Dall’immunologia e la genetica, cuore pulsante del centro di Ricerca Humanitas, alle sperimentazioni sull’utilizzo di nuovi farmaci, fino agli studi volti a comprendere come si incrocia la cura dei pazienti Covid-19 con la presenza di altre patologie pregresse, dai tumori alle malattie autoimmuni, infiammatorie intestinali e cardiache. Humanitas è in prima linea anche sul fronte della Ricerca scientifica, oltre 70 medici e ricercatori sono impegnati in numerosi studi che affrontano a tutto tondo le criticità e gli interrogativi che l’infezione ha sollevato.

“Accanto alla ricerca fondamentale, in immunologia e genetica – spiega il prof. Alberto Mantovani, Direttore Scientifico di Humanitas – abbiamo in atto numerosi studi traslazionali e clinici. Sono in corso numerose sperimentazioni legate alla valutazione dell’utilizzo sia di nuovi farmaci, quali Tocilizumab o Remdesivir, sia di diagnostici basati su anticorpi. Un importante progetto, che guarda alla possibilità di identificare velocemente i pazienti potenzialmente infetti, ci vede coinvolti nello sviluppo di una nuova diagnostica in grado di fornire informazioni con una grande sensibilità nell’arco di un’ora. Ancora sul versante diagnostico, uno studio per la valutazione delle TAC toraciche con l’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale mira a cogliere aspetti che possano essere di supporto per identificare i pazienti più a rischio per lo sviluppo di complicanze respiratorie gravi. Stiamo inoltre sviluppando ed applicando protocolli clinici, fino all’area di terapia intensiva, per la gestione dei pazienti affetti da Covid-19. A questi si affiancano studi osservazionali mirati a stabilire correlazioni tra fattori clinici, biochimici e la prognosi dei pazienti, per capire se la gravità del decorso della malattia sia dovuta al sistema immunitario, al corredo genico, o ad entrambi”.

Il prof. Mantovani insieme al prof. Maurizio Cecconi, Humanitas University, e al prof. Guido Forni, Università di Torino, inoltre hanno firmato un documento con cui la Commissione Salute dell’Accademia Nazionale dei Lincei prende posizione sulla gestione dell’epidemia di Covid-19 contro le fake news. Questo documento, che è aggiornato tutti i mesi per assicurarne la validità, affronta con criteri profondamente ed esclusivamente medico-scientifici tutti gli aspetti del Coronavirus SARS-CoV-2. Un team di ricercatori guidati dal prof. Stefano Duga, docente di Humanitas University, con il contributo fondamentale delle prof.sse Rosanna Asselta ed Elvezia Maria Paraboschi, ha condotto uno studio osservazionale sui fattori genetici degli italiani.