passione, Morte e Resurrezione di Cristo, sono riassunti e sublimati dai sentimenti della Madre, presentati con intensa e drammatica contrapposizione e simboleggiati dalla stupenda sequenza Stabat Mater – uno dei testi medievali più noti e utilizzati anche da illustri compositori lungo i secoli successivi – e l’antifona conclusiva Regina caeli, inaugurazione e sigillo del tempo pasquale.

Il riferimento alla Vergine accompagna l’intero programma: a lei si allude nell’antifona Ave verum, nell’antifona Ave Regina coelorum che caratterizza il tempo quaresimale, nel luminoso e più recente conductus Concordi laetitia che ci ricorda la Pasqua.

Ai brani del Proprio che “commentano” il percorso di questo tempo liturgico “centrale”, si alternano i brani dell’Ordinario I Lux et origo: Kyrie, Gloria, Sanctus e Agnus Dei, anch’essi previsti dalla liturgia per il tempo pasquale.

Dopo un itinerario liturgico che ha caratterizzato i due primi concerti interessando i “tempi forti” fino alla Pasqua, il terzo concerto (ore 18.00) si configura sostanzialmente come omaggio dei credenti alla Madre della Chiesa, una sorta di “litania” di testi scritturistici e poetici che danno lode alla Vergine.

Il programma si snoda liberamente partendo da brani popolari (Salve Mater, Tota pulchra) di facile ascolto, per poi intraprendere un percorso stilistico-formale più complesso a partire dal celebre introito Gaudeamus, in origine composto per la memoria liturgica di S. Agata (5 febbraio) e successivamente adattato per le festività mariane. Con il graduale Audi filia si riprende il ben noto salmo 44, fonte testuale anche del successivo alleluia e dell’offertorio (Diffusa est gratia) e si dà spazio allo stile fiorito e al virtuosismo esecutivo di schola e solisti.

Ai brani propri di questa prima parte del programma fanno da contrappunto brani dell’Ordinario X – destinati alle celebrazioni di feste mariane – completati dal Credo I, “simbolo” della fede della Chiesa che, con Maria, proclama la fede nel suo Signore.

Completano il programma brani tolti dall’Apocalisse (la Lectio, l’introito Signum magnum), ai quali segue la sequenza Omni die, caratterizzata dall’incipit che richiama la celebre sequenza pasquale Victimae paschali.

Dopo l’antifona popolare Sub tuum praesidium, il programma si chiude con la più nota antifona mariana, Salve Regina, che da secoli conclude ogni giorno la preghiera liturgica della Chiesa al termine della Compieta.

I Cantori Gregoriani sono un gruppo vocale a voci virili che dal 1986 si dedica in modo esclusivo allo studio e alla diffusione del canto gregoriano. Costituito interamente da specialisti, l’ensemble fonda la propria proposta esecutiva sull’indagine semiologica, ovvero sullo studio delle antiche fonti manoscritte risalenti ai secoli X-XI. La proposta interpretativa del gruppo intende porre in evidenza, attraverso gli strumenti propri della semiologia, la forza espressiva del canto gregoriano, ossia la corretta ripresentazione musicale dell’antica tradizione esegetica dei sacri testi.

Fondatore e direttore del gruppo è Fulvio Rampi, dottore in Canto gregoriano alla scuola di Luigi Agustoni, docente di Prepolifonia al Conservatorio di Torino, già maestro di cappella della Cattedrale di Cremona e ora direttore del Coro Sicardo di Cremona.

