Piano Nazionale turismo motoristico
Piano Nazionale Turismo Motoristico

Un Piano Nazionale del Turismo Motoristico:

secondo l’Assessore al Turismo della Regione Liguria Gianni Berrino  

Liguria

Genova: Il piano vuole un calendario nazionale di eventi e di manifestazioni regionali. Dopo la videoconferenza degli Assessori al Turismo e dei rappresentanti delle categorie produttive dei 28 Comuni soci della rete Anci, che si è tenuta venerdì 5 giugno, in merito al Piano nazionale del turismo motoristico, in esclusiva, ai nostri microfoni, parla Gianni Berrino, Assessore al Turismo della Regione Liguria.Gianni Berrino assessore regione Liguira al Turismo

 

Il Piano nazionale del turismo motoristico, da tempo, ha avviato un processo di ascolto attivato con categorie produttive, associazioni, attori privati e comunità per promuovere e realizzare un calendario nazionale di eventi e di manifestazioni regionali, accordi con reti e ‘Strade’ delle tipicità enogastronomiche, formazione specifica per chi si occupa di accoglienza nel settore motoristico.

Alla videoconferenza del 5 giugno, hanno partecipato, oltre a Gianni Berrino, Federico Ignesti (Sindaco Scarperia e San Piero), Giovanni Gargano (Sindaco Castelfranco Emilia), Alessandro Puccinelli (vicesindaco e Assessore Turismo Pontedera), Simone Maccaferri (vicesindaco Cento), Alessandra Dini (vicesindaco Noale), gli Assessori al Turismo Maria Elena Mililli (Maranello), Silvia Benzoni (Mandello del Lario), Francesca Capuozzo (Castelfranco Emilia), Sara Sartori (Noale), Simona Silano (Pratola Serra) Birgit Brugger (Ospedaletti) Michele Barile (Termoli),Elisabetta Bergamasco (Assessorato Turismo e attività produttive di Torino). 

Mare ligureSegue l’intervista all’Assessore Gianni Berrino: “E’ un progetto molto importante, a cui, mi auguro, possano aderire altre città della nostra regione che hanno a che fare con i motori. Dal punto di vista turistico è un prodotto che potrebbe essere vincente già dal 2021 a livello nazionale e a livello locale. L’Italia è la patria dei motori e, pertanto, questo progetto si inserisce benissimo in questo filone. Già negli anni passati la Regione Liguria aveva chiuso accordi con FMI (Federazione Motociclistica Italiana) e, quindi, cercheremo di sostenere il più possibile il turismo motoristico, perché abbiamo bisogno di idee nuove e di innovazione per accaparrarci nuove fette di turismo in vista del 2021”.

Christian Flammia

 

Dal corrispondente Christian Flammia-