Sono oltre 2700 le notti di vacanza gratuita che quest’estate l’Associazione Ospitalità Religiosa Italiana, con il patrocinio dell’Ufficio per la Pastorale del Turismo della CEI, mette a disposizione in tutta Italia per i meno abbienti, grazie alla disponibilità di decine di residenze religiose e no-profit. L’iniziativa Ospitalità Misericordiosa, ormai alla quinta edizione, cade in un momento nel quale anche l’idea di vacanza è stravolta dagli eventi, non ultimo il Bonus Vacanze il cui meccanismo è tutt’altro che chiarito e rappresenta comunque solo un parziale sollievo. E allora, per chi una vacanza non può permettersela, ecco tante settimane gratuite al mare, in montagna, immersi nella natura o nelle città d’arte. L’elenco completo è nelle News del portale ospitalitareligiosa.it o tramite questa pagina ospitalitareligiosa.it/news/151-ospitalita-misericordiosa-2020.  Nonostante la grande crisi del turismo, queste residenze, pur in difficoltà, hanno voluto tendere una mano a chi necessita di un periodo lontano dai problemi quotidiani a cui è costretto per motivi economici o sociali. E per garantire la giusta trasparenza, sono le parrocchie e le Caritas ad avanzare le richieste per i loro assistiti. Un segno di accoglienza e ospitalità che è la caratteristica di queste strutture extra-alberghiere, in cui il clima che si respira, oltre alla purezza dei luoghi, riporta ad un caldo abbraccio familiare.