Il gruppo vanta numerosissime presenze in Italia e all’estero (Austria, Belgio, Brasile, Germania, Libano, Polonia, Portogallo, Slovenia, Spagna, Svizzera) per conto di importanti associazioni musicali e culturali. Dal 1995 al 1998 ha portato a termine quattro tournée in Giappone, dove si è esibito nelle principali città (Tokyo, Kyoto, Osaka, Hiroshima, Kumamoto, Nagano, Yokohama). Nel 1996 ha partecipato, unico complesso di canto gregoriano, al Festival di musica ortodossa di Mosca con un concerto nella Sala Grande del Conservatorio “Ciajkovskij”. Nel 2002 è stato invitato a tenere due concerti nell’ambito del celebre Festival dei due mondi di Spoleto, e nel 2003 ha preso parte al Festival Monteverdi di Cremona e al Ravenna Festival, esibendosi nella Basilica di S. Vitale. Nel 2006 ha partecipato alla rassegna Anima Mundi di Pisa, mentre nel 2008 e 2009 si è esibito per il Festival MiTo. Sigillo dell’attività del 2012 è stata l’apprezzata partecipazione alla Santa Messa celebrata da Benedetto XVI il 3 giugno, a conclusione dell’Incontro Mondiale delle Famiglie tenutosi a Milano. Il 2013 ha visto i Cantori esibirsi al prestigioso Festival di Salisburgo e, nuovamente, al Festival Monteverdi di Cremona, accanto ai Tallis Scholars.

A fianco di una vasta produzione discografica per conto di importanti case discografiche italiane ed estere (Rusty Records, PDU-EMI, JVC Giappone, Paoline, Sarx Records, ARCANA-WDR), il coro ha anche eseguito negli anni registrazioni per la Radio svizzera Suisse Romande, per la tedesca WDR e per le televisioni austriaca ORF e giapponese NHK. Il 2011 e il 2012 sono stati contrassegnati dalla collaborazione con TV2000, emittente della CEI, per la realizzazione della trasmissione “La domenica con Benedetto XVI”, a coronamento ideale del 25° anno di attività dei Cantori, che si è poi concluso con la presentazione del CD contenente l’ufficio medievale dei Santi Omobono e Imerio, patroni di Cremona.

Infine, la dimensione liturgica “itinerante”, irrinunciabile presenza nell’attività e nella programmazione del coro, trova l’apice annuale nella ormai tradizionale presenza a Innsbruck-Hall, in Tirolo, per le liturgie in canto gregoriano del Venerdì e del Sabato Santo.

A testimonianza dell’attenzione e della partecipazione attiva alla vivace fase storica del recupero del canto gregoriano, l’associazione ha dato vita nel 1993 alla rivista specialistica Note gregoriane e, dal 1996, a corsi di Canto gregoriano a Milano, Cremona e Rovigo frequentati da musicisti, direttori di coro, operatori liturgici e cantori provenienti da ogni parte d’Italia.

Fulvio Rampi (direttore)

Angelo Corno

Enrico De Capitani

Giorgio Merli

Alessandro Riganti

Francesco Spadari

Roberto Spremulli

Fulvio Rampi, nato a Cremona nel 1959, diplomato in Organo e Composizione organistica, ha conseguito il Magistero e il Dottorato in Canto gregoriano presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Milano sotto la guida di Luigi Agustoni. Successore dello stesso Agustoni alla cattedra di Canto gregoriano presso il medesimo Pontificio Istituto, ha al suo attivo numerose pubblicazioni. Dopo il Manuale di Canto gregoriano (1991 e ristampa 2001), nel 2011 il suo secondo volume Del canto gregoriano è risultato vincitore assoluto del premio internazionale di canto gregoriano intitolato a Luigi Agustoni. Direttore della rivista specialistica Note gregoriane, ha inoltre curato la trascrizione e l’edizione in due volumi di composizioni sacre polifoniche del periodo rinascimentale e collabora in qualità di compositore con alcune riviste di musica per la liturgia. Nel 2004 ha pubblicato per l’Editrice Vaticana il volume Nova et Vetera che unisce – utilizzando la forma tropata – composizioni originali alla tradizione del canto gregoriano. È invitato a tenere conferenze e corsi di canto gregoriano in Italia e all’estero. Ha ricoperto la carica di presidente della sezione italiana dell’Associazione Internazionale Studi di canto gregoriano dal 1991 al 1995 ed è stato fino al 1995 docente ai corsi internazionali di Canto gregoriano organizzati a Cremona dalla stessa associazione. Nel 1986 ha fondato i Cantori Gregoriani, un ensemble professionistico a voci virili, del quale è direttore stabile. Con tale gruppo svolge un’intensa attività discografica per conto di importanti case discografiche italiane ed estere. Intensa è anche l’attività didattica e concertistica in Italia e all’estero con la partecipazione a numerosi festival e rassegne internazionali. Dal 1998 al 2010 è stato direttore della Cappella Musicale della Cattedrale di Cremona. Nel 2010 ha costituito il Coro Sicardo di Cremona, un ensemble polifonico col quale svolge regolare servizio liturgico e attività concertistica proponendo, in entrambi i contesti, segnatamente i grandi repertori del canto gregoriano e della polifonia rinascimentale. È titolare della Cattedra di Prepolifonia al Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Torino, dove ha costituito nel 2008 la schola gregoriana femminile “Cum iubilo”.

