Crisi dello spettacolo covid-19
Crisi Dello Spettacolo Covid 19


I lavoratori del settore dello spettacolo dal vivo in questo momento sono in grandissima difficoltà con concerti ed ogni attività bloccata, il Covid-19 ha costretto la musica a fermarsi.Loro sono stati i primi a fermarsi e saranno, forse, gli ultimi a ripartire ma non hanno perso la speranza che gli eventi possano essere ricollocati il prima possibile anche con modalità diverse rispetto a quelle sino ad oggi attuate.Nasce quindi da un gruppo di Artisti, Produttori, Agenzie, Distributori e Organizzatori del panorama musicale una richiesta alle Autorità Governative degli interventi chiari e decisi con risposte esaustive e risolutorie. La richiesta è stata fatta attraverso un’interpellanza parlamentare, con la richiesta di indicazione di quali interventi fattivi verranno messi in campo a sostegno delle imprese e di tutti gli operatori del settore, quali contributi economici, sgravi fiscali etc; la richiesta di applicazione di un’aliquota IVA uniforme per tutte le transazioni nell’ambito delle attività interessate nel settore (dall’ingaggio dell’artista, service audio, luci, etc); aumento del Fondo già esistente e l’istituzione del Reddito a copertura delle perdite subite da tutti gli operatori del settore, anche quelli precari e/o inquadrati con contratti occasionali; sospensione della riscossione per tutto il 2020 delle tasse e tributi; l’indicazione di una data certa per la ripresa, con le indicazioni di quale tipologia di concerto sia da posticipare, quali saranno le misure di sicurezza da adottare, il protocollo di sicurezza ed in particolare la costituzione di un tavolo tecnico di confronto con le Associazioni di categoria rappresentative per la discussione congiunta di tali punti di interesse.E’ stata redatta dall’Avv. Biagio Riccio e dall’Avv. Renato Moraschi, rappresentanti di numerosi Artisti del panorama della musica italiana e di operatori del settore, una lettera all’On. Vittorio Sgarbi dove veniva presentato un resoconto riguardante i danni di carattere economico ed occupazionale e le richieste e le doglianze pervenute dai medesimi Artisti, Produttori, Agenzie, Distributori ed Organizzatori del settore dell’entertainment. L’ On. Vittorio Sgarbi ha condiviso le ragioni e le proposte presentategli e, si è fatto carico di presentare un’interpellanza al Governo, e per esso al Ministro Franceschini, per sapere quali siano i provvedimenti che il Governo intenda adottare.Con il rispetto assoluto verso le misure di contenimento del contagio, imposte dal Presidente del Consiglio Ministri Giuseppe Conte, i lavoratori della filiera dei concerti chiedono delle risposte certe ed urgenti.