villaggio di Zhujiajiao
Villaggio Di Zhujiajiao

 

Modernità e tradizione convivono in una delle città più popolose al mondo, Shanghai. L’importanza finanziaria e lo strategico ruolo di città commerciale che ricopre sono ben noti, ma una volta arrivati sulle sponde del fiume Azzurro sorprendono anche i variegati stili dei suoi edifici, frutto del fortunato incontro tra sentimento locale e influenza occidentale, il lusso dei centri commerciali e il buon gusto dei negozi alla moda che si incontrano nelle strade, la molteplicità delle preparazioni gastronomiche che ruotano intorno a sapori di mare e di terra. L’area finanziaria e commerciale di Lujiazul è il simbolo del rutilante sviluppo finanziario della Cina moderna: là dove sino agli anni Novanta v’erano campi coltivati, oggi svettano grattacieli che creano un avveniristico panorama. Il Centro Finanziario, con i suoi 104 piani, è l’edificio più alto di Shanghai e trai più alti del mondo grazie ai suoi 492 metri: al 97° piano, a 439 metri, un passaggio sopraelevato offre una veduta mozzafiato sulla città. Ad esso risponde il più tradizionale ma altrettanto trafficato quartiere di Yuyuan, sul quale danno negozi di ogni tipo di merce e friggitorie che preparano i classici della cucina cittadina (specie gamberi panati e minestre di verdure e pesce), ma soprattutto il Nanxiang Xiaolong Bao, il ristorante che prepara i tradizionali ravioli ripieni di carne tritata serviti in cesti di bambù. Da qui si accede facilmente al Giardino Yu, costruito nella seconda metà del Cinquecento, ricco di spunti scenografici come il ponticello a zigzag, le ingegnose costruzioni rocciose e di alberi lussureggianti o le tipiche pagode risalenti al periodo della dinastia Ming. Non mancano le opportunità di visitare collezioni d’opere d’arte nei numerosi musei: da quello di Storia naturale a quello Nazionale, che ospita ceramiche e bronzi antichi, opere calligrafiche e sigilli, giade e monete. A meno di un’ora di automobile (traffico permettendo) un tuffo nel passato è garantito dal villaggio di Zhujiajiao, una piccola Venezia ben conservata che sorge su alcuni rami del fiume Azzurro. Le numerose banchine fluviali che corrono parallele, le nove strade principali fiancheggiate dalle antiche case e i minuscoli negozi artigianali fanno di Zhujiajiao un luogo dove la vita scorre ancora pigra e flemmatica, quasi un incantesimo che sfugge alla frenesia di una delle capitali dell’estremo Oriente.

Alessia Placchi