BIGLIETTI

26 luglio          entrata libera

Vendita sul posto, secondo disponibilità, 40 minuti prima di ogni concerto e presso la segreteria parrocchiale di S. Maria della Passione (via Conservatorio 16) dal lunedì al venerdì dalle 9.15 alle 11.45.

Abbonamenti: 140 euro (tel 02.76317176)

Prevendite biglietti (diritto di prevendita Euro 1,80):

Circuito Vivaticket www.vivaticket.it

Call center (servizi a pagamento): Vivaticket 892.234 (from outside Italy: +39.041.2719035) e Seat Pagine Gialle 89.24.24 (attivo 24 ore su 24)

App Vivaticket Mobile per iPhone e Android disponibile sull’app Store e su Google play

Punti vendita Vivaticket, elenco alla pagina http://www.vivaticket.it/index.php?nvpg[ricercaPV]

Sede del concerto

Basilica di Santa Maria della Passione                                                             via Conservatorio 16

MM San Babila, tram 9, 23, bus 54, 61, 94

Per informazioni:

Associazione Culturale La Cappella Musicale

via Vincenzo Bellini 2 – 20122 Milano

tel e fax 02.76317176              e-mail mail@lacappellamusicale.com

sito www.lacappellamusicale.com

twitter @lacappellamusic

Facebook: www.facebook.com/LaCappellaMusicale

Direzione Artistica: Maurizio Salerno

Coordinamento e comunicazione: Lucia Olivares, Luana Castelli, Marcella Mittica

 

CALENDARIO

Giovedì 23 luglio ore 20.30

Basilica di Santa Maria delle Grazie

Lode della Beata Vergine

Polifonia mariana russa tra il XVI e il XVIII secolo

Coro del Patriarcato Ortodosso di Mosca

Anatolij Grindenko, direttore

Domenica 26 luglio ore 9.00, ore 11.00 (Santa Messa), ore 15.00 e ore 18.00

Basilica di Santa Maria della Passione

Tota pulchra es Maria

Una Giornata con il Canto Gregoriano

Concerti e Messa

Cantori Gregoriani

Fulvio Rampi, direttore

Mercoledì 29 luglio ore 18.30 e ore 20.30

Chiesa di San Bernardino alle Monache

G. F. Händel: Sonate per Oboe

Alfredo Bernardini, oboe

Takashi Watanabe, clavicembalo

Venerdì 31 luglio ore 18.30 e ore 20.30

Chiesa di San Sepolcro (Biblioteca Ambrosiana)

H. I. F. von Biber: Le Sonate del Rosario – Misteri Gaudiosi

Ars Antiqua Austria

Sabato 1 agosto ore 18.30 e ore 20.30

Chiesa di San Sepolcro (Biblioteca Ambrosiana)

H. I. F. von Biber: Le Sonate del Rosario – Misteri Dolorosi

Ars Antiqua Austria

Martedì 4 agosto ore 18.30 e ore 20.30

Chiesa di San Sepolcro (Biblioteca Ambrosiana)

J. S. Bach: Clavier-Übung – Parte Seconda

Ouverture Francese e Concerto Italiano

Jos van Immerseel, clavicembalo

Giovedì 6 agosto ore 20.30

Basilica di San Simpliciano

J. S. Bach: Clavier-Übung – Parte Terza

Michael Radulescu, organo

Domenica 9 agosto dalle ore 10.30 alle ore 16.30

Coro di San Maurizio al Monastero Maggiore

Visite e Momenti Musicali

Allievi dell’Istituto di Musica Antica

della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado – Milano

Mercoledì 12 agosto ore 16.30, ore 18.30 e ore 20.30

Sala Capitolare del Bergognone (Basilica di Santa Maria della Passione)

