MONACO a febbraio
Monaco A Febbraio

 

A Carnevale, tutti a München!

A cura di Jacek Kruazyr v. Kurwazy

Febbraio è un mese piacevole per visitare Monaco di Baviera, definita “la più settentrionale delle città italiane”. Con i suoi quasi 2 milioni di abitanti rappresenta una delle realtà culturali più vivaci di tutta l’Europa. Oltre che per gli importanti poli museali e le vie del lusso, è nota per il München Fasching, ovvero il carnevale che ha origini antiche: fonti documentarie attestano la presenza di giochi carnevaleschi in città sin dal XV sec. In realtà, il carnevale a Monaco inizia l’11 novembre per ritornare l’11 gennaio del nuovo anno. A febbraio, tutto si conclude con le tradizionali sfilate dei carri allegorici e il ballo del martedì grasso, nel Viktualienmarkt. Qui, si tiene il Marktfrauentanz, il ballo delle donne del mercato. Nella giornata finale, scorrono fiumi di birra con gli immancabili würstel ed i bretzel! La grande città è attraversata dal fiume Isar, circondata da boschi di conifere e romantici laghi come quello di Ammersee e di Starnberg.

Le origini di Monaco risalgono al Medioevo e presto divenne una città fortificata che si trasformò in un ducato sotto la guida dei Wittelsbach fino al 1918. Nel XVIII secolo, fu un centro importante della temperie barocca; è l’epoca di splendidi palazzi che continuarono per tutto l’Ottocento, restituendo l’elegante città che ancora ammiriamo, nonostante le distruzioni in seguito ai drammatici eventi del II conflitto mondiale. Il nostro breve tour potrebbe iniziare dalla Frauenkirche, uno degli edifici più noti del centro, sede dell’Arcidiocesi e al contempo Cattedrale; è molto famosa per le due torri gemelle sormontate da cupole ramate a forma di cipolla. La chiesa di San Pietro nella Marienplatz è la più antica chiesa cittadina, ricostruita quasi interamente dopo la guerra. Assolutamente da non perdere è il Glockenspiel, il carillon della torre dell’orologio del Nuovo Municipio nella Marienplatz. A poca distanza, una visita che va fatta è alla Residenz: è il palazzo dei Duchi di Baviera che ospita nei suoi interni, molti musei, tra cui la Schatzkammer, ovvero la stanza del tesoro dove sono custodite preziosissime opere d’arte orafa. Oltre le sfavillanti sale, vi è il Teatro Cuvilliés, un autentico gioiello barocco. Appena usciti? Un boccale di birra all’Hofbräuhaus, la più vetusta e famosa birreria di Monaco! Assolutamente da non perdere, è una passeggiata nella dimora estiva dei Wittelsbach, il maestoso, castello barocco di Nymphenburg, uno dei più belli d’Europa. Immerso in un ameno parco, vanta numerosi pavillons tra cui l’Amalienburg, in puro stile rococò.

Nel centro della città, oltre i fastosi palazzi dell’aristocrazia, anche i musei conservano raccolte d’arte: dal Deutsches Museum, il Museo della Scienza e della Tecnica più grande al mondo, alle 3 pinacoteche con opere d’arte dal XIV sec. fino al Novecento. E poi, la Gliptoteca ed il Museo Egizio, quello della BMW e lo Stadtdmuseum. Suggestiva è la Lenbachhaus, edificata alla fine dell’Ottocento da Franz von Lenbach; nelle sale è possibile ammirare dipinti di Kandinskij. Un’ultima nota curiosa è la grande quantità di presepi antichi dal XVIII al XIX secolo, in mostra nel Bayerisches Nationalmuseum. È forse una delle più importanti raccolte di presepi esistenti. Si passa da quelli di fattura bavarese ad esemplari siciliani; indubbiamente, i più belli restano quelli napoletani della prima metà del Settecento!

Un lungo weekend all’insegna del divertimento, della cultura e della buona tavola bavarese a base di stinco e crauti.

Tratto da:

Milano 24orenews            Roma 24orenews

Cover MI24 Gen-Feb 2020 Cover RM24 Gen-Feb 2020