Investire in Kazakistan

Tra gli attori emergenti nella regione asiatica degli ultimi tre decenni, il Kazakistan, con i suoi 2,7 milioni di km2, occupa una posizione particolare quale economia-guida dello spazio entroasiatico, grazie anche alla sua posizione strategica a cavallo tra la Russia europea e la Cina.
Ex repubblica dell’Unione Sovietica, il Kazakistan – indipendente dal 1991 – ha saputo emergere negli anni successivi come prima economia centrasiatica, esprimendo il 60% del PIL dell’intera area e assicurando il più alto reddito pro capite e indice di sviluppo umano nella regione.
Tra i settori a traino del suo sviluppo spiccano quelli degli idrocarburi e i beni e servizi collegati al settore estrattivo-minerario, in particolare quelli legati allo sfruttamento delle ingenti riserve di petrolio e gas di cui dispone il Paese e che hanno attratto alcune delle principali multinazionali del settore (ENI, British Petroleum, Total, Shell, Chevron…). È inoltre tra i maggiori produttori mondiali di materie prime tra cui il carbone e metalli quali uranio, cromo, piombo, rame e zinco.
L’Unione europea è il primo partner commerciale del Kazakistan e di cui copre circa il 40% del commercio estero totale. Secondo i dati divulgati dall’Istituto Nazionale di Statistica kazaco, nel 2019 l’Italia si è confermata terzo partner commerciale a livello globale e primo tra i Paesi della UE, con esportazioni che hanno sfiorato il livello record di oltre 1,1 miliardi di euro, prima dell’inevitabile contrazione registrata lo scorso anno. Sono circa 250 le aziende e le joint venture a capitale italiano che operano nel Paese, a testimonianza dell’interesse verso un mercato in piena espansione e dell’elevato livello di sinergia e complementarietà raggiunto tra le due economie.

Da tempo Ausiria cura i rapporti d’affari col Kazakhistan in collaborazione con la Camera di Commercio Italo-Kazaka. Dal 1996 l’Associazione Italia Kazakhistan (AIK), successivamente promossa a Camera di Commercio Italo- Kazaka (CCIK), rappresenta un’importante cassa di risonanza delle relazioni fra le imprese e le istituzioni sia italiane che kazake.
AIK è stata fondata dall’Eni e dall’ambasciata Kazaka in Roma su invio del Presidente della Repubblica del Kazakhstan, Sua Eccellenza Nuesultan Nazarbayev, il quale, durante alcuni incontri ufficiali, ha espresso appezzamento nei confronti di questa associazione bilaterale che ha tra i principali obiettivi la promozione dello sviluppo economico e delle relazioni culturali e sociali fra Kazakhistan e Italia. Con essa Ausiria collabora sul fronte commerciale e per il potenziamento dei rapporti direttamente con le società Kazakhe e con le istituzioni. In particolare opera in campo finanziario al fine di agevolare sia gli scambi sia gli investimenti italiani in Kazakhistan, si occupa degli aspetti legali e l’osservanza delle regole governative con focus sulle opportunità per ottenere agevolazioni e supporti finanziari.

Neziha khalil
Neziha khalil
Ausiria Consulting S.r.l.
Via Giotto,19 – Milano
info@ausiria.it

 

 

Tratto da
Milano 24orenews italiadagustare Ottobre 2021
Banner MI24 Ottobre 2021 r