L’Arpa Barocca

Musiche di Frescobaldi e Mayone

Mara Galassi, arpa

Martedì 18 agosto ore 18.30 e ore 20.30

Chiesa di San Bernardino alle Monache

J. S. Bach: Sonate per Traversiere e Clavicembalo

Programma I ore 18.30

Programma II ore 20.30

Marcello Gatti, flauto

Florian Birsak, clavicembalo

Giovedì 20 agosto ore 18.30 e ore 20.30

Sala Capitolare del Bergognone (Basilica di Santa Maria della Passione)

“I divini”: Francesco e Michelangelo

Musiche di F. da Milano, Borrono, Dalza

Massimo Lonardi, liuto

Venerdì 21 agosto ore 18.30 e ore 20.30

Sala Capitolare del Bergognone (Basilica di Santa Maria della Passione)

Il pianto

Musiche di Dowland, F. da Milano, Capirola

Massimo Lonardi, liuto

Martedì 25 agosto ore 18.30 e ore 20.30

Chiesa di San Bernardino alle Monache

J. S. Bach: Clavier-Übung – Parte Quarta

Variazioni Goldberg

Benjamin Alard, clavicembalo

Venerdì 28 agosto ore 20.30

Basilica di Santa Maria della Passione

J. S. Bach: La Passione Secondo Giovanni BWV 245

Norwegian Soloists’ Choir

Accademia Bizantina

Lenneke Ruiten, soprano – Delphine Galou, contralto

Martin Vanberg, tenore – Christian Immler, basso

Ottavio Dantone, direttore


BIGLIETTI:

26 luglio: ingresso libero

09 agosto: ingresso gratuito, solo su prenotazione telefonica entro venerdì 7 agosto ore 12 al n. 02.76317176

2 luglio, 23 luglio, 28 agosto: posto unico 15 euro

Tutte le altre date: posto unico 10 euro

Abbonamenti: 140 euro (tel. 02.76317176)

Vendita sul posto, secondo disponibilità, 40 minuti prima di ogni concerto e presso la segreteria parrocchiale di S. Maria della Passione (via Conservatorio 16) dal lunedì al venerdì dalle 9.15 alle 11.45.

Prevendite biglietti (diritto di prevendita Euro 1,80):

Circuito Vivaticketwww.vivaticket.it

Call center (servizi a pagamento): Vivaticket 892.234 (from outside Italy: +39.041.2719035) e Seat Pagine Gialle 89.24.24 (attivo 24 ore su 24)

App Vivaticket Mobile per iPhone e Android disponibile sull’app Store e su Google play

Punti vendita Vivaticket, elenco alla pagina http://www.vivaticket.it/index.php?nvpg[ricercaPV]

 

Sedi dei concerti

Basilica di Santa Maria della Passione e Sala Capitolare del Bergognone

via Conservatorio 16

MM San Babila, tram 9, 23, bus 54, 61, 94

Chiesa di San Bernardino alle Monache

via Lanzone 13

MM Sant’Ambrogio, tram 2, 14, bus 50, 58, 94

Basilica di San Simpliciano

piazza San Simpliciano

MM Lanza/Moscova, tram 2, 4, 12, 14, bus 43, 57, 61, 94

Basilica di Santa Maria delle Grazie

Piazza Santa Maria delle Grazie

MM Cadorna, tram 1, 16, 19, 27, bus 50, 58

Chiesa di San Sepolcro (Biblioteca Ambrosiana)

piazza San Sepolcro

MM Duomo, tram 1, 2, 3, 12, 14, 15, 16, 24, 27

Coro di San Maurizio al Monastero Maggiore

corso Magenta 13/15

MM Cadorna, tram 1, 4, 16, 27, bus 50, 57, 58, 61, 94