Fitbit studio su fibrillazione atriale
Fitbit Studio Su Fibrillazione Atriale

I dispositivi Fitbit hanno il potenziale per rilevare l’AFib poiché sono in grado di tracciare il battito cardiaco 24 ore su 24, 7 giorni su 7, potendo contare su una batteria di lunga durata che consente agli utenti di indossare il dispositivo per più giorni. Ciò rende possibile valutare il ritmo cardiaco nel lungo periodo, anche quando gli utenti sono addormentati. Questo momento infatti rappresenta la situazione più indicata per scoprire eventuali irregolarità di battito, indossando il dispositivo quando il corpo è a riposo.

”Da quando nel 2015, per la priva volta, abbiamo reso possibile il monitoraggio del battito cardiaco dal polso attraverso i nostri dispositivi, abbiamo continuato ad innovare e a fornire agli utenti una comprensione più profonda della loro salute cardiaca tramite funzionalità come il monitoraggio del sonno, il punteggio del livello di cardio fitness ed ora i Minuti in Zona Attiva”, ha affermato Eric Friedman, co-fondatore e Cto di Fitbit.

Fitbit Heart Study rientra tra i progetti Fitbit incentrati sull’innovazione legata alla salute del cuore, che comprendono partnership industriali e lo sviluppo di tecnologie incentrate sulla sensibilizzazione e sulla rapida rilevazione dell’AFib per ridurre il rischio di ictus e migliorare la salute della popolazione. Oltre alla tecnologia in esame nel Fitbit Heart Study, l’azienda ha fatto notevoli progressi nello sviluppo di un nuovo elettrocardiogramma (ECG) per la rilevazione dell’AFib.Fitbit punta a dotare gli utenti di più opzioni per valutare, nel breve o nel lungo periodo, la fibrillazione atriale, a seconda delle proprie esigenze. Per questo sta sviluppando strumenti PPG ed ECG che potrebbero identificare nel lungo termine la fibrillazione atriale.

La funzionalità Fitbit basata su PPG è progettata per identificare episodi irregolarità del ritmo cardiaco che potrebbero passare inosservati, mentre la funzione ECG è progettata per supportare gli utenti che desiderano effettuare uno screening e registrare un tracciato ECG che possono far esaminare dal proprio medico. L’azienda ha completato uno studio clinico fondamentale per la sua nuova tecnologia ECG e prevede di chiedere la revisione della feature al Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti e alle autorità normative globali.Inoltre, in seguito all’autorizzazione della FDA per l’algoritmo PPG AFib, Fitbit continuerà a lavorare con la Bristol-Myers Squibb-Pfizer Alliance per sviluppare programmi e contenuti educativi che aiuteranno a identificare e supportare le persone che negli Stati Uniti sono ad alto rischio di ictus, per fornire un percorso di cura continuo che comprenda la diagnosi di AFib.