La sfilata primavera-estate in onda su la7

Con il titolo Armani in prima seratala7 manda in onda la collezione primavera/estate 2021 del grande stilista. Sabato 26 settembre alle 21.15, la sfilata di Giorgio Armani esce dalle passerelle della Settimana della moda di Milano per approdare in tv, in versione integrale, nelle case degli italiani.

“La decisione dello stilista”, scrive la maison in un comunicato, “è stata presa per permettere che il défilé possa raggiungere il grande pubblico”. E spiega la scelta della serata a porte chiuse: “considerato, a malincuore, che la situazione legata alla pandemia ancora in atto non consente di mettere in scena gli show come in passato, lo stilista ha scelto di proporre le sue collezioni senza presenza di pubblico”. È, quindi, una serata senza spettatori in sala, come Armani aveva scelto di fare per primo a febbraio, durante la settimana della moda invernale, quando i problemi legati al coronavirus iniziavano appena ad affacciarsi. Ma, al tempo stesso donata in una chiave popolare, un omaggio alla bellezza e allo stile italiani in un momento di difficoltà per il nostro paese.

Il lancio dell’evento è affidato alla giornalista Lilli Gruber che precede la messa in onda con la sua rubrica Otto e mezzo, per l’occasione dedicata in forma monografica a Milano, città della moda. La serata prosegue con un documentario di venti minuti che racchiude interviste e filmati rari su Giorgio Armani, con la voce narrante di Pierfrancesco Favino.

Infine, quaranta minuti di sfilata firmata Armani. Alle 22, la serata dedicata a Re Giorgio si conclude con la messa in onda del film American Gigolò; protagonista Richard Gere che indossa per la prima volta sugli schermi i capi dello stilista italiano, sugellandone lo stile in tutto il mondo.

La sfilata primavera/estate 2021, trasmessa alla stessa ora anche su armani.com, sui canali social del marchio e sulla piattaforma della Camera Nazionale della Moda Italiana, segna il ritorno dell’alta moda sul piccolo schermo. L’ultima volta è accaduto 17 anni fa, nell’ultima edizione di Donna sotto le stelle, l’evento sulla scalinata di Piazza di Spagna che chiudeva la settimana della moda di Roma. La serata è andata in onda dal 1986 al 2003, prima su Rai1 e poi su Canale5. Erano i tempi delle modelle-dive, del glamour e dell’esplosione del fashion come fenomeno di massa. Atmosfere ben diverse da quelle di oggi; ma la scelta di un colosso come Armani, di utilizzare il piccolo schermo (definito dallo stilista milanese “democratico”) come veicolo per la sua collezione di alta moda, parla di una tv generalista che ha ancora molto da dire, nonostante l’allettante offerta delle reti on demand.