Milano-Fashion-Week-2020-
Milano Fashion Week 2020

                                   MILANO FASHION WEEK 2020                                                                         dal 18 al 24 febbraio

Milano si veste di. Moda, arte e cultura un disegno unico un in sieme  comune all’insegna della bellezza. Come sempre tante le novità, segnaliamo  una campagna di sensibilizzazione contro il Coronavirus, per unire  come un  ponte virtuale tra l’Italia e la Cina

prada-milano-fashion-week-950x684

Unsettimana della gran moda fashion che investe  La Milano Fashion Week 2020 vi aspetta dal 18 al 24 febbraio, si inizia con Gucci per finire la domenica con Armani. La moda protagonista e molto altro, le passerelle prendono vita e i musei aprono le porte. Anche quest’anno è stata rinnovata la collaborazione tra il Comune di Milano e la Camera Nazionale della Moda , la promotrice degli eventi in calendario. Una Milano poliedrica, pronta alla commistione tra le arti, questo il sogno comune. È prevista quindi l’apertura alla moda di diversi luoghi d’arte e della cultura milanese con la finalità di promuovere il patrimonio culturale e rendere la città ancor di più una meta ambita, moderna, globalizzata.

TACCUINO SFILATE

Mercoledì 19, da segnare la sfilata di Gucci (ore 15, via Mecenate 77), Alberta Ferretti (ore 16, via Mecenate 88) e N21 in via Archimede 26 alle 17.

Giovedì 20 febbraio si comincia con Max Mara alle 9.30 in via Senato 10. Tra le altre firme, Prada – ore 16 in via Lorenzini 14 – e poi ancora Fendi (ore 18.30, via Solari 35) e Moschino (ore 20.30, via san Luca 3).

Venerdì 21 febbraioTod’s alle 9.30 in via Savona 56, Emporio Armani alle 10.30 in via Bergognone. E poi ancora Antonio Marras alle 11.30 in via Cola di Rienzo 8. Tra gli altri anche Etro, in via Conservatorio alle 14, Marni, in via Ventura alle 15, Versace alle 18 in piazza Boardi 1.

Sabato 22 apre le danze Salvatore Ferragamo alle 9.30 in via Besana 12. Scervino all’una e mezza in via Senato, Missoni alle 19 in via Ceresio 7. Conclude la giornata Philipp Plein in via Scarampo alle ore 21. Domenica è la volta anche di Laura Biagiotti (ore 12.30, via Rivoli), Fila (ore 13.15 via Valtellina 7) oppure ancora Giorgio Armani (ore 16 via Bergognone).

Due gli appuntamenti previsti lunedì 24 febbraio. Atsushi Nakashima, piazza Duomo (scalone Argentario) ore 9.30 e Alexandra Moura, ore 10.30, stessa location.

Appuntamenti di FashionableEcoArtShow

In occasione di Milano Moda Donna, FashionableEcoArtShow invita a riflettere sui temi della crescita sostenibile, dell’impatto ambientale, dei cambiamenti climatici. Il tutto attraverso dei capi d’abbigliamento di giovani designer ispirati al tema del clima. In programma il 22 febbraio alle ore 15 un flash mob in prossimità del Duomo e a seguire alle 16:30 una sfilata a Palazzo dei Giureconsulti per promuovere l’adozione di modelli di produzione e consumo responsabile.

Memos – A proposito della moda in questo millennio

Una mostra curata da Maria Luisa Frisa e realizzata in collaborazione con il Museo Poldi Pezzoli, aperta al pubblico dal 21 febbraio al 4 maggio. Il progetto vuole essere uno strumento per interrogarsi sulla moda, sulle sue peculiarità e sui suoi attributi, facendo riferimento alle Lezioni Americane di Italo Calvino.   Maria Luisa Frisa riflette sulla pratica del fashion curating e concepisce la mostra coinvolgendo Judith Clark per l’exhibition making e Stefano Tonchi con un progetto visuale.

Stile Milano – Storie di eleganza

La  città e il suo stile sobrio, curato. Le sue  grandi storie di eleganza, come l’esposizione presso il prestigioso Palazzo Morando, dal 21 gennaio al 29 marzo. Un percorso sulla moda milanese che va dagli anni 50 ai nostri giorni. Ingresso gratuito.

Fashion Hub Market

Tra gli appuntamenti in occasione di Milano Fashion Week da segnalare anche la decima edizione del Fashion Hub Market di Camera Nazionale della Moda Italiana. Un evento aperto al pubblico dal 19 febbraio presso il Museo della Permanente di Milano (via Filippo Turati 34). Ospita 4 spazi collettivi: uno dedicato a 5 brand emergenti italiani, uno a designer cinesi, uno agli ungheresi e uno agli stilisti africani selezionati per il progetto “Africa Now“.  Un progetto, quest’ultimo, che pone la sua attenzione nei confronti di sostenibilità, peculiarità artigianali e impegno etico. Un impegno nella ricerca di giovani creativi provenienti da questo Continente che si distinguono particolarmente per creatività e talento.

China, we are with you

La Repubblica Cinese sta affrontando una terribile epidemia che ha scosso il mondo intero. Camera Nazionale della Moda Italiana ha voluto dare un messaggio di vicinanza alla Cina con la campagna ‘China, we are with you. Permettere, quindi, al mondo della moda cinese, in difficoltà in questo periodo storico, di partecipare virtualmente all’evento milanese. Come? Grazie alle nuove tecnologie, saranno trasmesse le sfilate in live-streaming e contenuti speciali ad hoc con le quali si stanno definendo i tempi e le modalità.

Per maggiori informazioni: cameramoda.it